Insalata di riso rosso, quinoa, ceci e menta piperita

IMG_4431

Se siete abituati ed affezionati alla solita insalata di riso, magari con il riso scotto, barattoli di verdure sottaceto e sottolio e qualche pezzetto di w?rstel crudo giusto per completare il tutto, questa insalata non fa per voi. Che poi, chiss? perch?, l’insalata di riso sembra essere sempre l’unica idea plausibile rispetto a un qualsiasi pasto da portare durante le cene estive. “Tu che porti?” “Insalata di riso!” e fu cos? che si ritrovarono con dieci ciotole di insalata di riso e nient’altro… Insomma, fatto sta che la nostra non-insalata di riso nasce per un’esigenza specifica e particolare: proprio ieri, infatti, un po’ timide e impacciate, ci siamo ritrovate a presentare insieme a Sara?quel famoso libro?in uno spazio che sembrava calzargli a pennello, quale un negozietto di commercio equo&solidale?(anzi, IL primo negozietto di questo genere qui a Palermo, che nasce ben 22 anni fa). In primis, oltre all’emozione e all’imbarazzo da sconfiggere, era necessario trovare qualcosa da mettere sotto i denti che rispecchiasse sia l’anima del libro sia quella del locale dove ci trovavamo a presentarlo: per questo ci ? venuta incontro Stefania, alludendo ad una meravigliosa insalata di Ottolenghi preparata qualche anno fa che aveva poi re-interpretato aggiungendo della quinoa. Soltanto dallo scintillare dei suoi occhi nel descrivercela, abbiamo capito quanto si trattasse di un’insalata speciale. Abbiamo apportato piccole modifiche in base a ci? che avevamo a casa e ai prodotti che ci erano stati forniti: riso rosso thai piuttosto che basmati e una dose pi? abbondante di quinoa. La cipolla poi, piuttosto che infarinata e fritta, soffritta e quasi caramellata, senza bisogno per? di aggiungere zucchero e una manciata di anacardi che con sapori forti e intensi come cumino e curry si sposano sempre benissimo. Ci siamo poi permesse anche di ridurre un po’ la quantit? di uvetta, in quanto non volevamo che risultasse troppo dolce e aggiungere il tocco fresco, piccante e speziato del lime che amiamo molto. Ma ci? che ha fatto sinceramente la differenza ? stata una dose massiccia (per dire, noi abbiamo finito un’intera piantina…) di menta piperita, freschissima e pungente. Noi – giusto per assicurarci che andasse bene, eh… – che ne avevamo preparato una porzione decisamente pi? abbondante rispetto a quella che trovate qui sotto, ne abbiamo mangiato un piatto per pranzo, rimanendo piacevolmente colpite dal contrasto dolce – salato – piccante che in generale ci piace molto. Mai per? avremmo immaginato che questa insolita insalata di riso potesse avere un cos? grande risultato. Cos?, fra il racconto di un gruppo di foodblfoggers di tutta Italia riunite in un unico libro e la storia di un’amicizia (e qualche timida firma in un paio di libri), abbiamo visto pian piano scomparire le ciotoline messe in fila perch? ognuno potesse servirsi con commenti come “caspita, che buono!” o “ma questa ricetta c’? sul libro?”. Chiamiamola dunque un “fuori libro”, a grande richiesta, qui sotto la ricetta di quella che ? stata l’insalata di riso pi? “felice” da molto tempo.

IMG_4448 IMG_4457IMG_4471

Ingredienti:
170g di riso rosso thai integrale
110g di quinoa
240g di ceci cotti
70g di uvetta sultanina
30g di anacardi
1 cipolla rossa
4 – 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
3 cucchiai di menta piperita tritata
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
2 cucchiaini di cumino
1 e 1/2 cucchiaino di curry in polvere
1 lime, il succo
sale integrale
pepe nero

IMG_4420

Procedimento:
Metti l’uvetta ammollo in abbondante acqua. Metti in una pentola il riso, coprilo con acqua fredda e portalo ad ebollizione. Lascia cuocere per circa 30 minuti dal momento dell’ebollizione o finch? sar? cotto ma al dente. Sala l’acqua durante gli ultimi 10 minuti di cottura. In un’altra pentola, metti la quinoa sciacquata prima sotto l’acqua corrente (cos? da eliminare la saponina, che potrebbe renderla amara), copri con acqua fredda e porta ad ebollizione. Aggiungi un po’ di sale e lascia cuocere per 15 minuti. Scolala e sciacquala sotto l’acqua fredda. In un tegame scalda 1 e 1/2 o 2 cucchiai di olio insieme al curry e al cumino. Aggiungi i ceci, aggiusta di sale, e fai insaporire per circa 7 minuti. In una ciotola riunisci i ceci, il riso rosso, la quinoa e l’uvetta scolata e ben strizzata e mescola bene. Nel frattempo affetta una cipolla e mettila in padella e falle cuocere con poca acqua. Quando questa sar? stata completamente assorbita, aggiungi il restante olio e fai rosolare per 4 – 5 minuti, aggiungendo ?un pizzico di sale. Aggiungi anche questa alla ciotola con gli altri ingredienti e mescola bene. Trita gli anacardi e unisci anche questi. Trita finemente la menta (deve essere molto abbondante) e il prezzemolo e profuma l’insalata con gli odori. Irrora con il succo di lime, aggiusta di pepe e sale qualora dovesse essere necessario e mescola bene. Lascia riposare un paio d’ore e servi fredda. Per 4 – 6.

IMG_4538

Marta e Mimma

12 Comments

  1. Rispondi

    MARI

    31 Luglio 2015

    Appetitosa! e originale che sicuramente sar? stata apprezzatissima proprio perch? si discosta dalle classiche “insalate estive di cereali” ! Buona! …e complimenti ancora per il libro! ;-)

  2. Rispondi

    Peanut

    31 Luglio 2015

    Ah ragazze ma che bont? che avete tirato fuori! Sono sicura che le sostituzione siano andate solo a migliorare la ricetta originale -la cipolla caramellata invece che fritta poi..:D, e essendo questa gi? dolce, anche ridurre un po’ l’uvetta, l’aggiunta del lime e della menta..- e ora ho solo una gran voglia di assaggiare questo tripudio di freschezza e originalit?:)
    Complimenti per la presentazione, un bacione!

  3. Rispondi

    Ro

    31 Luglio 2015

    Non so cosa avrei dato per esserci e vedere le vostre guanciotte diventare appena rosate alla mia richiesta di un autografo! Ci credo che questa insalata non convenzionale ma piena d’arte ? andata a ruba… e soprattutto credo al vostro palato e alla voglia di condividere cose buone! Lo fate sempre!
    Vengo ad augurarvi buone vacanze ed invece una buona estate me l’avete messa voi nel piatto bella dolce-salata-piccante!
    Quindi grazie! :)
    :*

  4. Rispondi

    Monica

    31 Luglio 2015

    Sono felice, felicissima che sia stata una bella serata, che ho visto ricca di persone e sorrisi dalle foto! E quest’insalata…meravigliosa! Io ogni estate propongo sempre insalata di riso, soprattutto a giugno e luglio quando ho il suocero a pranzo tutti i giorni, e odio tantissimo i preparati gi? pronti sott’aceto. Ci metto di tutto, faccio fuori scorte di conserve, verdura fresca, spezie e poi cerco sempre di variare la tipologia di riso…insomma, che dire di questa? Meravigliosamente buona, bella e ora per voi sicuramente con un significato speciale <3 Bacioni grandi

  5. Rispondi

    Ileana

    31 Luglio 2015

    Queste sono le insalate che piacciono a me! La mia preferita da un po’ di tempo ? quella di quinoa, che sia in estate con le verdure al forno o in autunno con la zucca e la melagrana, la quinoa rimane una costante a cui non posso rinunciare! Qui poi c’? anche il riso rosso, i miei amati ceci, la menta..e altri ingredienti che adoro come gli anacardi o l’uvetta, ma mica avevate dubbi?! Siete una certezza…:*

  6. Rispondi

    Anna Rita

    31 Luglio 2015

    Le insalate che amo! quando vedo un’insalata di riso con i sotto aceti e i wurstel..scappo!! So che non ? carino, ma inizio a farle l’autopsia ed elimino tutto ci? che pu? essere eliminato ,riducendo , cos?, il piatto in un vero scempio :) a questa fantastica insalata non ci rinuncerei mai e…mangerei anche il piatto! se solo fosse possibile ;)

  7. Rispondi

    Paola

    31 Luglio 2015

    Ottolenghi io lo adoro e questo ? ormai un dato di fatto. E voi che siete cos? brave a reinterpretare sue ricette, personalizzandole, che in fondo anche qui sta il bello dello sperimentare in cucina: reinterpretare e rendere pi? vicine a noi quello che vediamo e proviamo :) Questa insalata di riso deve essere davvero felice, con tutti quei chicchetti profumati e colorati.. e poi i contrasti di sapori a me piacciono moltissimo :)

  8. Rispondi

    zia Consu

    31 Luglio 2015

    Non oso immaginare che esperienza emozionante e con questa deliziosa insalata avete fatto proprio breccia nel mio cuore :-)

  9. Rispondi

    ricettevegolose

    2 Agosto 2015

    Troppo bella e golosa questa insalata! E foto spettacolari :) Complimenti, un abbraccio!

  10. Rispondi

    Margherita

    2 Agosto 2015

    Mi riaffaccio qui in punta di piedi dopo qualche “ricetta” di assenza… complice il caldo che ? arrivato tremendo qui, un’amica che mi ha fatto visita dall’Italia e questa dolce “voglia di far niente” che sta accompagnando i miei ultimi gg di gravidanza…. quest’insalata per? non me la voglio far sfuggire! Domani arriva la mia mamma dall’Italia, avr? la cuoca personale che sar? contentissima di prepararla e mangiarla!

  11. Rispondi

    Silvia Brisi

    2 Agosto 2015

    Deliziosa!!! Io devo alternare, fosse per me le insalate di roso sarebbero tutte pi? o meno cos? ma il marito ? tradizionale e vuole quella con i sottoaceti e il temibilissimo wurstel, certo ci metto anche altre cosine per renderla meno peggio ma ogni tanto mi toca!! Ok, questa proprio me la devo fare e se la dovr? beccare anche il marito!!! Ottima!!!

  12. Rispondi

    Erika giochidizucchero

    3 Agosto 2015

    Superlativa ricetta… brave voi!!!!!! <3

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS