Torta di carote e noci vegan // Vegan walnut carrot cake (gluten free)

(English version below) Poteva non essere una torta di carote quella che avrebbe festeggiato la più piccola di noi due? E se l’anno scorso ci siamo dimenticate di fotografare quella splendida torta raw ai frutti di bosco che era sparita in poco e niente (ma la ricetta è stata scritta e presto vedrete anche quella!) quest’anno ci siamo attrezzate, abbiamo messo un paio di fette da parte da non offrire agli ospiti e siamo riuscite a presentarvi questo dolce delizioso.

Quello che c’è stato prima e dopo il grande giorno è decisamente da dimenticare, ma il durante è stato decisamente piacevole. Prima di festeggiare, infatti, dobbiamo ammettere che lo sconforto nel sapere che la maggior parte delle persone con le quali la più piccola di noi avrebbe voluto festeggiare non avrebbe partecipato è stato accompagnato da una serie di pianti e riflessioni del tipo “io non farò nulla, starò soltanto con il mio gatto” o “non voglio nemmeno una torta” o, ancora, “il mio sarà un compleanno come quello di Bridget Jones” (e inevitabilmente, chiaramente, a quest’ultimo pensiero si è unito l’ascoltare senza sosta All by myself – sì, qui si tende a drammatizzare tutto). Se poi vogliamo aggiungere che, causa influenza, la notte prima del compleanno ha visto proprio la festeggiata non chiudere occhio con nausea e tutto ciò che questa porta (non lo volete davvero descritto…). Il dopo, invece, è stato davvero poco esaltante visto che avremmo voluto festeggiare insieme ma la più grande di noi è stata stroncata da una brutta influenza e la serata si è ridotta ad ingerire una quantità industriale di curcuma e al guardare serie tv al computer mentre lei dormiva.

Il durante, però, non sarebbe potuto andare meglio: sono venute a casa appena 8 persone, ma decisamente le più importanti e quelle che hanno permesso che il compleanno riuscisse davvero bene. Abbiamo cucinato fino all’ultimo momento (sebbene si trattasse di un dopocena potevamo permetterci di non servire almeno degli stuzzichini?). E tra immancabile guacamole, crackers di semi e delle tartine con un patè straordinario, una volta scoccata la mezzanotte non sarebbe stato un compleanno se non fosse arrivata una torta.

Una torta degna di questo nome e decisamente importanti, di quelle che, effettivamente, non sono mai state realmente il nostro genere ma che, una volta l’anno (o meglio, una volta ogni 19 anni), è necessario preparare. Non volevamo una torta al cioccolato (che, anche se poi finisce sempre per apprezzarle, non sono davvero il genere di Marta, piuttosto quello di Mimma) e la torta panna – di cocco, of course – e fragoline decisamente fuori stagione non è mai stata troppo esaltante per la più piccola di noi fin dai primi anni di vita, perciò l’opzione vincente si è rivelata una torta di carote.

La nostra torta di carote è ricca di noci e farcita con una deliziosa crema a base di anacardi e latte di cocco. Naturalmente dolcificata con il nostro amato e immancabile nella nostra dispensa sciroppo d’acero, vegan e, se usata farina d’avena senza glutine, tranquillamente adatta anche a celiaci o intolleranti – ma, se avete voglia di sbrigarvi e usare una sola farina (al posto di avena, riso integrale e arrowroot), potete decidere di usare interamente farina di farro e la torta sarà ugualmente buonissima. Credevamo di volere una torta soffice ma, quando questa, una volta uscita dal forno, si è rivelata compatta ma deliziosamente umida, ci siamo rese conto che non avremmo potuto desiderare di meglio: infatti, grazie alla sua consistenza, regge perfettamente la farcitura senza bagnarsi troppo e al taglio uscirà perfetta.

TORTA DI CAROTE E NOCI VEGAN
Vegano, Senza Glutine, Senza Zuccheri Raffinati
PORZIONI: 12
NOTE: come menzionato sopra, se non avete a disposizione farina di riso integrale, arrowroot e farina d’avena senza glutine, sentitevi liberi di sostituirli con ugual peso (395g) di farina di farro (tenendo conto, però, che l’avena e il riso integrale conferiscono un gusto leggermente dolce, perciò potrebbe essere necessario aggiungere un po’ di sciroppo d’acero in più nella versione al farro), mantenendo invariate, invece, le noci. Queste dosi sono per una torta non molto larga ma piuttosto alta e saziante: potete decidere di dimezzare la dose, farne quindi un solo strato e farcirla soltanto nello strato superiore.

Ingredienti:
300g di carote grattugiate
170g di farina d’avena, senza glutine se intolleranti
165g di farina di riso integrale
100g di noci
60g di arrowroot
100g di olio di cocco, sciolto
190g di sciroppo d’acero puro (guarda le note)
130g di succo d’arancia appena spremuto
20g di semi di lino tritati + 90ml di acqua
4 – 5 cucchiai (60 – 75ml) di latte di mandorla non dolcificato
3 cucchiaini di polvere lievitante per dolci
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di aceto di mele
la scorza grattugiata di un’arancia non trattata

150g di anacardi
80g di latte di cocco intero
1 cucchiaio di nettare di fiori di cocco
1 cucchiaino di succo di limone
1/3 cucchiaino di vaniglia in polvere

12 mezzi gherigli di noci

Procedimento:
Preriscalda il forno a 180°C. Mescola i semi di lino con l’acqua e lascia riposare (mescolando di tanto in tanto per evitare che formino grumi) per 10 minuti o finché avranno assunto un composto gelatinoso. In un frullatore trita le noci fino a farle diventare farina (fai attenzione a non frullarle troppo a lungo o inizieranno a rilasciare il loro olio). In una ciotola mescola la farina d’avena, la farina di riso integrale, l’arrowroot, le noci tritate, il lievito, il bicarbonato e la scorza dell’arancia e metti da parte. In una grattugia a fori fini, grattugia le carote. Mescola l’olio di cocco sciolto con lo sciroppo d’acero, il succo d’arancia, il latte di mandorle e l’aceto di mele. Versa i liquidi sopra gli ingredienti secchi, unisci anche le carote e il gel di semi di lino e mescola fino ad ottenere un composto omogeneo. Dividi l’impasto in due tortiere da 20cm di diametro e inforna per circa 35 – 40 minuti o fin quando infilando uno stuzzicadenti nella torta questo sarà asciutto. Esci le torte dal forno e lasciale raffreddare completamente prima di rimuoverle tagli stampi e farcirle.

Per la crema di anacardi, ammolla gli anacardi in acqua per almeno 6 ore (se sei di fretta, ammollali in acqua molto calda per 1 ora). Scolali e sciacquali, poi frullali con latte di cocco, nettare di fiori di cocco, succo di limone e vaniglia. Copri e lascia riposare in frigo almeno 30 minuti. Spalmane uno strato sopra una delle due torte, copri con l’altra torta e spalmane un’altro strato sullo strato superiore della torta. Decora con le noci.

Couldn’t have been a delicious carrot cake the birthday cake for the littlest of us two (considering how many carrots a day she eats)? Last year we forgot to take pictures to the amazing raw berry cake that disappeared too soon (but we wrote the recipe and soon you’re going to get that baby soon!), but this year we save two slices not to serve to our guests so we could photograph them and share with you this deliciousness.

What happened before and after the big day is definitely to forgot, but what have been through was perfect. A few days before the party, in fact, I (Marta) was so sad knowing most of her friends couldn’t come or, even worst, just ignored my invite and started thinking stuff like “I don’t want to celebrate my birthday this year” or “I don’t even want/need a cake” and “I’m going to spend my birthday just like Bridget Jones” (of course I listened all day long All by myself just to suffer a bit more – yes, I usually overdramatize everything). Also, when I finally decided to celebrate my birthday, I had the worst night ever and wasn’t even able to sleep because of nausea and all that follows (you don’t really want to know it). What comes after, on the other way, wasn’t very exciting as mum get a cold and we spent the day drinking turmeric shots and watching tv series online while she was sleeping.

What have been through, though, was perfect: I had a “party” with just 8 people but definitely the best ones and the ones that allowed me to be really happy for a couple of hours. We made snacks and treats until the last minutes before the guests arrived – yes, it was an after dinner party, but we HAD to serve something. Between sweet and savory stuff such as our best chocolate cookies, guacamole (can’t miss on our table), seed crackers, canapés and so on, once midnight it wouldn’t have been a proper birthday party without a cake.

We wanted a serious and impressive cake, like the ones we never baked for 19 years until now. Not a chocolate cake as I am not THAT crazy about it (instead of mum that could ask just chocolate cakes forever) and not even a (coconut) cream and strawberry cake, as I never liked it since I was a child. So we had just one option: carrot cake.

Our carrot cake is packed with walnuts and filled with a delicious cashew and coconut milk (un)buttercream. Naturally sweetened with maple syrup and gluten free if gluten free oat flour used (but if you’re not intolerant or you just want to make it simple you can definitely go for all spelt flour instead of arrowroot and oat and brown rice flour). We thought wanted a super fluffy cake, but it came out that this quite dense and super moist was even better!

TORTA DI CAROTE E NOCI VEGAN
Vegan, Gluten free, Refined sugar free
SERVES: 12
NOTES: as mentioned above, if you don’t have brown rice and oat flour and arrowroot feel free to sub with the equal amount (395g) of spelt flour (keeping in your mind that flours like brown rice and oat are already naturally sweet, so you may need to add a little bit more maple syrup), and still using the same amount of walnuts. With those measures you’re going to get a non very large but quite high and filling cake: you can make just half a batch of the cake and the buttercream and spread the cashew buttercream over the top of the single cake.

Ingredients:
300g grated carrots
170g oat flour, gluten free if needed
165g brown rice flour
100g walnuts
60g arrowroot
100g melted coconut oil
190g – 200g pure maple syrup
130g freshly squeezed orange juice
20g ground flaxseed + 90ml water
4 tbsp (60ml) almond milk
3 tsp baking powder
1 tsp baking soda
1 tsp apple cider vinegar
the grated peel of an unwaxed orange

150g cashews
80g full-fat coconut milk
1 tbsp blonde coconut nectar
1 tsp lemon juice
1/3 ground vanilla

12 half walnut kernels

Method:
Preheat oven to 180°C. Mix ground flax seeds with water (mixing every now and then to avoid any clumps) for 10 minutes. In a blender, grind walnuts until flour (be careful not to grind them too much, or they’re start releasing their oil). In a bowl mix oat flour, brown rice flour, arrowroot, ground walnuts, baking powder, baking soda and the peel of the orange. Grate finely carrots. Mix melted coconut oil, maple syrup, orange juice, almond milk and apple cider vinegar together. Pour wet ingredients over dry, add carrots and flax seed mixture and mix until combined. Pour the mixture into two 20cm cake tin covered with parchment paper and bake them for about 35 – 40 minutes. Allow them to cool completely on a wire rack.

For the cashew buttercream, soak cashews in water for at least 6 hours (if you don’t have time, soak them in hot water for 1 hour). Drain and rinse them, then blend with coconut milk, coconut nectar, lemon juice and vanilla. Put it in a bowl, cover and let it rest in the fridge for at leas 30 minutes. Spread half of the buttercream over the top of one of the cakes, cover with the other cake and spread the other half over the top of the cake. Top with the walnuts.

Marta e Mimma

13 Comments

  1. Rispondi

    valentina | sweet kabocha

    14 Dicembre 2016

    Stunning girls! Happy Birthday again Marta <3

  2. Rispondi

    zia consu

    14 Dicembre 2016

    Mi dispiace x il prima e x il dopo ma se il durante è stato fantastico e accompagnato da tanti stuzzichini fatti con le vostre manine e questa torta, direi che non ci si può proprio lamentare :-)
    Ancora tantissimi auguri a Marta <3

  3. Rispondi

    Silvia Brisi

    14 Dicembre 2016

    Che buona questa torta di carote, con quella farcitura ghiottissima e quella consistenza perfetta, devo provare anche questa versione, insomma, almeno avvicinarmici perchè molti ingredienti in effetti non li ho, ma la trovo davvero invitante!! E che bella Marta, che delicatezza hanno i suoi 19 anni!!
    Sono contenta che la festia sia stata bella, meglio pochi ma buoni si dice vero? E comunque spero che anche il gatto fosse tra gli invitati ; )!!
    Un abbraccio!

  4. Rispondi

    Antonella Pagliaroli

    14 Dicembre 2016

    Ragazze queste foto queste foto sono meravigliose, adoro questi colori così vividi! La torta me la sono guardata tre o quattro volte e ad ogni sguardo la salivazione aumentava…che bontà :O
    Marta ma tu sei troppo bella, caspita!

