Insalata di zucca arrostita con za’atar e dressing ai datteri di Anna // Anna’s roasted squash + za’atar spices

zucca-datteri-zaatar

Se ci conoscete (e, soprattutto, se conoscete la più piccola di noi), saprete bene che abbiamo una piccola ossessione quando si tratta di libri di cucina. Nel giro delle ultime due o tre settimane, poi, causa “ho bisogno di ispirazione” questa si è vista crescere in modo esponenziale, costringendoci a lasciare un bel po’ di volumi fuori dai cinque grandi scaffali occupati interamente da ricettari. Tra questi, ‘a modern way to eat’ di Anna Jones è uno di quelli che ha il suo posto fisso ed ai quali siamo più affezionate. Già più di un anno fa abbiamo acquistato la versione inglese (così come abbiamo fatto, successivamente, per il suo secondo libro), della quale ci siamo follemente innamorate. È una cucina casalinga e, allo stesso tempo, raffinata e sfiziosa. Semplice ma mai banale, decisamente sorprendente. Dopo averlo sfogliato infinite volte, abbiamo iniziato ad incollare post-it un po’ ovunque, per segnare le ricette da provare assolutamente, dall’insalata di mais abbrustolito, kale e patate dolci alla zuppa di cardamomo e anice stellato con zucca invernale, dal rotolo alle arachidi della california ai rotolini ai fichi ed earl grey. La scelta per il post di oggi, alla fine, è ricaduta su questa insalata dal gusto agrodolce. Avevamo una bellissima zucca gialla quintale (ammettiamo di aver dovuto cercare su internet per scoprire il nome di questa zucca…ci sorprende sempre vedere quante infinite varietà di questo ortaggio possano esistere!) e, sebbene Anna suggerisse di usare una zucca violina, ci siamo dette che l’insalata sarebbe stata ugualmente straordinaria…e così è stato! Adoriamo come la dolcezza della zucca venga unita al sapore forte e amaro di radicchio e semi di finocchio, e bilanciata sapientemente dalla freschezza della menta e da una vinagrette agrodolce di aceto balsamico – noi abbiamo usato quello bianco – e datteri. Non sentitevi scoraggiati e non lesinate nel condire l’insalata per il fatto che zucca e datteri siano due elementi dolci e per la paura che possano risultare stucchevoli: vi promettiamo che non lo sarà, e parliamo da persone che non hanno decisamente una propensione a gusti molto dolci. Adesso, forse vi chiederete: perché pubblicare solo adesso una recensione tanto piena d’amore per un libro già uscito nel 2014? Semplice: perché adesso (precisamente, dal 20 ottobre), se non lo conoscevate o non siete pratici con l’inglese, lo potete acquistare tranquillamente in libreria, tradotto in italiano ed edito da Eifis. Vi assicuriamo che sarà uno di quei libri dei quali non potrete più fare a meno!

zucca-anna-joneszucca-anna-jones-6

Insalata di zucca arrostita con za’atar e dressing ai datteri
da A Modern Way To Eat di Anna Jones
PORZIONI: 4
NOTE: Anna aggiunge alla zucca anche dei semi di papavero, ma poiché non li avevamo li abbiamo omessi. Aggiungeteli pure, se li avete. Non esagerate con i semi di finocchio (altrimenti conferiranno un gusto troppo amaro) e, invece, non lesinate con il dressing che aiuta a bilanciare tutti i sapori.

Ingredienti:
500g di zucca
1 o 2 cespi di radicchio
1 melagrana
2 cucchiai di menta fresca
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaio di semi di sesamo
1 cucchiaino di semi di finocchio
1 cucchiaino di cannella
1/3 cucchiaino di peperoncino in fiocchi
sale rosa dell’himalaya
pepe nero

2 datteri medjool
3 cucchiai di aceto balsamico bianco
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1/2 limone, il succo

Procedimento:
Preriscalda il forno a 200°C. Priva la zucca dei semi e tagliala in pezzi o in spicchi. Pesta grossolanamente i semi di finocchio. Metti la zucca in un foglio d’alluminio e aggiungi olio, sale, pepe, semi di finocchio, cannella, semi di sesamo e peperoncino. Mescola bene la zucca con tutte le spezie, richiudi il foglio d’alluminio e inforna per circa 30 minuti o finché la zucca sarà cotta. Nel frattempo, schiaccia i datteri con una forchetta e mescolali con aceto balsamico, olio e succo di limone fino ad ottenere una salsa liscia. Se i tuoi datteri non dovessero essere molto morbidi, frulla tutti gli ingredienti insieme in un blender potente. Riunisci la zucca cotta, il radicchio e i semi della melagrana. Condisci bene con la vinagrette, cospargi con la menta e servi.

zucca-anna-jones-4

Roasted squash with za’atar and date dressing
from A Mondern Way To Eat by Anna Jones
SERVES: 4
NOTES: Anna seasons the squash with some poppy seeds too. As we hadn’t any by the hands, we just skipped them. If you have them, feel free to add them. Don’t be too generous with fennel seeds (otherwise the dish will taste pretty bitter) and, on the oder hand, don’t by shy with the dressing, as it helps balancing all the flavors.

Ingredients:
500g squash
1 or 2 heads of radicchio
1 pomegranate
2 tbsp fresh mint leaves
1 tbsp extravirgin olive oil
1 tbsp sesame seeds
1 tsp fennel seeds
1 tsp cinnamon
1/3 tsp chilli flakes
pink himalayan salt
black pepper

2 medjool dates
3 tbsp white balsamic vinegar
2 tbsp extravirgin olive oil
juice of half 1/2 a lemon

Method:
Pre-heat oven to 180°C. Lightly crush fennel seeds. Chop the squash and season with olive oil, sesame seeds, crushed fennel seeds, cinnamon, chili flakes, salt and pepper. Mix it well so all the flavors will be combined. Wrap the seasoned squash in aluminium foil and bake it for 30 minutes or until it will be tender.

Roughly chop radicchio heads and deseed the pomegranate. Place them in a bowl and set them aside.

Mash date with a fork and mix them with olive oil, lemon juice and balsamic vinegar. Alternatively, place everything in a blender and blend until smooth.

Add cooked squash in the bowl where you put radicchio and pomegranate seeds. Season with the dressing (you’ll need it all) and top with fresh mint leaves. Taste and season with a little more salt if necessary. Serve.

Marta e Mimma

12 Comments

  1. Rispondi

    zia consu

    18 Ottobre 2016

    Come vorrei avere anch’io un’immensa libreria piena di ricettari come questo O_O peccato che nella mia microcasa sarebbe impossibile :-( mi godo i vostri esperimenti e replico ^_*

  2. Rispondi

    ConUnPocoDiZucchero Elena

    19 Ottobre 2016

    da voi arrivo, richiamata dal titolo del vostro post che al suon di zucca mi fa apparire occhietti a cuoricino, e dal desiderio di leggervi dopo un pochino di tempo incui sono stata Ludovicamente Assente :D
    Mi godo un po’ di vosi stamattina, con calma e naturale bontà! <3

  3. Rispondi

    Chiara

    19 Ottobre 2016

    adesso che sto incominciando ad apprezzare la zucca non posso che guardare con desiderio le vostre foto, brevissime come sempre, un bacione !

  4. Rispondi

    Virginia

    19 Ottobre 2016

    Io invece non compro libri da una vita perchè tutte le volte che me ne capita uno per le mani, in libreria, non sono soddisfatta appieno e lascio perdere. Ultimamente sono più esigente del solito ed è difficile conquistarmi! Però, che ve lo dico a fare: sapete quanto ami la zucca cotta in forno, lo zaatar e i sapori mediorientali, per cui questa insalata deve finire anche nel mio piatto ;-)
    Un bacione e buon pomeriggio!

  5. Rispondi

    Peanut

    19 Ottobre 2016

    Ecco io starei ore in libreria a sfogliare ricettari ma poi torno a casa sempre a mani vuote..devo proprio provarla anch’io questa cosa dei post it, perchè poi mi scordo completamente delle ricette viste e finisco per provarne effettivamente una -se va bene- ogni morte di papa (che coincide con le volte in cui casualmente mi ritrovo ad aprire il libro e a riattivare il barlume dell’ispirazione della prima volta). Il libro ancora non l’ho mai “incontrato” ma da quello che avete accennato sembra interessante (anzi: io aspetto il rotolo alle arachidi sul blog lo sapete vero???!) quindi probabilmente su questo ci farò un pensierino. La zucca al forno l’ho mangiata anche oggi ma questa sweet&sour mi stuzzica parecchio, l’accoppiata con i datteri non mi spaventa affatto, anzi! ..mi viene voglia di rimangiarla anche a cena!!:D

  6. Rispondi

    Silvia Brisi

    19 Ottobre 2016

    Stupenda!! Mi riempirei di libri del genere, e non è detto che questo non lo compri, ma poi non ho il tempo di sperimentare tutte le ricette e questo mi frustra tantissimo!!!
    Che super piatto!!
    Buona serata!

  7. Rispondi

    ricettevegolose

    21 Ottobre 2016

    Vi adoro perché voi riuscite sempre a dimostrare che mangiare sano non comporta rinunce anzi! Questa insalata con i suoi colori è proprio irresistibile… unico problema, temo che metà potrei mangiarmela da sola :) Un abbraccio care <3

  8. Rispondi

    Simo

    22 Ottobre 2016

    Passando da voi amiche mie, scopro sempre un mondo nuovo di libri e di ricette belle, sane e coloratissime che Ogni volta mi stupiscono ed esaltano….
    Grazie!
    Un grande abbraccio e buon fine settimana

  9. Rispondi

    Francesca

    23 Ottobre 2016

    Quando i piatti autunnali hanno la stessa solarità e freschezza dei piatti estivi, secondo me si è fatta una specie di magia, perchè si sono annullati i confini temporali e le stagioni si prendono per mano! :-)
    Sembrano spicchi di sorrisi, quelle mezzelune… e nota di colore è una pennellata, incredibile come si possa dipingere con il cibo! I libri di cucina ci fanno da ispirazione e da modelli, ma è indubbio che ognuno li interpreta a suo modo ed esprime poi la sua natura, quando prova ricette… qui vedo allegria, energia, entusiasmo… e non credo sia un caso, no!
    ps: aspetto la zuppa di cardamomo e anice stellato con zucca invernale, mi incuriosisce troppo!

  10. Rispondi

    Francesca

    23 Ottobre 2016

    (ho dimenticato una parola… “ogni” nota di colore è una pennellata)

    :-)

  11. Rispondi

    Laura & Nora @Our Food Stories

    24 Ottobre 2016

    very stunning pictures and it looks so delicious <3

  12. Rispondi

    Margherita

    25 Ottobre 2016

    Ma sapete che mia mamma ha comprato uno dei libri di cui avete parlato in qualche ricetta passata? Mi ha detto “Ho comprato il libro che consigliavano le tue amiche, mamma e figlia”. La cosa mi ha fatto sorridere, mi pare che lei riesca a tenere le fila molto meglio di me! Ultimamente la zucca passa dal forno almeno una volta a settimana, se non di più, ma mi limito ad insaporirla in modo semplice e a mangiarla con un po’ di hummus. Visto che siete le mie “spacciatrici” di ricette da insalata e che fino ad oggi tutte quelle che ho provato mi hanno stra convinta non potrò esimermi dal provare pure questa! Un bacione ad entrambe….

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS