Browsing Tag

farina di mandorle

Biscotti al matcha & Josh Rosebrook by GreenSoulCosmetics

Chi mi conosce lo sa: sono una grande appassionata di green beauty. Per quando vedendomi potrebbe sembrare “strano” che io dica questo (sono una ragazza acqua e sapone, mi trucco lo stretto necessario e mi basta un velo di fondotinta di troppo per non sentirmi più a mio agio), in realtà sono una geek per quanto riguarda la cosmesi biologica e naturale.

Passerei ore sui siti di beauty alla ricerca dell’INCI perfetto e se c’è una cosa che mi piace collezionare sono proprio i prodotti di bellezza, così da poterli ruotare sempre e usarli in base a quello che mi chiede la mia pelle e di cui ha bisogno. Perché essere appassionate di beauty non significa esagerare o dover per forza truccarsi tanto: per me è un modo per dimostrare amore verso me stessa e dedicarmi un po’ di tempo, è un “vizio” che mi fa stare meglio, che mi permette di avere quei 10 minuti per me e nessun altro.

Il sito sul quale passo la maggior parte del tempo con gli occhi a cuoricino è senza dubbio GreenSoulCosmetics : cura scrupolosa per la selezione dei prodotti, tutti a base di ingredienti estremamente naturali (ciascun brand è così perfetto che scegliere è davvero difficile), cruelty free e decisamente performanti.

Quando ho avuto la possibilità di provare una selezione di prodotti di Josh Rosebrook, ho letteralmente saltato per la gioia. Se non lo conoscete ancora, vi invito caldamente a dare un’occhiata alla lista degli ingredienti: non so se conoscete il detto “non mettere niente in viso che non mangeresti” – beh, per questa linea, non potrebbe essere più azzeccato. Se infatti inizialmente potrebbe sembrarvi che ci siano una quantità infinita di ingredienti, guardando bene vi accorgerete che si tratta unicamente di estratti di piante selvatiche (tra cui anche adattogeni!), argilla, aloe, miele organico.

(altro…)

Chips di zucchine con pesto // Zucchini “fries” with pesto

Due ricette sul blog in una settimana, davvero?! Sarà forse che pian piano stiamo finalmente tornando ai nostri ritmi? Sarà che funzioniamo al contrario, e mentre la gente normale d’estate cucina di meno perché ha meno voglia di accendere i fornelli, noi abbiamo più tempo libero e non facciamo altro che sperimentare in cucina.

La ricetta di oggi è super leggera, sfiziosa e perfetta per l’estate. I nostri amici di bosco Ficuzza, ultimamente, hanno un’incredibile produzione di zucchine, perciò ci siamo ritrovate a casa con qualcosa come 3kg di queste e la necessità di trovare un modo gustoso e intelligente per prepararle.

Il pesto di zucchine è una di quelle cose che in estate prepariamo di continuo: è fresco, veloce ed è un modo furbo per aggiungere tanta verdura ai propri piatti senza neanche accorgersene! Che ne avremmo preparato una buona dose, quindi, con i nostri amati pistacchi e profumandolo con del basilico, era già certo.

Volevamo però anche qualcosa per accompagnarlo, ed ecco che l’idea che dei “bastoncini” di zucchine, panate con della farina di mandorle, semi di lino ed erbe come origano e timo, ci è venuta in mente! Grazie alla “pamatura” di frutta secca, sono infatti abbastanza stabili da essere tenute in mano e reggere il pesto, ma dentro morbide e che si sciolgono in bocca.

Sappiamo che l’idea di zucchina + zucchina (chips + pesto) può risultare un po’ monotona, eppure funziona alla perfezione grazie alle diverse spezie, consistenze, metodi di preparazione. Insomma, abbiamo preso un ingrediente e abbiamo cercato di riutilizzarlo al massimo delle sue possibilità e dobbiamo proprio dirvelo: non avrebbe potuto funzionare meglio!

Chips di zucchine con pesto

Nuova ricetta sul blog creata in collaborazione con Bosco Ficuzza azienda agricola biologica – "Chips di zucchine con pesto": scoprite la ricetta completa sul blog! https://www.naturalmentebuono.com/2018/06/10704.html

Pubblicato da Naturalmente buono su Venerdì 29 giugno 2018

(altro…)

Tortillas di barbabietole grain free // Almond beet wraps (Vegan, Paleo)

Questo post è stato creato in collaborazione con Panasonic

(English version below) Come probabilmente avrete visto su instagram, se c’è una cosa che al momento non riusciamo a fare quella è smettere di preparare qualcosa di nuovo ogni giorno. È vero: non sappiamo mai rinunciare alla nostra grande ciotola di insalata per pranzo (anche se quella che noi chiamiamo “insalata” è più una bowl piena di verdure arrostite, verdure fermentati, una proteina a scelta, il nostro immancabile avocado, un dressing al tahini e molto altro – decisamente non una noiosa “insalata di cartone”) ma in un modo o nell’altro, non c’è giorno che non ci troviamo a sperimentare qualcosa di nuovo o ad impastare con farine particolari.

In uno di quei giorni in cui la voglia di metterci all’opera era tanta e avevamo voglia di mangiare qualcosa di diverso, abbiamo pensato a dei tacos. Quelli che si trovano solitamente sono a base di farina di mais o di frumento, che non tolleriamo entrambi troppo bene, quindi avevamo bisogno di un’alternativa valida (ovvero, non delle semplici foglie di lattuga arrotolate), che si piegassero bene e sostenessero qualsiasi ripieno avessimo in mente.

La nostra solita soluzione quando abbiamo bisogno di qualcosa che non possiamo o semplicemente non ci ispira comprare per via degli ingredienti è ricreare quel qualcosa a casa! Perciò ci siamo fornite di una buona quantità di farina di mandorle, crusca di semi di psillio e farina di cocco per tentare di creare delle perfette, morbide e resistenti tortillas o wrap grain free. In più, siccome non ce la facciamo a non infilare verdure, colore e vitamine ovunque, abbiamo deciso di impastarle con del succo di barbabietola estratto grazie al nostro slow juicer Panasonic.

Le tortillas che ne sono venute fuori, dobbiamo ammetterlo, sono incredibili e life-changing. In base a quanto deciderete di cuocerle, saranno più o meno morbide e/o croccanti. Il sapore della barbabietola non è troppo presente e perfino il nostro uomo di casa, che si rifiuta categoricamente di mangiare qualsiasi cosa contenga rape, le ha apprezzate davvero tanto. Siccome con questa ricetta otterrete 8 piccole tortillas e magari non vorrete mangiarle tutte in una volta, potete semplicemente conservarle in frigo in un contenitore di vetro già stese e separate tra loro con un foglio di carta forno. (altro…)