  5. Rispondi

    tizi

    15 Dicembre 2016

    questa torta è una bomba, anche se il compleanno non era partito benissimo direi che alla fine le cose hanno preso la giusta piega! avrei festeggiato volentieri con voi e spazzolato un paio di fette di questa delizia ;)
    mi salvo la ricetta che mi ispira moltissimo – io pure sono una fan sfegatata della carrot cake e una versione vegana decisamente mi manca!
    un bacio grande e ancora auguri alla piccola Marta :)

  6. Rispondi

    Erica Di Paolo

    15 Dicembre 2016

    E’ che voi siete speciali anche nel quotidiano. Cioè, soprattutto in quello che fate trasparire dal vostro quotidiano. Nei modi di vivere, lo siete. 8 persone, quelle giuste. E un dolce speciale. Come poter festeggiare meglio, Marta?
    Voglio provare questa delizia ^_^

  7. Rispondi

    Francesca

    15 Dicembre 2016

    Mi viene subito da dire che “tutto è bene quel che finisce bene”… e che nella vita funziona così, in fondo: meglio pochi ma buoni! Come se si facesse una selezione delle carote migliori, ecco… :-)
    Sapevo che questo ortaggio avrebbe fatto compagnia a Marta in questo giorno speciale, la fetta di torta sembra quasi un sorriso che vuole aprirsi e sbocciare e aspetta il momento giusto per farlo! Trovo poi bellissima la mano sul collo del ritratto, quasi un senso di protezione verso se stessa, insieme allo sguardo basso che presto si alzerà e vedrà tutto quello che di bello c’è intorno!
    Non mi resta che abbracciarVi e rubare qualche noce… e se servono altre carote, fate un Miao e arrivo!

  8. Rispondi

    Francesca Quaglia

    15 Dicembre 2016

    non so se preferire le foto, il racconto o la ricetta. Continuo a fissare inebetita lo schermo, a leggere e rileggere: mi piacete troppo. Auguri Marta <3

  9. Rispondi

    Peanut

    15 Dicembre 2016

    Ahh, Marta, mi perdonerai se non ho potuto fare a meno di ridere leggendo del modo in cui hai affrontato la situazione, ma la descrizione è stata abbastanza esilarante:D comunque mi è successa la stessa cosa per ieri sera e lo so, non è per niente piacevole, fortuna che dopo l’amarezza iniziale io riesco sempre a sdrammatizzare.. mi fa piacere che almeno il durante sia stato gradevole e ti abbia soddisfatta, per me è stato uno stress dal principio e non sono nemmeno riuscito ad averlo, un durante..maaa non voglio riversarti addosso la mia scontentezza, ho certo cose (ben) più importanti per cui gioire, no?:)
    Certo se avessi potuto affogare i dispiaceri in una fetta di questa torta, sarebbe stato ancora meglio. Spero che una di quelle lasciate da parte sia per me!:D
    Strepitosa, perfetta per queste occasioni, anche se per me, mi conosci, sarebbe perfetta pure per la colazione di tutti i giorni!:P

    Baci alla piccina ma anche alla grande nella speranza si sia definitivamente rimessa! (anche su questo vi capisco, visto che mi sono laureata con la febbre…)

  10. Rispondi

    saltandoinpadella

    15 Dicembre 2016

    Beh almeno il durante è andato bene. Bisogna vedere sempre i lati positivi delle cose :-)
    Questa torta è bellissima, nella sua semplicità molto raffinata e sicuramente deliziosa. Che bella che è la piccola, sembra una fatina

  11. Rispondi

    CiboMadre

    16 Dicembre 2016

    e poi non si finisce mai di imparare….grazie a questa ricetta ho conosciuto l’arrowroot!

    auguri e…complimenti per la proposta sempre ricercata delle vostre creazioni <3!

    CM

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      18 Dicembre 2016

      grazie mille, gentilissimo! promettiamo che il panettone arriverà prestissimo ;-)

  12. Rispondi

    ricettevegolose

    22 Dicembre 2016

    Mi dispiace che l’influenza non vi abbia risparmiate e soprattutto in giornate così importanti, per fortuna la festa ha comunque avuto luogo e la sua bellissima conclusione con questa deliziosa torta. Vi abbraccio e approfitto per augurarvi buone feste!

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS