Browsing Tag

finocchio

Insalata con radicchio, noci e mandarini + Josh Rosebrook by GreenSoulCosmetics

La settimana scorsa vi ho parlato di alcuni fai prodotti Josh Rosebrook che trovate su GreenSoulCosmetics di cui mi sono follemente innamorata e che hanno iniziato ad avere un ruolo fondamentale nella mia skincare routine.

Ormai lo ripeto spesso, ma per me prendermi cura di me stessa in tutte le più svariate forme è veramente un modo per bilanciare tutto nella vita. Sono profondamente convinta che per essere sani non si debba soltanto mangiare “pulito” e fare tanta attività fisica, ma sia necessario anche e soprattutto una situazione psicologica bilanciata.

Praticare attività che gratifichino, guardarsi allo specchio e dirsi “ti voglio bene”, sono tutte piccole cose che, per quanto mi riguarda, mi permettono ogni giorno di crescere, stare meglio, diventare una persona migliore.

Non c’è niente come lavarsi il viso dopo una giornata pesante, massaggiare sul viso il proprio olio preferito e spegnere un attimo la testa. E per tutto questo, per quanto mi riguarda, scegliere prodotti green, a base di ingredienti semplici e naturali, è fondamentale. E Josh Rosebrook, quando parliamo di cosmetici green, è uno dei “pionieri”.

(altro…)

Estratto di finocchio, sedano e zenzero // Fennel, celery and ginger juice

This post was made in partnership with Panasonic

L’anno nuovo inizia sempre con i migliori propositi: mangiare sano, andare in palestra, essere meno nervosi, leggere di più e oziare meno, fare possibilmente più cose che ci piacciono e meno che non. Personalmente, i nostri sono quelli di star bene su tutto e portare a termine almeno tante cose belle quanto quelle che abbiamo avuto l’opportunità di vivere l’anno scorso.

Dopo però l’indulgenza delle feste e in vista degli incombenti fritti di capodanno, qualcosa di detox e purificante era obbligatoria. Crediamo in generale che, adottando una dieta sana per il 98%, non ci sia bisogno di intraprendere diete (intese come percorso mirato alla perdita di peso) per la maggior parte dei casi, ma questo non significa che un periodo di leggerezza per lo stomaco, con lo scopo di ripristinare la propria digestione e, magari, sistemare piccoli problemi di salute, non possa essere necessario. Negli ultimi mesi abbiamo lavorato noi stesse sulla nostra dieta proprio per motivi simili (migliorare problemi di salute e la nostra digestione), stravolto la nostra alimentazione al fine di poter stare meglio e possiamo dire di star raggiungendo la meta che ci eravamo presupposte.

Ed è per questo che, in collaborazione con Panasonic, abbiamo pensato ad una ricetta che potesse andar bene un po’ per tutti gli “stili” alimentari, che fosse super sana e che potesse essere d’aiuto per disintossicare l’organismo (insieme ad una dieta sana e bilanciata, si intende!), preparata con lo slow juicer.

Si tratta di un estratto di sole verdure a base di finocchio, sedano e zenzero. Qualcuno potrà chiedersi: perché niente frutta? Perché non aggiungere un po’ di mela, pera o arancia? La verità è che crediamo che gli estratti siano efficaci e soprattutto sani se basati esclusivamente su verdura (possibilmente a basso indice glicemico e quindi evitando carote e barbabietole). Gli estratti con grandi quantità di frutta, infatti, hanno un alto indice glicemico e apportano gli stessi zuccheri che magari potrebbero fornire 3 o 4 mele, senza il vantaggio però delle fibre che aiutano a sentirsi sazi e a regolare il picco glicemico. Si tratta sempre di frutta e non di merendine confezionate, vero, ma un eccesso di zuccheri non è mai una cosa positiva, neanche quando si tratta di “zuccheri naturali”.

Perché però fosse bevibile e non avesse un sapore terribile, abbiamo combinato sedano e finocchio, due verdure dal gusto fresco e piacevole e grandi alleate di qualsiasi detox per le loro proprietà digestive e drenanti, insieme ad un pizzico di zenzero e limone perché è pur sempre periodo di influenze (e anche perché il loro sapore è semplicemente delizioso!). Ne è venuto fuori un estratto estremamente sano e buono che abbiamo davvero adorato. Provate a berlo tutte le mattine, prima di ogni altra cosa, per almeno una settimana (o magari due) e vedrete come la vostra pelle risulterà più chiara e la vostra digestione migliorata!

Ultimo ma non di ultima importanza, su instagram abbiamo indetto un giveaway perché anche uno di voi potesse beneficiare di un estrattore. Trovate alla fine del post il vincitore! (altro…)

Vellutata di finocchi e miso con lenticchie al limone // Miso fennel soup with lemony lentils

Vi è mai capitato di essere talmente ossessionati da una ricetta da prepararla e mangiarla almeno una volta al giorno? A noi sì, e anche piuttosto spesso. È successo, per esempio, nel caso di questa insalata o di questo hummus, e adesso tocca alla nostra nuova zuppa preferita.

In questi giorni di insolito e decisamente poco simpatico freddo (percepita 4 gradi, a Palermo, per una settimana è un evento davvero raro), tutto ciò di cui abbiamo sentito il bisogno è stato cibo caldo e confortante, perciò pasti come porridge fumanti, tea e infusi bollenti, cioccolate calde con mille superfood dentro, verdure arrosto e zuppe o vellutate che potessero alleviare un po’ il gelo esterno sono stati i benvenuti.

La vellutata di cui vi parliamo oggi è un’altra delle meraviglie preparate dalle sapienti mani di Susanna al corso tenuto a Milano quasi un mese fa. È cremosa, ricca grazie al latte di cocco e fa bene al pancino grazie a tutti i probiotici del miso (ecco, qualora stesse cercando ancora un paio di ricettine per riprendervi da tutto il pandoro mangiato a Natale e Capodanno, questa fra proprio al caso vostro).

La ricetta, poi, è così semplice e davvero poco “impegnativa” (non dovrete stare nemmeno a soffriggere o mescolare, basta dimenticarvi le verdure in forno per una mezzoretta, poi una frullatina e via!) che conquisterà anche il più pigro in cucina. La dolcezza del finocchio arrosto e del latte di cocco – che, inoltre, conferisce cremosità senza bisogno di aggiungere ingredienti come panna o patate – si sposa perfettamente con il gusto agre e pungente del miso. Aggiungete poi un pezzetto di zenzero e, oltre ad avere una pietanza nutrizionalmente fantastica per la quale il vostro stomaco vi ringrazierà di certo, renderete tutto ancora più equilibrato.

Tornate da Milano, quindi, non abbiamo fatto altro che frullare in continuazione finocchi arrosto e, per renderla un pasto leggero ma completo, aggiunto un paio di cucchiai di lenticchie beluga al limone (e, volendo, anche una fetta di pane di farro integrale di pasta madre), ma sono totalmente opzionali. Al contrario, se lo avete per le mani, vi consigliamo caldamente di aggiungere qualche ciuffetto di aneto e, magari, per un po’ di croccantezza, un misto di semi come canapa e girasole (ma anche zucca e sesamo nero!). (altro…)

Smoothie di spinaci, finocchio e maca

IMG_2029

Questa estate, in un momento di euforia, abbiamo deciso che fosse pi? che necessario ed improrogabile l’acquisto di un frullatore. Perch? insomma, che non avessimo un frullatore era proprio inammissibile. Ed allora eccoci l? a sceglierlo, prestando attenzione, con occhi frivoli, pi? al suo immacolato color bianco panna che alle innumerevoli funzioni – ecco, perch? sinceramente il tritaghiaccio non ? una di quelle cose che utilizziamo all’ordine del giorno…-. Abbiamo imparato, dunque, che l’acquisto di un frullatore non ? indispensabile al ciclo vitale, ma sicuramente mettere insieme spinaci, finocchio, mela e burro di cocco lo rende molto pi? piacevole: e giusto per non dimenticarci che ? importante assumere ogni giorno una buona dose di frutta e verdura- ?e, soprattutto, una porzione di verdura a foglia verde – e ancora per continuare la scia del cibo sano (che poi quello, qui, non manca mai) e disintossicante post feste natalizie, abbiamo pensato oggi ad un modo semplice, buono e alternativo per assumere pi? facilmente?le proprie porzioni di frutta e verdura includendo uno dei “superfood” pi? stabili nella nostra cucina. Per chiunque non sappia di cosa di tratta o per chi abbia creduto che quello nel titolo fosse un errore di battitura, la radice di maca ? anche detta “ginseng peruviano” ed ? conosciuta per le sue propriet? energizzanti. Si crede abbia propriet? afrodisiache e, in caso di menopausa, aiuta a combattere le vampate di calore. Ma, soprattutto, la maca ? un adattogeno, il che significa che risponde ai bisogni della persona stessa che la assume e aiuta a stabilire e a mantenere equilibrio nell’organismo umano. Il suo sapore ? molto particolare, diremmo che ricorda vagamente il caramello, decisamente pi? piacevole di quello della spirulina, della quale vi parlavamo qui. Quindi insomma, qualora foste nuovi – ma curiosi! – a questo mondo di superfoods in polvere dai nomi strani ed esotici (e ci sono ancora a?ai, maqui, baobab, lucuma, moringa…),?perch? non partire da qui? (altro…)