Carciofi sott’olio

IMG_4292

Un posto d’onore fra le nostre verdure preferite (che, in realt?, includono praticamente qualsiasi ortaggio esista) ? occupato dai carciofi. Spinosi fuori, ma da un cuore cos? tenero… ? buffo pensare come un bel po’ di anni fa, quando la pi? piccola di noi era pi? bambina di adesso – perch? anche se maggiorenne, si rimane pur sempre bambini, no? -, questi, invece, risultassero essere tra i pi? sgraditi. Non per il sapore, quello non contava affatto, quanto per il loro essere fogliosi e, soprattutto, cotti. Niente che non fosse estremamente croccante e a prova di dente sarebbe passato sotto quei dentini. Crescendo, per fortuna, certi piccoli limiti sono andati attenuandosi fino a scomparire del tutto: se prima di broccoli e cavolfiori non se ne poteva neanche parlare e degli spinaci cotti al vapore sarebbero stati quanto di pi? terribile potesse esistere, oggi, al contrario, sono all’ordine del giorno – senza per? escludere l’amato crunch delle verdure crude – ed estremamente apprezzati. Uno dei fattori che ? stato pi? d’aiuto nell’approccio ai carciofi crudi ? stato, qualche anno fa, l’acquisto di un barattolo da 1kg di carciofini sott’olio dell’azienda agricola biologica dalla quale ci forniamo abitualmente: furono consumati talmente voracemente e velocemente nel giro di 24h da non lasciarne alcuna traccia. Quell’anno comprammo una quantit? imbarazzante di carciofini sott’olio. Poi, per?, poich? ogni tanto tendiamo a dimenticarci delle cose e poich? i carciofi freschi non risultarono pi? un problema, tendemmo a dimenticarci di quel tanto venerato barattolo di sott’oli. In queste settimane, per?, dopo non averli consumati per anni senza una precisa ragione, ma solo per pura pigrizia (s?, perfino di comprarli!), siamo state spinte da quel solito moto che ci porta a prepararci tutto in casa (vedi la salsa di pomodoro che, rigorosamente, prepariamo ogni estate) e abbiamo deciso di riempire vasi di olio, prezzemolo e profumi come aglio, peperoncino e pepe a piacere. Non l’avessimo mai fatto! I carciofi sono risultati talmente buoni persino dopo soli 3 giorni – s?, dovrebbero aspettare un mese, ma bisognava pur assaggiarli, no?! – da essere consumati tutti in una sola sera.

IMG_4256

Ingredienti:
10 carciofi spinosi biologici o circa 50 carciofini
6 steli di prezzemolo
2 spicchi d’aglio
2 limoni
1/2 peperoncino rosso fresco
1l di acqua
500ml di aceto di mele
1 cucchiaino di pepe nero
olio extravergine d’oliva
sale grosso integrale

IMG_4250

Procedimento:
Pulisci i carciofi privandoli delle foglie esterne pi? dure. Tagliali a met? e privali della barbetta interna. Tagliali a spicchi. Mettili a bagno in una ciotola con abbondante acqua con il succo di 1 limone. Dopo 5 – 6 minuti, cambia l’acqua e aggiungi il succo del secondo limone. Tieni a bagno i carciofi per altri 5 minuti. Nel frattempo, porta a bollore una pentola capiente con 1l di acqua e 500ml di aceto di mele. Quando star? bollendo, aggiungi i carciofi ben scolati e lascia cuocere per 10 minuti (qualora tu decida di utilizzare i carciofini, cuocili soltanto per 5 minuti) da quando l’acqua riprender? a bollire. Scolali e mettili in un panno per asciugarli. Quando ti accorgerai che il panno sar? umido o bagnato, cambialo e usane uno asciutto,?lasciando i carciofi ad asciugare per tutta la notte, coperti da un altro panno asciutto, in un luogo fresco. Il mattino seguente, sistema bene gli spicchi dei carciofi?in un grande?barattolo sterilizzato, alternandoli con sale grosso, peperoncino, aglio, pepe nero e steli di prezzemolo. Continua cos? fino a riempire tutto il vaso. Coprili completamente con olio extravergine d’oliva. Aiutandoti con un cucchiaio, spingi i carciofi verso il fondo del barattolo per eliminare le eventuali bolle d’aria createsi nell’olio. Copri e lascia riposare in un luogo fresco, asciutto e buio. Dopo 24 ore, ricontrolla il barattolo e, qualora si siano create altre bolle d’aria, spingi nuovamente i carciofi verso il fondo del barattolo per eliminarle. Aggiungi altro olio se necessario fino a coprire interamente i carciofi.?Sigilla con un coperchio e lascia riposare almeno 1 mese (ma anche 1 settimana, se hai troppa fretta!) prima di consumarli.
IMG_4265

