Cena di fine estate // End of summer dinner party

This post was made in partnership with Panasonic

È da decisamente troppo tempo che non ci facciamo vive qui sul blog: vuoi per una cosa, vuoi per un’altra, questo spazio è restato in pausa forzata decisamente per troppo tempo. Sono successe talmente tante cose in questi mesi che elencarle tutte è impossibile, ma ci siamo ritrovate con una serie di ricette e di post (sì, quel famoso post su Praga!) da ultimare senza mai riuscire a trovare effettivamente il tempo di farlo.

Tra la decisamente infinita carrellata di novità, di cui prima o poi vi parleremo, c’è l’uscita imminente del nostro libro. Proprio la settimana scorsa, infatti, ci sono arrivate a casa la bellezza di 100 copie rappresentanti il coronamento di un anno (tra consegna del manoscritto, impaginazione e pubblicazione) di lavoro. È incredibile quanto possa essere realmente soddisfacente il leggersi e vedersi su carta stampata (soprattutto quando ciò avviene per più di 250 pagine!). Rimaniamo sempre della convinzione che ci saremmo potute superare anche di più, ma una vota preso in mano il libro tutte le incertezze sono svanite e un grande senso di soddisfazione ha preso il loro posto. Non è importato più nulla, se non il fatto che siamo riuscite a raggiungere un traguardo che qualche anno fa avremmo creduto impossibile, siamo riuscite a realizzare uno dei sogni della nostra vita. E cosa potremmo chiedere più di questo in questo momento?

Accantoniamo un attimo il discorso libro, però, al quale dedicheremo un post apposito, completo di date per il tour promozionale e dettagli su ciò che troverete dentro, per presentarvi il post di oggi: è l’uno settembre, fine ufficiale del concetto di estate – quale modo migliore, perciò, per chiudere in bellezza l’estate se non con una cena estremamente colorata, magari da consumare in terrazzo con i propri amici più cari, raccontandosi di ciò che è successo durante l’estate e lasciandosi cullare dai primi accenni di vento?

Era da tanto che pensavamo ad un post simile e abbiamo pensato di realizzarlo veramente grazie alla collaborazione con Panasonic e al lancio del nuovissimo hand blender. Era da un anno infatti che il nostro vecchio frullatore ad immersione era definitivamente deceduto nel tentativo di preparare un gelato di banane con le banane congelate, ed era un anno che ne eravamo del tutto sprovviste. Se cucinate perennemente e senza mai fermarvi come noi, saprete bene quanto un frullatore ad immersione sia fondamentale in cucina: potete quindi immaginare quanto l’anno passato sia stato difficile. Così, quando abbiamo avuto per le mani il nostro nuovo hand blender, decisamente superiore a quello precedente e completo anche di frusta e box per triturare le verdure, usarlo per qualsiasi cosa ci venisse in mente era necessario: e così abbiamo fatto.

Per il menù, abbiamo pensato a cibo quanto più semplice e stesso tempo colorato e raffinato potesse venirci in mente: per iniziare non poteva mancare una “snack board” ovvero un tagliere con “formaggi” fermentati di frutta secca (a base di mandorle e noci di macadamia) e un delizioso hummus di melanzane affumicate (probabilmente, l’hummus più cremoso che abbiamo mai preparato!) da accompagnare con frutta, olive, verdura e crackers di semi. Siamo poi rimaste su qualcosa di molto leggero, reinventando i classici “spaghetti” di zucchine in una chiave decisamente più gourmet dei classici pomodorini con olio e sale: ci siamo ispirate ad uno dei piatti mangiati a Praga, cercando di ricreare tutti i sapori e le sfumature che avevamo trovato in quella pietanza (salsa al miso e pomodoro, funghi marinati, “parmigiano” di noci) e, dopo diversi tentativi, possiamo dire di avercela fatta. Quanto all’immancabile dessert, avendo finalmente delle fruste a disposizione, non potevamo finalmente montare l’aquafaba e scoprire cosa ne sarebbe venuto fuori? Siccome le meringhe sono decisamente troppo dolci per noi e, però, una mousse classica al cioccolato fondente sarebbe stata un po’ scontata, quello che abbiamo pensato è stato “e se, sì, facessimo una mousse ma al cioccolato bianco? E se il cioccolato bianco lo creassimo noi?!”: detto fatto; ne è uscita fuori una mousse deliziosa, decisamente bilanciata e estremamente soffice e spumosa.

Vi lasciamo dunque a questa infinita caterva di ricette, promettendovi che ci faremo sentire quanto prima da queste parti per parlarvi finalmente di Praga, dedicare l’importanza che si deve al nostro libro e molto altro. Buona fine estate!

SNACK BOARD

“FORMAGGIO” FERMENTATO DI FRUTTA SECCA
Vegan, Senza Glutine, Senza Grani, Paleo
PORZIONI:
8

Ingredienti:
100g di mandorle
80g di noci macadamia (o anacardi)
1 capsula di probiotici da 50 milioni di batteri
1 cucchiaio di lievito alimentare
2 cucchiai di aneto tritato
2 cucchiai di pistacchi tritati
1 cucchiaio di pepe nero macinato
1/2 cucchiaino di paprika affumicata
sale integrale

Procedimento:
Ammolla le mandorle e le noci macadamia per tutta la notte. Scola e sciacqua la frutta secca e rimuovi la pellicina dalle mandorle. Metti la frutta secca nel boccale di un frullatore ad immersione con i 5 cucchiai di acqua e frulla alla velocità high fino ad ottenere una crema molto densa e omogenea. Apri la capsula di probiotici e aggiungila alla frutta secca tritata. Mescola con un cucchiaio in legno (evita di frullare nuovamente o utilizzare posate in metallo perché potrebbero far irrancidire i probiotici). Metti il composto in una garza, avvolgi bene il “formaggio” e lascia riposare per 24 ore sopra una ciotola così da farlo fermentare ed eliminare eventuale acqua in più. Trascorso questo tempo, aggiungi al composto, sempre mescolando con un cucchiaio di legno, una presa di sale e il lievito alimentare. Dividi in due: aggiungi ad uno la paprika affumicata e fallo “stagionare” a temperatura ambiente per 6 ore, finché avrà formato una piccola crosticina. Conservalo in frigo. Aiutandoti con un foglio di carta forno, forma un cilindro con il composto tenuto da parte e lascialo riposare in frigo tutta la notte, poi cospargilo con aneto, pepe e pistacchi.

CULTURED NUT CHEESE
Vegan, Gluten free, Paleo, Grain free
SERVES:
8

Ingredients:
100g almonds
80g macadamia nuts
1 50 bilion probiotic capsule
5 tbsp water
2 tbsp fresh chopped dill
2 tbsp crushed pistachios
1 tbsp ground black pepper
1 tbsp nutritional yeast
1/2 tsp smoked paprika
unrefined salt

Method:
Soak almonds and macadamia nuts overnight. Drain and rinse nuts and remove skin from almonds. Place nuts into the jug of the blender and blend them with water on high speed until you get a cream. Stir in the probiotic capsule with a wooden spoon and wrap into a cheesecloth. Allow to ferment into a warm spot, placing the cheesecloth over a bowl to release some excess moisture, for 24 hours. After this time, mix the fermented cheese with salt and nutritional yeast and divide in two. Add smoked paprika in one of the two part, place it in a cheese mold and allow to “age” at room temperature for 6 more hours. With the second part of the “cheese” form a log on a piece of parchment paper and place in the fridge, covered, overnight, then roll it in dill, pepper and pistachios. Store cheese into the fridge before serving.

HUMMUS AFFUMICATO DI MELANZANE
Vegan, Senza Glutine, Senza Grani
PORZIONI: 8

Ingredienti:
250g di ceci cotti
2 melanzane
3 cucchiai di tahini
2 cucchiai olio extravergine d’oliva
2 cucchiai di succo di limone
1 cucchiaio di menta fresca
1 spicchio d’aglio
sale integrale

Procedimento:
Cuoci le melanzane direttamente sulla fiamma del gas su fiamma media. Cuoci, girando le melanzane, finché morbide e scure da ogni lato. Avvolgi le melanzane cotte con alluminio e lasciale riposare per 10 minuti. Apri il pacchetto di alluminio e, utilizzando un coltello, taglia a metà le melanzane e prelevane la polpa con un cucchiaio. Metti tutti gli ingredienti nel boccale del frullatore ad immersione e frulla fino ad ottenere una crema liscia. Conserva in frigo fino al momento di servire.

