Browsing Tag

mirtilli

Insalata di kale viola, mirtilli e melanzane // Purple kale, blueberry and eggplant salad

insalata-kale-viola-2

(English post below) Lo sapete, siamo leggermente ossessionate dalle insalate – quelle nutrienti e sazianti! – e siamo sempre alla ricerca di nuove e deliziose. È la nostra prima scelta su tutto, che si tratti dello scegliere un piatto sulla carta di un ristorante o di qualcosa da preparare con un ingrediente particolare. Quando infatti siamo riuscite a recuperare del cavolo riccio viola al punto Naturasì dal quale ci riforniamo abitualmente (un grazie enorme va a Barbara per la soffiata!), sebbene fosse nel sapore praticamente identico a quello del kale classico, siamo rimaste talmente affascinate dal suo aspetto e dalle venature violacee delle sue foglie che dovevamo decisamente immortalarlo e presentarvelo in una nuova salsa – che questo sta diventando un po’ il blog del kale e delle insalate.. -. Ci siamo immediatamente ricordate dell’insalata pubblicata un paio di settimane fa da Luise e David di Green Kitchen Stories e del loro entusiasmo nel rendere quanto più viola possibile questa insalata. Purtroppo avevamo finito le nostre amate lenticchie nere beluga (della quale teniamo sempre una buona perché velocissime da cuocere), quindi abbiamo optato per delle lenticchie di puy che hanno egregiamente svolto il loro ruolo, mantenendo la loro forma ed essendo cotte al dente. Abbiamo anche sostituito le more con dei mirtilli perché era tutto ciò che avevamo per le mani e le biete con il nostro mix preferito di verdure a foglia verde. Paradossalmente abbiamo lasciato fuori anche il nostro amato avocado perché abbiamo ritenuto che l’insalata fosse già tanto buona da non aver bisogno d’altro. Punti forti che non potevano assolutamente essere cambiati, invece, sono state le cipolle e le melanzane – per noi, le splendide melanzane dell’orto dei nonni -, speziate e cotte al forno, le nocciole e, chiaramente, il cavolo riccio viola. Sebbene l’insalata sia già spettacolare di suo, vi consigliamo caldamente di servirla insieme ad una buona porzione di hummus cremoso (variante vegana alla feta suggerita sempre da Luise e David) e fidatevi: porterà il piatto a tutt’altro livello.  (altro…)

Pancakes di banana e avena

IMG_3797

Se due settimane fa la nostra cucina era un continuo “impolpettare”, quella appena appena passata ? trascorsa tra frittelle e crepes, di qualsiasi genere, dolci e salate, dalle pi? semplici alle pi? elaborate. Ne abbiamo mangiate talmente tante (e anche, sinceramente, davvero buone) da, per?, stancarcene al punto tale di aver deciso di metter da parte il capitolo per un po’ di tempo. E in questo continuo sperimentare, tra prove pi? e meno convincenti, la mattina di Pasquetta ne ? uscita fuori questa ricetta. Banane, fiocchi d’avena, farina e latte di mandorle, ingredienti sempre a portata di mano, per dei pancakes talmente semplici da essere buonissimi. Cos?, piuttosto che arrostire carne – che per due che non mangiano carne da cinque anni non risulta una prospettiva particolarmente allettante -, ci siamo dedicate allo scaldare olio di cocco su padelle ben calde e rigirare frittelle alla banana, sormontate da una buona dose di mirtilli e lamponi?(ecco, forse non propriamente di stagione, ma decisamente il nostro modo preferito di mangiarli…). Il risultato ? stato talmente apprezzato da far esclamare persino ad una consumatrice ossessivo-compulsiva di porridge con burro di mandorle che, ecco, questi potrebbero diventare una abituale variante per la colazione della domenica. Quanto al gusto, i pancakes risultano gi? piuttosto dolci grazie alla banana e all’aroma dato dalle mandorle usate in tutte le sue varianti (farina e latte), perci? potreste semplicemente desiderare di mangiarli cos?, “nature”, con dei frutti di bosco o fragole per aggiungere un po’ di freschezza, come la pi? piccola di noi. Qualora, invece, vi doveste sentire?un po’ pi? indulgenti, come la pi? grande di casa,?e avere a casa ancora un po’ di quello sciroppo d’acero arrivato direttamente dal Canada per grazia di amiche speciali, versate un goccino di sciroppo d’acero sui pancakes ancora caldi e godetevi una colazione deliziosamente dolce. (altro…)

Galette di segale con frutta estiva

IMG_1741

Uno dei dubbi esistenziali e delle scelte pi? difficili nella vita ? quella di eleggere un solo frutto estivo che possa essere il preferito. Se lo si chiedesse alla pi? piccola di noi in inverno, quella risponderebbe senza problemi le mele, ma solo quelle piccolissime e rosse. La pi? grande, invece, probabilmente dichiarerebbe di non amare particolarmente la frutta invernale. Il problema sorge quando arriva l’estate e con s? porta una ricchezza tale di frutta da competere con gli uomini pi? ricchi del pianeta: albicocche, ciliegie, fragole, pesche, frutti di bosco, fichi, prugne, susine e ancora tanti altri! Quando si tratta, dunque, di dover sceglierne uno solo, la cosa diventa seria. E?poich? avevamo voglia di una torta rustica, semplice e poco zuccherina e l’idea di una galette ci stuzzicava gi? da tempo (di quelle che, volendo, puoi servire con un po’ di creme fraiche o una pallina di gelato), quando abbiamo dovuto decidere con quale frutto farcirla, abbiamo deciso di usare tutti quelli a nostra disposizione. Sabato scorso, poi, abbiamo scovato al solito mercato, accanto ad una confezione?di more, due vaschette di tale?”uva giapponese“, una di quelle cose che solo il nome ti intriga e ti manda fuori di testa: i suddetti fruttini ricordano incredibilmente, per forma e per sapore, i lamponi e con l’uva hanno poco a vedere; in pi??ha, rispetto al cugino lampone, dimensioni pi? piccole e colori pi? scintillanti. Poi ci sono ancora le fragole che continuano a crescere imperterrite in quel minuscolo vasetto che sta appeso all’altrettanto minuscolo balcone della cucina, di quelle che se le tagli dentro, vedi solo rosso e neanche un filo di polpa ancora bianca e svegliarsi la mattina per vedere se sono cresciute ed affettarle nel solito e immancabile yogurt della colazione ? un piacere. Quanto alla pasta, era da un po’ che volevamo provare ad usare l’olio di cocco al posto del burro: l’esperimento ? riuscito davvero bene, l’olio di cocco in frigo si solidifica e diventa solido come mister?burro (se non di pi?) e insomma, farci una base per galette e crostate rustiche ? semplicissimo! Ultimo ma non ultimo, lo sciroppo d’acero nella frutta: funziona davvero bene ma, se volete aumentare le dosi (d’altronde, la pasta non ha zucchero) fate pure. Con queste dosi ne uscir? fuori una tortina abbastanza piccola, diciamo da 18cm di diametro…importantissimo ? non stendere la pasta troppo sottile – ma neanche lasciarla troppo alta -, ? vero che c’? della farina di mandorle sul fondo che assorbir? gran parte del liquido della frutta, ma non vogliamo mica che la pasta si inzuppi e diventi molliccia, eh. Detto questo, pensiamo di aver finito: buona galette! (altro…)

Banana bread di kamut ai mirtilli e lamponi

Di banana bread, qui, non ve ne abbiamo fatti mancare. Prima questo e questo al cioccolato, poi quello alle noci, che ha permesso alla pi? piccola di noi di riscoprirlo. Da allora ? stato amore. Incredibile come un dolce tanto snobbato possa poi diventare uno dei preferiti. Un dolce semplice, da prima colazione o da merenda, di quelli che non stancano mai e del quale se ne possono inventare mille varianti. Certo, ancora a sentir nominar le banane storcere il naso ? inevitabile, ma quando si tratta di banana bread, quella s? che ? un’altra cosa.

(altro…)

Cookies di orzo e avena con cioccolato bianco e mirtilli

Viste le temperature pi? fresche degli ultimi giorni vi proponiamo una ricettina per la quale vale davvero la pena accendere il forno. La tenevamo da parte da un po’, visto che qui in Sicilia, in realt?, il tempo ? tutt’altro che fresco e accendere il forno ? un po’ un’avventura. Ma si possono sopportare pochi minuti per infornare questi biscottoni. Sono i tipici cookies americani, forse diversi, forse pi? buoni. Li abbiamo voluti lasciare molto morbidi perch? i biscotti ci piacciono cos?, ma, volendo, con una cottura pi? prolungata risulterebbero pi? croccanti. Sono stati protagonisti di tante colazioni e merende e la farina d’avena e quella d’orzo danno una spinta in pi? a questi biscotti che gi? son buoni di loro. Vi lasciamo dunque, per ora, cos?. Un biscotto da pucciare nel latte prima di partire per le vacanze, con la promessa di tornare qui magari un po’ prima. Sulla meta ancora non proferiamo parola, abbiamo gi? una lista di posti da vedere, cibi da mangiare e nuovi e speziati biscotti da proporre qui sul blog.

(altro…)

Gelato ai frutti di bosco e cr?me fra?che

Con ancora tanta stanchezza addosso possiamo tirare le somme su quello che quest’anno, scolastico e lavorativo, ? stato per noi. ? stato sicuramente un anno impegnativo, un anno di risalita e di rapporti solidificati. L’abbiamo affrontato con tutta l’energia, lo spirito e la forza di volont? necessari e, sebbene stanche e affaticate, possiamo dirci soddisfatte. Soddisfatte di avercela fatta e di aver raggiunto il nostro obiettivo. E migliore conclusione di questo percorso non poteva essere la messa in scena dello spettacolo che la pi? piccola di noi ha preparato durante l’anno. Un’attivit? che l’ha messa alla prova, ha fatto in modo che lei stessa potesse mettersi in gioco, scoprire nuove parti di s? e vincere paure. L’emozione di salire su un palco, sapere di essere di fronte tante persone ma non curarsene, estraniarsi dalla dimensione esterna e vivere a pieno quel momento, come se fosse reale, perch? lo ?. Ci sar? modo di parlarne meglio nei prossimi post, dopo l’ultima rappresentazione, quella pi? importante, di fronte amici e parenti, di fronte coloro che si conoscono da una vita e quelli che si conoscono da poche settimane e, nel frattempo, visto l’eccessivo caldo, vi offriamo un gelato per iniziare al meglio questa estate.

 

Ingredienti:
300g di cr?me fra?che
180g di latte
110g di zucchero di canna
65g di fragole
65g di lamponi
65g di more
65g di mirtilli
2 cucchiaini di farina di semi di carruba
1 cucchiaio di succo di limone
qualche fogliolina di menta fresca

 

Procedimento:
Frulla la frutta con il succo di limone, le foglioline di menta e lo zucchero. Tieni in frigo per almeno due ore. Trascorso questo tempo unisci la cr?me fra?che e il latte freddi e la farina di semi di carrube e amalgama bene al composto di frutta. Trasferisci nella gelatiera per 30 minuti. Se non hai la gelatiera trasferisci il composto in un contenitore largo, metti in frigo e mescola ogni ora finch? il gelato avr? raggiunto la consistenza desiderata.

Insalata di mirtilli, noci e chevre tiepido con senape di digione

Abbiamo deciso di dare il benvenuto alla primavera cos?, accogliendola a braccia aperte, con una coloratissima insalata che si diverte a unire insieme dolce e salato. Con la bella stagione si ? soliti ricercare qualcosa di pi? semplice e leggero, ma che sia ugualmente nutriente. Questa, per noi, ? la ricetta perfetta e ci ricorda le meravigliose insalate allo chevre chaud consumate a pi? non posso durante il nostro soggiorno in Provenza. Non ? la versione originale, ma a noi ? piaciuto reinventarla cos?.



Ingredienti per 4 persone:
150g di insalata mista (tipo misticanza)
240g di buche de chevre
4 fette di pane di segale
50g di mirtilli
8 noci
3 cucchiaini di abbamele o altro miele
2 cucchiaini di senape di digione
2 cucchiai di olio
il succo di mezzo limone
fiori eduli per decorare
sale e pepe nero macinati al momento

Procedimento:
Prepara il condimento mescolando insieme l’olio, la senape e il limone (aggiungine di pi? se la preferisci pi? liquida o aggiungi altro olio). Sguscia le noci e mettile da parte. Lava bene l’insalata, affetta molto finemente i ravanelli e distribuisci nei piatti. Aggiungi anche le noci e i mirtilli, condisci con la vinagrette e macina il sale e il pepe. A questo punto taglia in due le fette di pane di segale -se sono lunghe, altrimenti usane 8 di quelle piccole- e tostale in padella. Distribuiscile sui piatti e scalda il formaggio, tagliato in 8 fette, sulla padella e poi adagiale sul pane. Condisci il formaggio con il miele e servi ancora tiepida.

Con questa ricetta partecipiamo alla raccolta La primavera in tavola

Confettura di mirtilli neri e menta

Preparare confetture ? una delle cose che ci piace di pi?. Mettere sottovuoto emozioni, sentimenti, paure. Abbiamo quindi preparato una confettura con quelli che sono, insieme ai lamponi, i nostri frutti di bosco preferiti, cercando di esaltarne il pi? possibile il sapore. ? bello sapere che, dopo una giornata decisamente sconfortante, puoi aprire un vasetto colmo d’amore, che non ti tradir? mai.

Ingredienti:
500g di mirtilli neri
130g di zucchero di canna integrale dulcita
10 foglioline di menta
il succo di mezzo limone



Procedimento:
Poni in una casseruola i mirtilli con lo zucchero e il limone e lascia cuocere dolcemente per circa 10-15 minuti. A questo punto metti le foglioline di menta e lascia cuocere altri cinque minuti. Trasferisci la confettura ancora liquida (quando raffredder? si addenser?) nei barattoli precedentemente sterilizzati, chiudi bene e lascia riposare i barattoli capovolti affinch? si crei il sottovuoto.

Crumble di mele, more e mirtilli

Un amore sbocciato tardi, quasi per caso. Nato per terminare con una nota dolce la cena, ? venuto fuori questo crumble. Avevamo bisogno di qualcosa di semplice, veloce e allo stesso tempo cos? irresistibile e confortante per poter concludere la nostra giornata. Questo crumble ? stato una nuova e decisamente piacevole scoperta per la pi? piccola di noi che, al contrario della pi? grande, non l’aveva mai particolarmente amato. Ecco quindi la nostra ricetta, per non dimenticarlo e poterlo amare per sempre.



Ingredienti:
Per la composta di frutta:
270g di mele, sbucciate e detorsolate
100g di mirtilli
50g di more
1 o 2 cucchiai di zucchero di canna
il succo di 1/2 limone
la scorza grattugiata di un limone


Per il crumble:
40g di fiocchi d’avena
20g di farina
30g di zucchero di canna
20g di burro
1/2 cucchiaino di cannella

gelato alla vaniglia, per servire

Preriscaldare il forno a 200?C. Tagliare a tocchetti le mele e metterle in una ciotola con i mirtilli, le more, lo zucchero e la scorza e il succo del limone e mescolare bene. Nel frattempo preparare il crumble impastando con la punta delle dita tutti gli ingredienti necessari, fino ad ottenere un impasto che somiglia a delle briciole. Trasferire la frutta in una teglia rettangolare di 20x16cm e coprire con le briciole. Infornare per circa 35 minuti o finch? si sar? formata la crosticina. Servire ancora tiepido, accompagnandolo con del gelato alla vaniglia o panna.

Pancakes con sciroppo d’acero e frutti di bosco

IMG_3057Questo, in realt?, ? il primo post che abbiamo scritto e che avremmo voluto pubblicare e che era, ormai, rimasto seppellito sotto una sfilza di altri post. L’occasione di poter preparare i pancakes ci si ? presentata ieri, durante il nostro “rituale” del sabato mattina, il mercato bio, quando, girando per i vari stand e fermandoci dal nostro affezionato Benedetto de “L’Orto di Nonno Nino” abbiamo visto sbucare tra la frutta e la verdura tre bellissime, rossissime e colme vaschette di fragole… E tra l’euforia decisamente poco contenuta della pi? piccola di noi, non abbiamo potuto fare a meno che acquistarle tutte e tre. I lamponi e i mirtilli, poi, sono stati frutto di un’intensa mattinata mirata proprio a trovarli. Quindi…Quale modo migliore per iniziare la giornata se non fare colazione con i pancakes appena fatti, ancora caldi, con tanto sciroppo d’acero e frutta fresca (specie se frutti di bosco, dei quali andiamo ghiotte)?

Ingredienti:
100g di farina?Molino Rossetto
1 cucchiaio di zucchero di canna
180ml di latte
1 uovo (tuorlo e albume separati)
1 pizzico di sale rosa dell’himalaya
2 cucchiaini di lievito per dolci

burro per ungere la padella
sciroppo d’acero
fragole, mirtilli e lamponi

Procedimento:
Separare il tuorlo dall’albume montare a neve con un pizzico di sale quest’ultimo. Nel frattempo sbattere il tuorlo con il latte e, successivamente, unire la farina, il lievito e lo zucchero continuando a mescolare. Unire gli albumi montati a neve e, con l’aiuto di una spatola, incorporare dall’alto verso il basso fino ad ottenere un composto omogeneo. Coprire con della pellicola e lasciar riposare in frigo per 30 minuti.
Scaldare una padella antiaderente, ungerla con poco burro aiutandosi a distribuirlo con un tovagliolino di carta e procedere alla cottura dei pancakes versando un mestolo del composto.
Appena i pancakes cominceranno a fare delle bollicine in superficie, girare e cuocere per pochi secondi dall’altro lato. Continuare cos? fino alla fine del composto.
Servire con sciroppo d’acero e frutti di bosco.