Torta soffice di albicocche

Ancora albicocche! Quando te ne regalano cinque chili e somigliano a delle pesche tanto sono grandi, devi trovare un modo per smaltirle per evitare che vadano a male. Dopo la confettura ci siamo quindi dedicate a questa torta soffice e leggera, adatta per la prima colazione e consigliata a coloro che desiderano evitare l’uso del burro.

Ingredienti:

200g di farina
4 uova
160g di zucchero di canna
100ml di latte intero
100ml di yogurt intero
400g di albicocche

Montare lo zucchero con le uova fino a che diventino bianche e spumose con una planetaria o fruste elettriche. Aggiungere il latte, lo yogurt e la farina setacciata amalgamando il tutto con una spatola e mescolando con delicatezza. Versare l’impasto su una teglia e distribuire sopra le albicocche private del nocciolo e tagliate a pezzi. Infornare in forno caldo a 180? per 40 minuti circa.

Con questa ricetta partecipiamo al contest Breakfast Time di L’Incapace in Cucina

Confettura di albicocche e basilico

Conserve che passione! La frutta e gli ortaggi che ci regala la natura in questo periodo dell’anno sono tra i miei preferiti e racchiuderli dentro un barattolo mi regala la possibilit? di godere dei loro sapori anche nei mesi invernali.

Ingredienti:
500g di albicocche
75g di zucchero semolato
75g di zucchero integrale di canna
4 foglie di basilico

Tagliare a pezzetti le albicocche lavate e snocciolate e metterle in una pentola con lo zucchero semolato e lo zucchero di canna e far cuocere dolcemente. A met? cottura aggiungere le foglie di basilico, asciugate con un panno asciutto, e lasciar cuocere finch? il composto avr? raggiunto la giusta consistenza. Schiumare se necessario. Versare la confettura nei barattoli precedentemente sterilizzati, chiudere e lasciarli raffreddare capovolti affinch? si crei il sottovuoto. 
Tempi di cottura: 30 minuti – per queste dosi

Frozen yogurt alla fragola

IMG_3639

Il caldo ? arrivato. Le spiagge si popolano e aumenta la voglia di cibarsi di frutta e bevande fresche che ci sollevino dall’afa estiva. Per affrontare il primo assaggio d’estate abbiamo preparato un gelato sugar free che ci permetta di placare la nostra golosit? senza rimorsi di coscienza per la nostra linea.

Ingredienti:
500g di fragole
350g di yogurt intero
3 – 4 cucchiai di sciroppo d’acero

Frullare le fragole, pulite sotto un getto di acqua corrente e tamponate con carta assorbente, con un frullatore ad immersione insieme a 150g di yogurt e lo sciroppo d’acero. Unire il restante yogurt e frullare ancora per uniformare il composto. Versare il tutto nella gelatiera per 30 minuti.

Tortine di carote


Mi sono trovata con troppe carote in frigorifero da smaltire in poco tempo e, non avendo alcun dolcetto in casa, ho cercato tra i vari blog della rete una ricetta da fare con le mie carotine. Mi sono imbattuta in questa qui che d’istinto mi ha convinto e non mi sono sbagliata. Le tortine, molto somiglianti alle famose merendine ‘camille’, sono risultate ottime, leggere e golose incontrando l’approvazione di tutti.

Ingredienti
250g di carote
3 uova
100g di farina di mandorle
100ml di succo d’arancia
80ml di olio di semi di girasole
200g di zucchero di canna
200g di farina
1 bustina di baking
la scorza grattugiata di un’arancia
un pizzico di sale

Frullare a crema le carole (pulite, sbucciate e grattugiate) con un mixer insieme all’olio ed il succo d’arancia. A parte montare le uova con lo zucchero fino a farle diventare bianche e spumose, aggiungere la farina di mandorle, la buccia di arancia grattugiata ed il sale ed amalgamare il tutto. Unire la polpa di carote e, per ultimo, la farina setacciata con il lievito. Versare l’impasto negli appositi pirottini inseriti nella teglia per muffin e riempirli quasi fino ad un dito dal bordo. Infornare a 180? per 20/25 minuti.

Granita di caff

Non ricordo una primavera pi? fredda di questa. Negli anni scorsi, gi? di questi tempi, mostravo quasi con orgoglio una precoce tintarella; ma quest’anno il caldo tarda ad arrivare. Per consolarmi un po’ ho preparato una granita al caff?, per la prima colazione, cos? come si usa fare soprattutto nella parte meridionale della nostra isola. Accompagnare poi con panna e brioche completa il tutto, rendendolo golosissimo.



Ingredienti

1/4  litro di acqua

120 g di zucchero di canna
1/2 litro di caff? forte
Preparare uno sciroppo facendo bollire zucchero e acqua per 5 minuti. Lasciar raffreddare, quindi mescolare al caff?. A meno che non si sia in possesso di una macchina per granite, versare il contenuto in una vaschetta di alluminio e riporre nel congelatore mescolando di tanto in tanto la granita per evitare che si indurisca -naturalmente questo procedimento richiede tempi pi? lunghi-
Piatto in argento di Longo Joy Palermo Via Messina 5
Con questa ricetta partecipo al contest Un caff? per la mamma del blog A Casa con Estro

Pane bianco in cassetta

Come gi? detto, il pane in casa non manca mai. E ne facciamo tante varianti e con tanti tipi di farina, perch? guai che sia comprato! Il sapore del pane casereccio e del lievito madre sono insostituibili. Quindi perch? ricorrere al pane in cassetta del supermercato quando possiamo farlo a casa per avere come prodotto finale qualcosa di anche pi? buono?

Per fare questa ricetta si possono impiegare vari tipi di farine, come quella integrale o di farro, o mischiarle tra di loro. Questa ? la versione pi? semplice.


Ingredienti
310g farina 0
200g acqua
160g lievito madre (oppure 7g di lievito di birra)
15g germe di grano
10g miele di acacia
10g olio extravergine d’oliva
6g sale integrale

Unire tutti gli igredienti ed impastare con la planetaria per una decina di minuti (nel caso si usasse lievito di birra scioglierlo in un poco di acqua tiepida). Far lievitare l’impasto in uno stampo da plumcake spennellato d’olio e ricoprire con uno strofinaccio bagnato. Far riposare tutta la notte (o, se si usa il lievito di birra,il tempo necessario affinch? il pane lieviti circa 3 ore). A lievitazione ottenuta infornare a 240? per 10 minuti in forno caldo e a 180? per 30/35 minuti. Far raffreddare il pane togliendolo dallo stampo e poggiandolo su una grata in modo da far girare l’aria attorno al pane.
Attendere almeno 15 minuti prima di tagliarlo.

Cookies

Ho finalmente comprato il mio primo libro di Montersino. Era da tempo che desideravo farlo e l’occasione mi si ? presentata durante un viaggio a Reggio Emilia, dove sono andata per motivi di lavoro. Quando ho avuto un po’ di tempo libero ne ho approfittato per visitare la citt? e, notando una libreria nel corso principale, mi sono fiondata dentro verso il reparto ‘libri per cucina’. Vedendo “Croissant e biscotti” sullo scaffale non ho resistito e l’ho subito comprato.
Di ritorno a casa, alla prima occasione, abbiamo realizzato questi cookies dimezzando le dosi. (altro…)

Minestra di ceci freschi e patate

Non ho resistito al mercato quando li ho visti: i ceci freschi sono decisamente poco reperibili. Si trovano solamente, come fave e piselli, in questo periodo dell’anno e come tutti i legumi bisogna tirar fuori i semi dai baccelli. I tempi di cottura sono naturalmente inferiori rispetto a quelli dei ceci secchi e anche il loro sapore ? pi? delicato. Se li trovate non desistete dal comprarli!

Ingredienti

1 mazzo di ceci freschi
2 patate medie
1 spicchio d’aglio
200g di pasta integrale
1 pizzico di peperoncino
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
brodo vegetale q.b.
rosmarino
sale integrale
pepe nero

In una pentola di coccio insaporire l’aglio con l’olio ed il peperoncino.
Unire i ceci, precedentemente sbucciati, e le patate tagliate a cubetti. Far cuocere tutto insieme per qualche minuto, poi togliere l’aglio e aggiungere il brodo caldo fino a coprirli. Salare. Far bollire a fuoco basso per una decina di minuti. Versare la pasta e mescolare di tanto in tanto fino a fine cottura. Servire con un filo d’olio e pepe macinato al momento.

Madeleines al cioccolato

Ancora madeleines! Queste, la cui ricetta abbiamo trovato in un libro di Donna Hay, hanno catturato la nostra attenzione per la semplicit? degli ingredienti, che di solito non mancano nella dispensa di ogni cucina. Anche la preparazione non richiede tempi lunghi di cottura e soprattutto sono buonissime.
Ingredienti:
2 uova
75g di zucchero di canna
50g di farina
1 cucchiaino di lievito
2 cucchiai colmi di cacao amaro
60g di burro fuso

Montare le uova con lo zucchero fino a che saranno gonfie e spumose, unire la farina, il lievito ed il cacao setacciati, le uova e lentamente il burro fuso.
Versare il composto in stampi da madeleines imburrati riempendoli fino a due terzi. Infornare per circa 10 minuti in forno preriscaldato a 180?.

Tempeh con porri e peperoni

Il tempeh, facilmente reperibile nei supermercati biologici, ? stato una delle prime scoperte tra le proteine vegetali che abbiamo introdotto nella nostra dieta vegetariana. La ricetta, trovata seguendo i programmi del gambero rosso, ? dello chef Simone Rugiati. Essendo da poco diventati vegetariani, fummo subito incuriositi dal provarla e non ci siamo pentiti di averlo fatto.



Ingredienti:

Una confezione di tempeh da 250g 
1 peperone rosso
1 peperone giallo
1 porro
Brodo vegetale
Olio evo
Sale q.b.
Peperoncino
Timo
Tagliare a fettine il tempeh e insaporirlo in una padella con un filo d’olio ed il peperoncino. Togliere il tempeh dalla padella ed eliminare l’eccesso d’olio su fogli di carta assorbente. Nella stessa padella stufare i peperoni privati dalla pelle, rimossa con l’aiuto di un pelapatate, e tagliati a quadretti e il porro a rondelle. Dopo qualche minuto aggiungere il brodo vegetale, o semplicemente acqua, che potrebbe essere necessario unire altre volte, e il sale. Quando le verdure sono quasi cotte, rimettere il tempeh in padella e fargli assorbire parte del brodo. Aggiustare di sale se necessario e servire caldo con un pizzico di peperoncino in polvere e foglioline di timo.