SMOKY EGGPLANT HUMUS
Vegan, Gluten free, Grain free
SERVES: 8

Ingredients:
250g cooked chickpeas
2 eggplants
3 tbsp tahini
2 tbsp extra virgin olive oil
2 tbsp lemon juice
1 tbsp fresh mint
sea salt

Method:
Preheat a gas burner on medium heat and place eggplants on heat source. Cook, turning eggplants when necessary, until tender and charred on each side. Wrap cooked eggplants with foil and let them rest for 10 minutes. Open foil package and, using a knife, open lengthwise the eggplants. Scoop the pulp out with a spoon. Transfer all scooped eggplant pulp in the jug of the hand blender. Add in cooked chickpeas, lemon juice, tahini, olive oil, salt and garlic. Blend everything on high speed until you get a creamy and homogeneous spread. Top with a drizzle olive oil and some more fresh mint and store in the fridge.

SPAGHETTI DI ZUCCHINE CON SALSA AL MISO E POMODORO E FUNGHI MARINATI

Ingredienti:
3 grandi zucchine

per i funghi marinati:
200g di funghi cremini
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
2 cucchiai di tamari
1 cucchiaino di sciroppo d’acero (opzionale)

per la salsa al miso e pomodoro:
18 pomodori secchi
2 grandi pomodori
3 datteri medjool denocciolati
2 cucchiai di basilico fresco
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
2 cucchiaini di miso scuro

per il “parmigiano” di noci:
100g di noci
2 cucchiai di lievito alimentare
1 cucchiaino di olio extravergine d’oliva
1/2 cucchiaino di aglio in polvere
1/2 cucchiaino di sale integrale

100g pomodorini freschi, per servire

Procedimento:
Affetta finemente i funghi. Mescola insieme tamari, olio e sciroppo d’acero e condisci bene i funghi con il condimento finché completamente ricoperti. Disidrata i funghi in essiccatore per 4 ore a 42°C (o mettili in forno alla temperatura più bassa finché si saranno seccati ma saranno ancora morbidi) e fai riposare in frigo mentre prepari gli altri elementi. Ammolla i pomodori secchi in acqua calda per 15 minuti. Scolali, sciacquali e asciugali bene e mettili nel boccale del frullatore ad immersione. Taglia a metà i pomodori freschi e privali dei semi. Ftrulla insieme i pomodori secchi, i pomodori freschi, il miso, il basilico, i datteri e l’olio finché otterrai una salsa. Spiralizza le zucchine fino ad ottenere degli spaghetti. Trita le noci con il lievito alimentare, l’aglio, il sale e l’olio fino ad ottenere delle briciole grossolane. Condisci le zucchine con la salsa di pomodoro e cospargi con qualche cucchiaio del “parmigiano” di noci, i funghi marinati, del basilico extra e i pomodorini freschi tagliati a metà. Servi subito.

ZUCCHINI NOODLES WITH TOMATO MISO SAUCE AND MARINATED MUSHROOMS

Ingredients:
3 large zucchinis

for the marinated mushrooms:
200g crimini mushrooms
3 tbsp extra virgin olive oil
2 tbsp tamari
1 tsp maple syrup (optional)

for the tomato miso sauce:
18 sundried tomatoes
2 fresh large roma tomatoes
3 medjool dates
2 tbsp fresh basil
2 tbsp extra virgin olive oil
2 tsp brown rice miso

for the walnut “parm”:
100g walnuts
2 tbsp nutritional yeast
1 tsp extra virgin olive oil
1/2 tsp garlic powder
1/2 tsp unrefined sea salt

Method:
Finely slice cremini mushrooms. Mix together tamari, olive oil and maple syrup and season mushrooms with the mixture. Mix well until seasoned. Dehydrate the mushrooms at 42°C for about 4 hours, then allow to rest in the fridge while you assemble the plate. Soak sun-dried tomatoes in hot water for 15 minutes. Drain, rinse and dry well the sun-dried tomatoes and place them into the jug of the hand blender. Cut in half fresh tomatoes and remove seeds. Blend together fresh tomatoes, sun-dried tomatoes, miso, dates, basil and olive oil until you get a sauce. Spiralize zucchini into noodles. Pulse walnuts with nutritional yeast, garlic, salt and olive oil until you get a coarsely ground mixture. Season zucchini noodles with tomato sauce and top with a few tablespoons walnut parmesan, marinated mushrooms and some extra fresh basil. Serve immediately.

MOUSSE ALL’AQUAFABA AL CIOCCOLATO BIANCO
Vegan, Senza glutine, Senza zuccheri raffinati, Senza grani
PORZIONI:
4
NOTE: Per questa ricetta è importante utilizzare l’acqua di una scatoletta di ceci cotti non addizionata da sale.

Ingredienti:
140g di aquafaba (acqua di cottura dei ceci SENZA SALE)
100g di burro di cacao
30g di zucchero di cocco
30g di burro di mandorle pelate/burro di anacardi
1 cucchiaio di arrowroot o fecola di patate
un pizzico di sale
ribes rossi, per servire
pistacchi tritati, per servire

Procedimento:
Frulla lo zucchero di cocco con l’arrowroot in un frullatore fino a renderlo sottile come lo zucchero a velo. Sciogli il burro di cacao e, una volta fuso, mescolalo con il burro di mandorle, lo zucchero di cocco, l’arrowroot e un pizzico di sale. In un altra ciotola, metti l’aquafaba e montala con la frusta su velocità high per 10 minuti. Incorpora gentilmente il mix di burro di cacao all’aquafaba con una spatola in silicone, praticando un movimento dall’alto verso il basso, finché incorporato. Dividi il composto in 4 ciotole e lascia riposare in frigo per almeno 4 ore. Servi con ribes rossi e pistacchi tritati.

WHITE CHOCOLATE AQUAFABA MOUSSE
Vegan, gluten free, refined sugar free, grain free
SERVES:
4
NOTES:
Use unsalted aquafaba from a can of chickpeas.

Ingredients:
140g aquafaba (UNSALTED)
100g cocoa butter
30g coconut sugar
30g white almond butter or cashew butter
1 tbsp arrowroot
a pinch of pink salt
red currant, to serve
crushed pistachios, to serve

Blitz coconut sugar and arrowroot on high speed until you get a fine powder. Melt cocoa butter and, once melted, place it in a bowl with almond butter, blitzed coconut sugar and arrowroot and a pinch of salt. Mix them all together. In another bowl, place aquafaba. Whip aquafaba with the hand blender on high speed for 7 to 10 minutes into stiff peaks. Gently fold the cocoa butter mixture into whipped aquafaba little by little using a silicone spatula. Divide the mixture between 4 glasses or small bowls. Allow the mousse to rest into the fridge for at least 4 hours before serving with crushed pistachios and red currants.

4 Comments

  1. Rispondi

    Alice Bortolosso

    2 settembre 2017

    Oddio, la mousse!!!!!!!!! ♥

  2. Rispondi

    zia consu

    5 settembre 2017

    wow wow e poi wow ancora! Non saprei da dove iniziare! Love love love it ❤️

  3. Rispondi

    Selene

    11 settembre 2017

    ma che lavoroooooo 250 pagine ^-^ ho gia gli occhi illuminati !! complimenti a voi per la forza e la costanza ! Quel flullatore è potentissimo :)) poi nelle vostre mani fa meraviglie !!

  4. Rispondi

    saltandoinpadella

    11 settembre 2017

    Occaspita!! se mi trovassi davanti un tagliere come quello sarei la donna più felice del mondo. Che meraviglia di colori e di sapori. La mousse è davvero superlativa, da provare senza se e senza ma. Congratulazioni per il libro, sono troppo felice per voi.

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS