Browsing Tag

finocchietto

Flatbread di mandorle con paté di finocchietto, asparagi e fave // Grain free almond flatbread with spring veggies (Paleo friendly; Vegan)

Questo post è stato creato in collaborazione con Bosco Ficuzza Bio

Lo diciamo da sempre e, se ci seguite sin dai primi albori del blog, potrete confermarlo: non c’è niente che ci piaccia tanto quanto il farmers’ market della nostra città tenuto dai produttori locali e biologici. Ogni sabato postiamo nelle nostre storie di instagram il giallo dei limoni siciliani, il rosso sgargiante delle prime fragole, il verde brillante degli spinaci. Sono poche le cose che ci rendono così contente come l’appuntamento fisso che abbiamo ogni fine settimana con il mercato.

Una delle aziende agricole (se non LA) delle quali ci fidiamo di più e ci riforniamo maggiormente, è sicuramente quella di Bosco Ficuzza. È da loro, infatti, che troviamo sempre le verdure più fresche e saporite, le meline più buone e gli asparagi migliori di tutti. Inoltre, fornendoci da loro da ormai più di 7 anni e avendo instaurato un reciproco rapporto di fiducia e stima, riusciamo sempre a recuperare le primizie di stagione: il ché (e se scrivete di cibo per lavoro lo sapete bene) è un grande vantaggio quando si tratta di preparare ricette a base di carciofi quando, di questi, non se ne vede ancora l’ombra e non si ha voglia di ripiegare su quelli che vengono da chissà da dove.

Quando, perciò, ci hanno detto di aver lanciato il loro nuovissimo sito con tanto di e-commerce (spediscono in tutta la Sicilia verdure fresche e biologiche e in tutta italia prodotti bio e di qualità come paté e olio d’oliva) e ci hanno chiesto se ci andasse di preparare qualcosa con i loro prodotti, la risposta non poteva che essere sì! Sapete bene quanto, da queste parti, ci preoccupiamo di seguire sempre la nostra etica e parlare solo di prodotti che compreremmo e che ci piacciono realmente: essendo loro affezionatissime clienti da ormai tanto tempo, crediamo che davvero i loro prodotti siano di altissima qualità e che non possiate assolutamente perderveli.

Con il loro paté di finocchietto, gli asparagi e le fave fresche (praticamente, il benvenuto alla primavera sotto forma di verdure!) abbiamo preparato quella che è una via di mezzo fra una pizza e una torta salata e che ci siamo limitate a definire “flatbread“. La base di farina di mandorle e poco arrowroot è croccantissima e grain free, perfetta per accogliere quell’infinità di verdure che abbiamo usato per condirla. Persino il nostro uomo di casa, che storce il naso quando sente parlare di mandorle nelle pietanze salate, non ha potuto esimersi dall’esclamare quanto fosse buona e che ne avrebbe volentieri mangiata ancora!

Flatbread di mandorle con paté di finocchietto, asparagi e fave

I nostri amici di Bosco Ficuzza azienda agricola biologica hanno lanciato da poco il loro nuovo sito, tramite il quale potrete acquistare verdure fresche e biologiche in tutta la sicilia e prodotti di qualità (sempre bio) come paté e olio d'oliva in tutta Italia! Curiosi di scoprire cosa abbiamo preparato con i loro prodotti? Date un'occhiata al video…la ricetta completa è qui sul nostro sito: https://bit.ly/2unqLXy

Pubblicato da Naturalmente buono su lunedì 26 marzo 2018

(altro…)

Bucatini con le sarde

Sono giorni felici questi, giorni fatti di piccole briciole. E tante briciole insieme danno vita a del pane. Oggi abbiamo deciso di distaccarci da quella cucina un po’ francese che adoriamo e che prediligiamo a casa, a favore di un piatto tradizionale della citt? in cui viviamo. La pasta con le sarde ? uno dei piatti pi? tipici della nostra terra, e riunisce tutti quei sapori e odori della Sicilia. Il pesce con l’uvetta e i pinoli, salato e dolce, una di quelle combinazioni un po’ arabe che non mancano mai nella cucina siciliana. ? un piatto povero ma incredibilmente ricco di gusto e contrasti. Cos? la faceva la nonna, cos? la fa la mamma e cos? continuer? a farla la pi? piccina. ? buona e anche pi? delicata con le alici, ma con le sarde ? ugualmente buonissima.

Girovagando su internet per conoscere la storia di questo piatto abbiamo scoperto che ? stato proprio inventato da un cuoco arabo che, per sfamare la popolazione, mise insieme tutti questi ingredienti creando un primo che ormai rappresenta Palermo.



Ingredienti per 4 persone:
280g di bucatini n?14
300g di sarde gi? pulite (o alici)
300g di finocchietto pulito
1 cipollotto
2 bustine di zafferano
20g di pinoli
20g di uvetta nera
5 cucchiai di olio d’oliva
sale e pepe



Procedimento:
Metti ammollo l’uvetta in un po’ d’acqua e lava il pesce. Sbollenta per circa 10 minuti il finocchietto, poi taglialo finemente e mettilo da parte. Cuoci i bucatini nella stessa acqua di cottura del finocchietto. Nel frattempo, scalda 3 cucchiai di olio in una padella antiaderente con il cipollotto tagliato a rondelle, aggiungi due sarde, pestale con un cucchiaio di legno e lascia insaporire per circa 2 minuti a fiamma lenta aggiungendo l’uvetta sgocciolata e i pinoli. Alza la fiamma e aggiungi le sarde rimanenti, poi bagna con 2 o 3 mestoli dell’acqua di cottura della pasta e aggiungi lo zafferano. Aiutandoti con un mestolo di legno pesta finemente le sarde nella padella fino ad ottenere quasi un rag? di pesce, poi aggiungi il finocchietto e ancora qualche mestolo di acqua di cottura della pasta e cuoci ancora 5 minuti. Aggiusta di sale. Scola la pasta al dente, trasferiscila nella padella e saltala con il condimento. Condisci con l’olio rimasto e servila con del pepe nero macinato al momento.