Galette di segale con frutta estiva

IMG_1741

Uno dei dubbi esistenziali e delle scelte pi? difficili nella vita ? quella di eleggere un solo frutto estivo che possa essere il preferito. Se lo si chiedesse alla pi? piccola di noi in inverno, quella risponderebbe senza problemi le mele, ma solo quelle piccolissime e rosse. La pi? grande, invece, probabilmente dichiarerebbe di non amare particolarmente la frutta invernale. Il problema sorge quando arriva l’estate e con s? porta una ricchezza tale di frutta da competere con gli uomini pi? ricchi del pianeta: albicocche, ciliegie, fragole, pesche, frutti di bosco, fichi, prugne, susine e ancora tanti altri! Quando si tratta, dunque, di dover sceglierne uno solo, la cosa diventa seria. E?poich? avevamo voglia di una torta rustica, semplice e poco zuccherina e l’idea di una galette ci stuzzicava gi? da tempo (di quelle che, volendo, puoi servire con un po’ di creme fraiche o una pallina di gelato), quando abbiamo dovuto decidere con quale frutto farcirla, abbiamo deciso di usare tutti quelli a nostra disposizione. Sabato scorso, poi, abbiamo scovato al solito mercato, accanto ad una confezione?di more, due vaschette di tale?”uva giapponese“, una di quelle cose che solo il nome ti intriga e ti manda fuori di testa: i suddetti fruttini ricordano incredibilmente, per forma e per sapore, i lamponi e con l’uva hanno poco a vedere; in pi??ha, rispetto al cugino lampone, dimensioni pi? piccole e colori pi? scintillanti. Poi ci sono ancora le fragole che continuano a crescere imperterrite in quel minuscolo vasetto che sta appeso all’altrettanto minuscolo balcone della cucina, di quelle che se le tagli dentro, vedi solo rosso e neanche un filo di polpa ancora bianca e svegliarsi la mattina per vedere se sono cresciute ed affettarle nel solito e immancabile yogurt della colazione ? un piacere. Quanto alla pasta, era da un po’ che volevamo provare ad usare l’olio di cocco al posto del burro: l’esperimento ? riuscito davvero bene, l’olio di cocco in frigo si solidifica e diventa solido come mister?burro (se non di pi?) e insomma, farci una base per galette e crostate rustiche ? semplicissimo! Ultimo ma non ultimo, lo sciroppo d’acero nella frutta: funziona davvero bene ma, se volete aumentare le dosi (d’altronde, la pasta non ha zucchero) fate pure. Con queste dosi ne uscir? fuori una tortina abbastanza piccola, diciamo da 18cm di diametro…importantissimo ? non stendere la pasta troppo sottile – ma neanche lasciarla troppo alta -, ? vero che c’? della farina di mandorle sul fondo che assorbir? gran parte del liquido della frutta, ma non vogliamo mica che la pasta si inzuppi e diventi molliccia, eh. Detto questo, pensiamo di aver finito: buona galette!

IMG_9555 IMG_9826

Ingredienti:
100g di farina di farro (noi molino rossetto)
30g di farina integrale di segale
65g di olio di cocco, freddo
55g di acqua fredda
1 cucchiaio di aceto di mele
un pizzico di sale integrale

3 albicocche
65g di ciliegie
50g di mirtilli
50g di fragole
45g di uva giapponese (o lamponi)
45g di more
2 – 3 cucchiai di sciroppo d’acero
2 cucchiai di farina di mandorle
1 cucchiaio di amido di mais
il succo di 1/2 lime

Procedimento:
Lavora velocemente le farine con l’olio di cocco freddo e solido fino ad ottenere delle briciole. Aggiungi il sale, l’acqua freddissima e l’aceto e impasta fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea. Lascia riposare in frigo per almeno 1 ora. Esci la pasta dal frigo e, spolverando il piano con farina di farro, stendila fino ad ottenere un disco da 24 cm di diametro circa. Disponi la pasta stesa su un foglio di carta forno e lascia riposare in frigo mentre prepari la frutta. Taglia a met? le albicocche e riuniscile in una ciotola con le ciliegie denocciolate e tagliate a met?, le fragole affettate, l’uva giapponese (o i lamponi), le more e i mirtilli. Condisci velocemente con lo sciroppo d’acero, il succo del lime e l’amido di mais, mescolando bene. Esci la pasta dal frigo, bucherella la base e cospargi con la farina di mandorle. Disponi la frutta e il suo liquido, piega i bordi della galette e lascia riposare in freezer per 10 – 15 minuti. Preriscalda il forno a 200?C. Inforna per 20 minuti, poi abbassa la temperatura a 180?c e lascia cuocere per altri 30 – 35 minuti.

IMG_1752

Marta e Mimma

29 Comments

  1. Rispondi

    Lisa

    26 Giugno 2015

    Peccato che sono allergica al nichel e il farro mi da noia… questa ricetta mi fa una voglia pazzesca!

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      26 Giugno 2015

      questo s? che ? un vero peccato! grazie di essere passata:-)

  2. Rispondi

    Larobi

    26 Giugno 2015

    Passare da voi ? davvero scoprire mille magie ….ingredienti, idee, colori che ispirano !!! Complimenti care questa gallette ? davvero bellissima e , come sempre , molto originale. Non ho mai pensato che l olio di cocco potesse trasformarsi in pseudo burro…non finisco mai di imparare !!! Vi mando un abbraccio grandissimo e….foto stupende !!!! ??

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      26 Giugno 2015

      cara Roberta, abbiamo imparato anche noi che l’olio di cocco ? lo pseudo-burro dei vegani! praticamente lo metti che ? liquidissimo in frigo e dopo davvero poco si solidifica che ? una meraviglia…diventa persino pi? duro del burro! poi, smetteremo mai di ringraziarti? Hai sempre delle belle parole per noi, un abbraccio forte a te cara:-*

  3. Rispondi

    Silvia Brisi

    26 Giugno 2015

    Bellissima!! Non ho mai usato l’ olio di cocco e mi incurisisce tantissimo, in quanto alla frutta estiva, pi? ce n’? meglio ?!!!
    Davvero un dolce deliziso!!
    Buon fine settimana!!

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      26 Giugno 2015

      ecco, in realt? mancavano solo le pesche per infilarci tutta la frutta estiva alla quale non sappiamo resistere…

  4. Rispondi

    paola

    26 Giugno 2015

    cobdidido tutto ci? che hai detto e pensavo prorpio ad un dolce cos?,speriamo che non interviene mia figlai a cui non piacciono questi dolcie mi fa cambiare idea,a presto

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      26 Giugno 2015

      alla fine, basta una bella pallina di gelato e secondo me anche la figlia gradirebbe;-)

  5. Rispondi

    laura failla

    26 Giugno 2015

    Ricetta spettacolare :) che bont? assoluta!!!!!!!!!

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      26 Giugno 2015

      ovviamente che superasse le 24h di vita era un’utopia…

  6. Rispondi

    Su

    26 Giugno 2015

    s???, galletta TuTTi i Frutti!
    ottima, golosa e rustica come piace a me.
    Se voi mi dite che l’olio di cocco si pu? fare, come sapore intendo, quasi quasi lo provo, sono sempre un po’ restia ma di voi e del vostro gusto mi fido ciecamente!

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      26 Giugno 2015

      ciao carissima! Allora, l’olio di cocco non ? affatto invadente, se proprio sei sensibile ne potresti sentire un vago sentore, ma niente di eccessivo, stucchevole o che possa predominare sul gusto della frutta e della galette in s?…anzi, ti diremo, probabilmente proprio l’olio di cocco che conserva un po’ del profumo del cocco viene incontro alla pasta che non ha zucchero. Facci sapere!

  7. Rispondi

    Alessandra

    26 Giugno 2015

    Ma quanto sono belle le galettes…e pi? sono stortignaccole e pi? le amo. La vostra ? colorata e piena di sole…io ne ho fatta una tuuutta nera! Un abbraccio grande, ragazze! :)

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      26 Giugno 2015

      Alessandra, la tua galette non ci ? certo sfuggita e contiamo di passare al pi? presto per riscuotere la nostra porzione…e poi, pi? scure sono pi? sono rustiche e belle!!

  8. Rispondi

    Cristina

    26 Giugno 2015

    L’aspetto rustico e colorato di questa torta mi fa impazzire!

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      27 Giugno 2015

      grazie mille!!

  9. Rispondi

    Ale - Dolcemente Inventando

    26 Giugno 2015

    che buona la galette con la brutta estiva…chiss? che bont?! ciao ragazze, un abbraccio

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      27 Giugno 2015

      c’? da dirlo, non c’? niente come la frutta estiva…

  10. Rispondi

    Virginia

    26 Giugno 2015

    Eccomi qui, dopo aver pregustato questa galette un po’ di corsa questa mattina a colazione.
    In questi casi ? davvero impossibile scegliere tra un frutto e l’altro! Cos? spesso mi ritrovo a mangiare dei mix di frutta, perch? magari ho voglia sia di melone che di ciliegie, proprio come stasera… In estate potrei vivere tranquillamente di frutta e pomodori e praticamente faccio cos? ;-)
    Adoro le galettes per il loro aspetto rustico: mi piacciono quando sono belle ruvide e marroncine come la vostra e soprattutto mi piacciono quando sono piene di tanta buona frutta. Quest’anno ho resistito alla piantina di fragole, ma ogni volta che ci penso mi pento di non averla comprata :-( Sar? per l’anno prossimo! Per ora mi accontento di mangiare mentalmente quella che vedo qui sopra, che ha tutta l’aria di essere squisita ;-)
    Un bacio grane e buon finesettimana!

  11. Rispondi

    zia Consu

    26 Giugno 2015

    Che meraviglia..mi incanto solo a guardarla O_O chiss? che delizia, ho l’acquolina :-P
    Buon we ragazze e a presto <3

  12. Rispondi

    Chiara

    27 Giugno 2015

    Concordo pienamente sul fatto che non ci sia un frutto TOP dell’estate..io li adoro tutti!!! Meravigliosa la vostra gallette! Sembra un quadro!! :-) buon weekend ragazze

  13. Rispondi

    Margherita

    27 Giugno 2015

    E mica semplice scegliere il frutto migliore dell’estate… basta guardare il mio frigo per rendersene conto…. della serie chi pi? ne ha pi? metta! Per quanto riguarda la galette… la prossima settimana ne pubblicher? anche io una, intanto mi godo la vostra!

  14. Rispondi

    Paola

    28 Giugno 2015

    Mentre leggevo pensavo anche io a quale potesse essere il mio frutto estivo preferito e se devo dirla tutta non ci sono proprio riuscita. Ho pensato al cocomero, ma poi hanno fatto capolino le ciliegie. Mi sono venute in mente le pesche, quelle gialle percoche, ma poi subito i fichi hanno preteso un posto d’onore. Insomma,s? ? difficile. Allora meglio pensare a un dolcetto come il vostro che ne contenga il pi? possibile. La galette l’ho preparata qualche giorno fa. Avevo del rabarbaro regalatomi da Francesca e non potevo non prepararci qualcosa di francese :)

  15. Rispondi

    ricettevegolose

    28 Giugno 2015

    Care Marta e Mimma, da qualche tempo le vostre ricette mi hanno incantata su IFood e oggi sono venuta a scoprire il vostro blog, certa di trovare quell’affinit? che avevo gi? intuito…ricette semplici, naturali, golose, proprio come piace a me (e come amo condividere sul mio blog) :) Inoltre la cucina ? una passione che mi ha trasmesso proprio mia mamma e trovo che gestire un blog insieme sia una cosa dolcissima! In poche parole, vi conosco pochissimo ma gi? vi adoro! E torner? a trovarvi presto :)

  16. Rispondi

    Peanut

    28 Giugno 2015

    COSA VEDONO I MIEI OCCHI COSA.
    Ora, voi sapete che non amo affatto cuocere la frutta e che non amo neanche i dolci cotti ultimamente,ma l’unico per cui potreu fare un’eccezione ? la galette. Mi piace tantissimo il suo far della frutta l’elemento principe e non accessorio, cui la base, rustica ed essenziale, fa solo da vassoio.
    Stesso problema per eleggere un solo frutto estivo a preferito, direi forse le pesche, ma per fortuna non si deve scegliere!!
    Questa ? davvero bellissima ragazze, e soffro al pensiero di non avere ancora il forno per poterla fare, spero di risolvere il problema prima che l’estate finisca perch? la frutta invernale NON ? proprio la stessa cosa.
    Un bacione

  17. Rispondi

    Francesca P.

    28 Giugno 2015

    Le due albicocche sono occhi… sono gli occhi di Marta che vedono tutto con incanto, sono gli occhi di Mimma che osservano e vegliano con dolcezza, sono i miei occhi che hanno bisogno sempre di cose belle, sono gli occhi delle persone curiose che amano sperimentare e mangiare pi? frutta possibile… perch? ? come mangiare colore, energia, dolcezza!
    Mi complimento nuovamente, anche oggi, per le foto, perch? sanno esaltare la ricetta e venire una voglia pazzesca di assaggiare! Io inizierei dal punto, in alto, in cui si concentrano pi? more, ho un debole… ;-)

  18. Rispondi

    Chiara

    28 Giugno 2015

    difficile a starvi dietro, avete sempre una marea di idee deliziose!MI segno questa ricetta, grazie ! Buona settimana, un bacione

  19. Rispondi

    Ileana

    28 Giugno 2015

    Come dicevo prima alla pi? piccola di voi, ho l’olio di cocco da un po’ e dopo l’entusiasmo iniziale, non ho aperto il barattolo per un po’ e non ero certa di utilizzarlo. Ora per? dopo aver visto diverse ricette, compresa questa meraviglia qui, credo di essermi convinta!
    Gli ingredienti li ho sempre, appena ho un attimo di tempo libero la provo, so gi? che mi piacer? tantissimo!
    Vi abbraccio ragazze belle, siete speciali.
    :*

  20. Rispondi

    Simona Mirto

    30 Giugno 2015

    Uva giapponese? oddio leggo che si pu? sostituire con i lamponi, ma io vorrei troppo provarla… innanzitutto mi piacerebbe vederla…. le foto sono meravigliose e invitano al morso subito… squisita proposta… un abbraccio amiche :**

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS