Browsing Tag

lamponi

Smoothie adattogeno di ciliegie, barbabietola e lamponi // Cherry, raspberry and beet adaptogenic smoothie

WECK Droit 290ml – MCM Emballages

(English recipe follows) Era da un po’ che volevamo scrivere questo post: un post nel quale vi raccontassimo nel dettaglio del nostro libro, di quello che troverete al suo interno, quando potrete finalmente acquistarlo e molto altro. Quindi, iniziamo dalla cosa fondamentale: la data di uscita. Sappiamo di avervi dato, in questi mesi, delle date un po’ vaghe e non ben definite, dicendo una volta “giugno” e l’altra “luglio”, ma ora è ufficiale: il libro sarà preordinabile dal sito della casa editrice, Eifis, dal 28 Agosto (se volete già mettere le mani avanti e avere la vostra copia, cliccate qui) e in libreria dal 7 Settembre. Sappiamo che, rispetto ai tempi che avevamo indicato, risulta un po’ “in ritardo”, ma possiamo assicurarvi che, visto il successivo piccolo blog tour per promuovere il libro che sarebbe comunque avvenuto a Settembre, questa è stata la scelta migliore.

Per quanto riguarda il contenuto, all’interno del libro troverete 100 ricette vegane e senza soia, per sfatare il mito che chi decide di avere un’alimentazione a base vegetale si nutra soltanto di questa. 92 di queste sono interamente senza glutine (con una sezione dedicata ai dolci non soltanto senza uova e lattosio ma anche gluten free) e le restanti 8, invece, sono dedicate al nostro adorato lievito madre e realizzate, di conseguenza, con farina di farro. Troverete una divisione un po’ “stravagante” che speriamo non confondervi troppo e che possa farvi realmente entrare nella nostra dimensione e nella nostra cucina: il libro infatti non è suddiviso in pasti o stagioni ma, piuttosto, in ingredienti che amiamo, in sensazioni che ci comunica il cibo, in momenti della giornata o in “categorie” di cibo. In tutto, si tratta della bellezza di 12 capitoli.

Cosa troverete al suo interno? Beh, possiamo dirvi che siamo particolarmente soddisfatte dei nostri Croissant all’olio di cocco, dei Waffles di patate dolci e lenticchie rosse, del Paté di dulse e girasole e dei Cupcakes al cioccolato con ganache all’avocado. Troverete anche alcune delle ricette più apprezzate del nostro blog, come questa Crema spalmabile di verdure grigliate che potete preparare in questi mesi, mentre aspettate l’uscita del libro. Ah, il nome? Naturalmente Buono, che domande!

Quanto allo smoothie che vi proponiamo oggi, invece, ci riallacciamo a quel bisogno di nutrici di cose fresche e leggere di cui parliamo ultimamente nei nostri post: con il caldo estivo, sebbene la fame, per noi, non diminuisca, il bisogno di cibo fresco e il consumo ancora più aumentato del solito di frutta e verdura aumenta.
Perché adattogeno? Perché abbiamo utilizzato due superfoods, in questo caso maca e ashwagandha, noti per le loro proprietà adattogene, ovvero la capacità di permettere al corpo di adattarsi alle situazioni di stress o di sforzo psicofisico e di supportarlo. Personalmente, abbiamo notato come proprio questi due in particolare siano fondamentali per noi e per i nostri bisogni e fungano quasi da “calmanti”quando il nostro corpo ci manda segnali di stanchezza/stress. Per il resto, le ciliegie, di cui per ora, essendo di stagione, facciamo grandi scorpacciate, non potevano proprio mancare. Abbiamo aggiunto della barbabietola, sfruttando così della verdura dal naturale sapore dolce, e dei lamponi perché il tutto non virasse troppo ad una dolcezza stucchevole e aggiungessero un tocco di acidità tale da esaltare gli altri sapori. (altro…)

Pancakes di banana e avena

IMG_3797

Se due settimane fa la nostra cucina era un continuo “impolpettare”, quella appena appena passata ? trascorsa tra frittelle e crepes, di qualsiasi genere, dolci e salate, dalle pi? semplici alle pi? elaborate. Ne abbiamo mangiate talmente tante (e anche, sinceramente, davvero buone) da, per?, stancarcene al punto tale di aver deciso di metter da parte il capitolo per un po’ di tempo. E in questo continuo sperimentare, tra prove pi? e meno convincenti, la mattina di Pasquetta ne ? uscita fuori questa ricetta. Banane, fiocchi d’avena, farina e latte di mandorle, ingredienti sempre a portata di mano, per dei pancakes talmente semplici da essere buonissimi. Cos?, piuttosto che arrostire carne – che per due che non mangiano carne da cinque anni non risulta una prospettiva particolarmente allettante -, ci siamo dedicate allo scaldare olio di cocco su padelle ben calde e rigirare frittelle alla banana, sormontate da una buona dose di mirtilli e lamponi?(ecco, forse non propriamente di stagione, ma decisamente il nostro modo preferito di mangiarli…). Il risultato ? stato talmente apprezzato da far esclamare persino ad una consumatrice ossessivo-compulsiva di porridge con burro di mandorle che, ecco, questi potrebbero diventare una abituale variante per la colazione della domenica. Quanto al gusto, i pancakes risultano gi? piuttosto dolci grazie alla banana e all’aroma dato dalle mandorle usate in tutte le sue varianti (farina e latte), perci? potreste semplicemente desiderare di mangiarli cos?, “nature”, con dei frutti di bosco o fragole per aggiungere un po’ di freschezza, come la pi? piccola di noi. Qualora, invece, vi doveste sentire?un po’ pi? indulgenti, come la pi? grande di casa,?e avere a casa ancora un po’ di quello sciroppo d’acero arrivato direttamente dal Canada per grazia di amiche speciali, versate un goccino di sciroppo d’acero sui pancakes ancora caldi e godetevi una colazione deliziosamente dolce. (altro…)

Amburgo e un’insalata di spinaci e avocado con dressing ai lamponi e balsamico

IMG_5830

Due anni fa abbiamo lasciato il nostro cuore in Germania, precisamente ad Amburgo. Chi ci segue da tempo forse ricorda vagamente quel viaggio e quelle prime timide foto che iniziavano a comparire sul blog. E quando ce ne siamo andate dopo quella prima vacanza, non abbiamo fatto altro che rimanere in uno stato mentale perennemente proiettato a quella citt?. L’abbiamo lasciata con il sogno di un paio di uova strapazzate per colazione e con la promessa di ritornare nel pi? breve tempo possibile. Ce ne siamo innamorate tanto da immaginare persino come sarebbe potuto essere un utopico – ma forse non poi cos? tanto – futuro l?. Con Amburgo nel cuore, quest’anno, siamo finalmente ritornate in un posto che ci sentiamo di poter chiamare quasi casa. Immerse cos? tanto in quella piccola vita fatta di abitudini quotidiane che ci eravamo costruite due anni prima, siamo tornate sui nostri passi, nello stesso quartiere – e se avessimo potuto, anche nella stessa casa – e con gli stessi “punti cardine” ai quali fare riferimento. Il supermercato dove rifornirci, la metropolitana pi? vicina, posti che necessitavano di essere visti di nuovo perch? gli occhi ci confermassero che non si trattasse pi? di uno stato mentale, quanto di uno stato fisico. (altro…)

Tartelette chocolat framboise (vegan)

Ci sono cose che a parole non si possono dire. Ci sono cose che solo un dolce pu? esprimere. Solo questo. Frolla, cioccolato, lamponi. Per te, per il tuo compleanno. Perch? ogni singolo elemento di questi ti piace da impazzire, e allora l’ho racchiuso in una tartelette, insieme al mio amore. Niente pi? parole, perch? non ce ne sono abbastanza. Buon compleanno mamma. (altro…)

Banana bread di kamut ai mirtilli e lamponi

Di banana bread, qui, non ve ne abbiamo fatti mancare. Prima questo e questo al cioccolato, poi quello alle noci, che ha permesso alla pi? piccola di noi di riscoprirlo. Da allora ? stato amore. Incredibile come un dolce tanto snobbato possa poi diventare uno dei preferiti. Un dolce semplice, da prima colazione o da merenda, di quelli che non stancano mai e del quale se ne possono inventare mille varianti. Certo, ancora a sentir nominar le banane storcere il naso ? inevitabile, ma quando si tratta di banana bread, quella s? che ? un’altra cosa.

(altro…)

Gelato ai frutti di bosco e cr?me fra?che

Con ancora tanta stanchezza addosso possiamo tirare le somme su quello che quest’anno, scolastico e lavorativo, ? stato per noi. ? stato sicuramente un anno impegnativo, un anno di risalita e di rapporti solidificati. L’abbiamo affrontato con tutta l’energia, lo spirito e la forza di volont? necessari e, sebbene stanche e affaticate, possiamo dirci soddisfatte. Soddisfatte di avercela fatta e di aver raggiunto il nostro obiettivo. E migliore conclusione di questo percorso non poteva essere la messa in scena dello spettacolo che la pi? piccola di noi ha preparato durante l’anno. Un’attivit? che l’ha messa alla prova, ha fatto in modo che lei stessa potesse mettersi in gioco, scoprire nuove parti di s? e vincere paure. L’emozione di salire su un palco, sapere di essere di fronte tante persone ma non curarsene, estraniarsi dalla dimensione esterna e vivere a pieno quel momento, come se fosse reale, perch? lo ?. Ci sar? modo di parlarne meglio nei prossimi post, dopo l’ultima rappresentazione, quella pi? importante, di fronte amici e parenti, di fronte coloro che si conoscono da una vita e quelli che si conoscono da poche settimane e, nel frattempo, visto l’eccessivo caldo, vi offriamo un gelato per iniziare al meglio questa estate.

 

Ingredienti:
300g di cr?me fra?che
180g di latte
110g di zucchero di canna
65g di fragole
65g di lamponi
65g di more
65g di mirtilli
2 cucchiaini di farina di semi di carruba
1 cucchiaio di succo di limone
qualche fogliolina di menta fresca

 

Procedimento:
Frulla la frutta con il succo di limone, le foglioline di menta e lo zucchero. Tieni in frigo per almeno due ore. Trascorso questo tempo unisci la cr?me fra?che e il latte freddi e la farina di semi di carrube e amalgama bene al composto di frutta. Trasferisci nella gelatiera per 30 minuti. Se non hai la gelatiera trasferisci il composto in un contenitore largo, metti in frigo e mescola ogni ora finch? il gelato avr? raggiunto la consistenza desiderata.

Raspberry bakewell cake

Le parole che ci avete regalato in questi giorni ci hanno emozionate, commosse. Ci hanno fatto riflettere su quanto questo blog sia stato effettivamente importante e su quanto tutte voi siate delle persone splendide. La torta che avevamo pensato di proporre per il compleanno del blog era questa, proprio perch? accontenta tutte: le amiche che adorano le mandorle nei dolci, quelle celiache, le amiche dei lamponi. Ci rappresenta, ? semplice, senza troppe pretese, eppure ? proprio la sua semplicit? e il suo essere genuinamente buona che riesce a sorprendere. Poi ? caduta una barbabietola nell’impasto, il cioccolato ci ha annebbiato i sensi e il resto lo conoscete gi?.
Questa torta ? buona, leggera ma nutriente quanto basta, sentire le mandorle tritate sotto i denti ? la parte che preferiamo e l’acidit? dei lamponi si sposa perfettamente con la dolcezza delle mandorle.
La ricetta l’abbiamo trovata sul sito della BBC, decidendo semplicemente di deglutinarla sostituendo la farina 00 con quella di grano saraceno, che la rende pi? rustica e crea un meraviglioso contrasto di sapori con le mandorle e i lamponi. Quindi eccola, la nostra prima torta del compleanno, ve la offriamo senza pretese ma con tanto affetto per ringraziarvi ancora.



Ingredienti (da una ricetta della BBC):
140g di farina di grano saraceno
140g di farina di mandorle
140g di zucchero semolato
140g di burro
200g di lamponi
2 uova
7g di cremor tartaro
2 cucchiai di scaglie di mandorle

zucchero a velo

Procedimento:
Preriscalda il forno a 180?C. Sbatti a crema il burro con lo zucchero. Aggiungi le uova, una alla volta, aiutandoti ad incorporarle con qualche cucchiaio di farina. Aggiungi poi il resto della farina, la farina di mandorle e il lievito. Imburra e infarina o copri di carta forno uno stampo a cerniera da 20cm di diametro. Versa met? del composto, distribuisci i lamponi e copri con l’impasto restante. Distribuisci infine le scaglie di mandorle e inforna per 45-50 minuti. Sforna e lascia raffreddare. Spolvera con zucchero a velo.

Pancakes con sciroppo d’acero e frutti di bosco

IMG_3057Questo, in realt?, ? il primo post che abbiamo scritto e che avremmo voluto pubblicare e che era, ormai, rimasto seppellito sotto una sfilza di altri post. L’occasione di poter preparare i pancakes ci si ? presentata ieri, durante il nostro “rituale” del sabato mattina, il mercato bio, quando, girando per i vari stand e fermandoci dal nostro affezionato Benedetto de “L’Orto di Nonno Nino” abbiamo visto sbucare tra la frutta e la verdura tre bellissime, rossissime e colme vaschette di fragole… E tra l’euforia decisamente poco contenuta della pi? piccola di noi, non abbiamo potuto fare a meno che acquistarle tutte e tre. I lamponi e i mirtilli, poi, sono stati frutto di un’intensa mattinata mirata proprio a trovarli. Quindi…Quale modo migliore per iniziare la giornata se non fare colazione con i pancakes appena fatti, ancora caldi, con tanto sciroppo d’acero e frutta fresca (specie se frutti di bosco, dei quali andiamo ghiotte)?

Ingredienti:
100g di farina?Molino Rossetto
1 cucchiaio di zucchero di canna
180ml di latte
1 uovo (tuorlo e albume separati)
1 pizzico di sale rosa dell’himalaya
2 cucchiaini di lievito per dolci

burro per ungere la padella
sciroppo d’acero
fragole, mirtilli e lamponi

Procedimento:
Separare il tuorlo dall’albume montare a neve con un pizzico di sale quest’ultimo. Nel frattempo sbattere il tuorlo con il latte e, successivamente, unire la farina, il lievito e lo zucchero continuando a mescolare. Unire gli albumi montati a neve e, con l’aiuto di una spatola, incorporare dall’alto verso il basso fino ad ottenere un composto omogeneo. Coprire con della pellicola e lasciar riposare in frigo per 30 minuti.
Scaldare una padella antiaderente, ungerla con poco burro aiutandosi a distribuirlo con un tovagliolino di carta e procedere alla cottura dei pancakes versando un mestolo del composto.
Appena i pancakes cominceranno a fare delle bollicine in superficie, girare e cuocere per pochi secondi dall’altro lato. Continuare cos? fino alla fine del composto.
Servire con sciroppo d’acero e frutti di bosco.