Marta e Mimma

11 Comments

  1. Rispondi

    tizi

    15 aprile 2016

    ? meraviglioso preparare in casa questo tipo di alimenti! confesso, a mia volta, di esser sempre stata pigra con i carciofi ma mi riprometto di cambiare, come avete fatto voi… specialmente se la promessa ? un barattolino da dimenticarsi in dispensa e poi aprire al momento del bisogno per scovarci dentro queste piccole delizie!
    baci, buon fine settimana :)

  2. Rispondi

    ricettevegolose

    15 aprile 2016

    Anche io ho iniziato ad apprezzare il sapore corposo e la consistenza dei carciofi solo in et? quasi adulta… ma ora sono tra le mie verdure preferite, li adoro in ogni forma! Non ho mai provato a realizzarli sottolio in casa, ma questa vostra bella ricettina mi ha proprio messo voglia di provarci! Un abbraccio care, buon weekend :*

  3. Rispondi

    MARI

    15 aprile 2016

    Eccomi qui!
    io ho sempre adorato i carciofi, soprattutto quelli sottolio!
    Devo razionarli…altrimenti son capace di mangiare un vasetto intero!
    scatti golosi!!! :-D

  4. Rispondi

    Virginia

    15 aprile 2016

    La pigrizia certe volte gioca brutti scherzi, ma vuoi mettere la soddisfazione di aprire un barattolo di carciofini fatti in casa? Io li adoro e sulla tavola di Natale non mancano mai… ? una nostra tradizione che ci porta un po’ di primavera anche a dicembre! Al contrario di Marta li ho sempre amati, crudi o cotti, ma quando andavo a scuola ero l’unica bambina con la lingua perennemente nera in primavera, mi sentivo un marziano :-D
    Un bacione e buon fine settimana!

  5. Rispondi

    Silvia Brisi

    15 aprile 2016

    Ah ah, anche io faccio fatica a dire quale sia la mia verdura preferita, ad ogni modo i carciofi sono in pole position e cos? sott’ olio . . . meravigliosi!!
    Buon we!!

  6. Rispondi

    zia Consu

    15 aprile 2016

    Anch’io per anni non ho mangiato i carciofi ma da qualche tempo sono diventati onnipresenti nella mia cucina..e come mi sono mancati!!!
    Questa vostra proposta sott’olio ? da provare prima che i carciofi siano off limits ^_^ Grazie ragazze e felice we <3

  7. Rispondi

    Chiara

    16 aprile 2016

    ? una buona idea prepararli e conservarli per il periodo in cui non ci sono,foto meravigliose !Buon we

  8. Rispondi

    Francesca P.

    17 aprile 2016

    Sapete che in casa sono stata abituata (viziata?!) ad avere sempre un buon barattolo di carciofi sott’olio? Lo prendo da una signora a Trastevere, la classica romana verace che rispecchia la parte pi? vera e genuina che resiste… la conobbe mio padre anni fa e da allora andiamo a fare scorte per tutto l’anno! Sono sicura sarebbe fiera di voi e del vostro vasetto preparato con la cura che vi contraddistingue, in cui c’? un letto d’olio in cui mi tufferei subito, come fossi anche io un carciofo! Splash! :-)

  9. Rispondi

    Margherita

    18 aprile 2016

    Se c’? una cosa che mi manca sono i carciofi… da queste parti sono insostenibilmente cari e gommosi come una palla! Facciamo a cambio fra un barattolo di questi meravigliosi carciofi e una bottiglia di sciroppo d’acero, che ne dite?

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS