Crostata di farro semintegrale con confettura (vegan)

IMG_5276Dopo quattro giorni di febbre intensa a 39, merluzzo e patate lessi e pastine in brodo, e giorni passati tra il mio letto e quello della mamma (perch? raggiungere il soppalco, ? faticoso…), una sera in un momento di lucidit? sono riuscita a mettere mano alla macchina fotografica e a fotografare questa crostata. Ci lamentavamo spesso, o, pi? che altro, una di noi?– indovinate un po’ chi? -, di come sul blog mancasse una crostata classica, di quelle semplici, con la frolla la marmellata e le striscioline sopra. Che poi, in effetti, la crostata ? uno di quei dolci cos? italiani e cos? di casa, che la pi? grande di noi preparava alla pi? piccola quando era ancora un cucciolo, insieme a manine cicciotte che fremevano dalla voglia di impastare. Le condivamo con una confettura o una marmellata fatta in casa, e poi, chiuse in un piccolo paniere ed infilate in un grande zaino da scuola, erano tutto ci? che si potesse desiderare per merenda. Cos?, nel tentativo di impastare qualcosa che fosse abbastanza semplice ma buono, ? venuta fuori questa pasta, inventata quasi per caso, non molto dolce, da condire con la propria confettura o marmellata preferita. Essendo una torta vegana, quindi non essendo presenti n? uova n? burro, la pasta, al momento di rovesciarla sulla teglia, tende a scomporsi: niente paura, basta compattare i buchi con le mani e, uscita dal forno, sar? perfetta. Se, ad esempio, si volessero fare dei biscotti ripieni di marmellata, il problema non si presenterebbe, in quanto avviene principalmente con i grandi pezzi di pasta. Potrebbe essere quasi definito un dolce senza zucchero, se non che la nostra confettura (quella invasata l’anno scorso)?lo conteneva. Sentitevi liberi di usare la vostra marmellata preferita, magari un?vasetto rimasto?dalle confetture di frutta estiva preparata l’anno scorso (fragole, albicocche…) o, perch? no, anche una buona composta senza zucchero, in commercio ne esistono tante di ottima qualit?: assicuratevi soltanto che sia abbastanza dolce, altrimenti la crostata potrebbe risultare troppo amara. Insomma, per essere un esperimento a noi ? piaciuta tanto?ed?? una buona idea per una colazione o merenda semplice e genuina.IMG_5286Ingredienti:
190g di farina di farro
60g di farina di farro integrale
60g di sciroppo di riso
55g di olio di riso
35g di acqua fredda
1 cucchiaino di cremor tartaro
un pizzico di sale rosa dell’hymalaia

150g di confettura di mirtilli, o quella che preferite

IMG_5272Procedimento:
In una ciotola o in una planetaria, mescola le due farine, il cremor tartaro e il sale. Aggiungi lo sciroppo di riso ed impasta fino ad ottenere un composto sbricioloso. In un bicchiere metti l’acqua e l’olio, poi versali sulla farina e impasta fino ad ottenere una palla omogenea (se necessario, aggiungi ancora pochissima acqua). Copri con stagnola o pellicola, e lascia riposare in frigo 30 minuti. Trascorso questo tempo, esci la pasta dal frigorifero e preriscalda il forno a 180?C. Infarina leggermente il piano di lavoro, bagna leggermente le mani d’acqua e?impasta velocemente?la pasta. Poi infarina nuovamente?il piano di lavoro e, con un matterello, stendila fin quando sar? abbastanza lunga da ricoprire uno stampo da 10x35cm o uno da 20cm.?La pasta risulter? difficile da tenere unita, ma tu compattala con le mani. Quando arriver? il momento di metterla sulla teglia, dividila in quattro quadrati, fai aderire bene ai bordi e compatta le parti separate ammaccando con la punta delle dita. Stendi la pasta rimanente in delle striscioline che ti serviranno per decorare la crostata. Con i lembi di una forchetta, fai dei buchi sul fondo della crostata e infornala con dei pesi di cottura per 5 minuti. Rimuovi i pesi di cottura e fai cuocere ancora 5 minuti. Esci dal forno, distribuisci la confettura e decora con le strisce di pasta preparate prima. Inforna per altri 15 minuti, esci e lascia raffreddare.

IMG_5270

11 Marzo 2015

Marta e Mimma

29 Comments

  1. Rispondi

    Erica Di Paolo

    7 Marzo 2015

    Una semplice crostata? Avete creato un’impasto che ? la fine del mondo!!!!!! Lo voglio assolutamente provare!
    Cucciokina, ora stai meglio? Mannaggia a quest’influenza. Pare non abbia preso solo me :D
    Un abbraccio e buona domenica, mie dolci fanciulle.

  2. Rispondi

    Virginia

    7 Marzo 2015

    Marta, sono felice di sapere che ti stai rimettendo! Con una merenda cos? sicuramente la febbre passa prima, eheh ;-) La crostata ? uno di quei dolci a cui non penso mai, eppure fa tanto casa e primi passi in cucina… Rappresenta proprio la nostra tradizione e sono convinta che dovrei farla pi? spesso! Vi confesso che mi piacerebbe proprio con la vostra marmellata, ma non avendola devo accontentarmi di quella di albicocche e vaniglia fatta quest’estate.
    Un abbraccio :-*

  3. Rispondi

    Francesca Q.

    8 Marzo 2015

    Che bellissimo racconto ….e che meraviglia di crostata…brave come sempre!!!

  4. Rispondi

    Peanut

    8 Marzo 2015

    E’ da tantissimo che voglio lo stampo per crostate rettangolare..lo trovo elegante e raffinato, e chiss? perch?. con la marmellata di mirtilli questa sensazione aumenta persino;D
    Ottima la base di farro e senza zucchero, e comunque ho visto che anche nella marmellata ce n’? proprio il minimo indispensabile…:)
    Mi piacciono le crostate, soprattutto se semplici e integrali, ne prenderei volentieri una fetta per il t? di oggi pomeriggio..
    Buona domenica e buona festa della donna (e buona guarigione Marta!<3)

  5. Rispondi

    LAURA

    8 Marzo 2015

    Proprio ieri sera ho sfornate delle mini crostate vegane :) che bont?! Io ho utilizzatato farina di mais e di riso…la crostata ? decisamente il mio dolce preferito! :)

  6. Rispondi

    Daniela

    8 Marzo 2015

    La crostata ? uno di quei dolci che non mi stanca mai, anche io ho molti ricordi legati alla mia infanzia di questo dolce, ricordo la versione spessa che faceva la mia nonna con all’interno uno strato enorme di confettura fatta in casa, ricordo che appena sfornata non resistevo, volevo assaggiarla subito e poi puntualmente mi scottavo…. ma quanto era buona!
    La vostra frolla vegana mi incuriosisce molto, la farina di farro ? tra le mie preferite, in casa non manca mai, a questo punto devo provarla!
    Marta sono contenta che ti senti meglio, quest’inverno mi sono presa l’influenza per ben due volte mi sentivo a pezzi come se mi fosse passato addosso un tir.. :(
    Vi abbraccio ragazze a presto!! e grazie di esserci state sempre <3

  7. Rispondi

    alessia mirabella

    8 Marzo 2015

    Mi aspettavo di trovare un classico dolce da credenza. S?, magari con la margarina o l’olio al posto del burro.
    Invece trovo un GRANDISSIMO dolce, cucito ad hoc da voi due, con olio di riso e sciroppo di riso.
    Ma come fate voi a sorprendermi sempre, a conquistarmi sempre pi??
    Questa crostata ? meravigliosa, voi siete splendide, scommetto anche con la febbre a 39 davanti ad una calda pastina in brodo. Vi abbraccio forte, fortissimo, e buona domenica, Ale

  8. Rispondi

    SABRINA RABBIA

    8 Marzo 2015

    AMO LE CROSTATE, BELLISSIMA LA VOSTRA!!!!BUON 8 MARZO!!!!BACI SABRY

  9. Rispondi

    cosebuonediale

    8 Marzo 2015

    Non vedo l’ora che questo brutto tempo ci abbandoni e con lui anche tutte le febbri, raffreddori, mal di gola…che non ne possiamo proprio pi?! Con questa crostata mi avete regalato un po’ di calore e buon umore in questa grigia domenica. Bacini!

  10. Rispondi

    una cocotte per due

    8 Marzo 2015

    un piccolo capolavoro

  11. Rispondi

    Miu

    8 Marzo 2015

    Riesco ad immaginarle, quelle manine… che ancor prima di crescere vogliono stringere il futuro! Tese, tese per raggiungere tutto ci? che ? buono e portarlo alla bocca per fustarlo meglio! Cos? nel passato, oggi ancora nella vita e nelle foto! Vi tendo una mano e cerco una fettina di questa semplice semplice bont

  12. Rispondi

    Mari

    8 Marzo 2015

    Anch’io ho voglia di una buona crostata! la marmellata di mirtilli e’ l’ideale e ci sta benissimo con una frolla gustosa! Febbricitante ma sembre bravissima! Rimettiti presto, son sicura che mamma si prende cura di te magnificamente! ??

  13. Rispondi

    Francesca P.

    8 Marzo 2015

    La farina di farro la scorsa settimana ? finita dentro una focaccia e dentro una torta, quindi adesso manca la crostata… gi? vedo l’incontro con una marmellata di prugne che mi ha regalato un’amica, fatta con la frutta dei suoi alberi in campagna! Bella la forma allungata, mi d? idea che duri di pi?, come a mangiare centrimetro dopo centrimetro…
    E altro che medicine, per sconfiggere la febbre basta impastare! ;-)

  14. Rispondi

    simo

    8 Marzo 2015

    ma quanto ? bella…ce ne vorrebbe una bella fetta anche per me, che sono malaticcia e tutta raffreddata, sarebbe asolutamente perfetta per tirarmi un p? su!!!
    bacioni ragazze e buona serata

  15. Rispondi

    zia Consu

    8 Marzo 2015

    Un esperimento sicuramente riuscito e golosissimo senza troppi sensi di colpa :-)
    Chiss? quanti ricordi ha evocato il suo assaggio :-)
    Buona serata <3

  16. Rispondi

    Simona - Biancavaniglia

    8 Marzo 2015

    Ma quanto mi piace questa crostata vegana?! La prossima crostata (non so quando) ma vi dico di gi? che prover? questa base *.* Che bella anche la forma della teglia, la cerco da un sacco di tempo questa rettangolare ma non l’hanno mai nei negozi qu?. Sono contenta che Marta si sia ripresa dalla febbre, vi mando un bacio e si, ci sentiamo presto presto :*
    Ps: Marta vedo che le modifiche delle social icons si sono aggiornate, bene! ;)

  17. Rispondi

    Margherita

    8 Marzo 2015

    Ho sempre problemi con le striscioline… non vengono mai bene come quelle che sono nella mia testa, come queste insomma! Sono contenta che tu ti sia ripresa Marta… anche se la pastina in brodo era una delle gioie delle mie malattie dell’adolescenza…

  18. Rispondi

    Alessandra

    9 Marzo 2015

    Che voglia di mangiarne una fetta a colazione! Spazzerebbe via in un soffio tutto il freddo di questa giornata che non sa ancora di primavera. Ha proprio l’aspetto di un dolce coccoloso ma leggero, di quelli che non ti stancano mai, devo correre a prendere la farina di farro!! :)))

  19. Rispondi

    gaia sera

    9 Marzo 2015

    Bellissima crostata e bella l’idea che si possa consumare senza troppi rimorsi. Le foto poi.. complimenti per aver scattato foto simili nonostante la febbre e auguri..

  20. Rispondi

    Sara e Laura Pancetta Bistrot

    9 Marzo 2015

    Ragazze siete sempre avanti anche se circola ancora qualche stoico batterio non vi lasciate abbattere! Gli scatti sempre eloquenti e l’impasto ci intriga da morire! proprio l’altro giorno abbiamo comprato lo sciroppo di riso e abbiamo iniziato a fare qualche semplice impastuccio e sicuramente questo dolce da credenza rinnovato con il vostro tocco sar? uno dei prossimi a passare sotto le nostre manine pancettiane! Sul versante delle marmellate siamo un po’ pi? carenti ma magari con qualche vostro consiglio quest’estate rimedieremo!! Un abbraccioneeee

  21. Rispondi

    Silvia

    9 Marzo 2015

    Eh si ragazze, in un blog di casa come il vostro non poteva mancare la crostata! Voglio comprarla anche io la teglietta rettangolare, sono mesi che lo dico e ancora non la prendo!! Baci belleeee

  22. Rispondi

    valentina

    10 Marzo 2015

    E’ la classica crostata di casa, quella che finirei in un sul boccone perch? una fetta ? poca, e poi con una frolla cos?…un ottimo medicinale naturale per guarire subito subito!
    Lo stampo era enorme!!!!Ma l’avete finita tutta voi?!

  23. Rispondi

    Patalice

    10 Marzo 2015

    non sono certo una patita vegana…
    ma per me la crostata va bene sempre e comunque

  24. Rispondi

    Laura

    10 Marzo 2015

    care mie, questo dolce mi ha fatto sognare mentre questa mattina mi trovavo in metro per andare a lavoro: una mirabile promessa di bont? insomma!ma poi sono rimasta compita dalla presenza dell0 sciroppo di riso? mi metter? subito alla ricerca dell’arcano!:-) vi abbraccio!

  25. Rispondi

    ConUnPocoDiZucchero Elena

    10 Marzo 2015

    prima di tutto se queste ? una “semplice crostata” io sono Marilyn Monroe e gi? ? tutto dire!! poi fammi capire: tu fai queste foto super con la febbre?!?!?!? ma sei un portento!!!!

  26. Rispondi

    Enza Accardi

    10 Marzo 2015

    Come sempre un pezzo di voi qui sul vostro blog….. Le crostate mi piacciono tanto, ma non perch? siano dei dolci in se e per se, ma proprio perch?, come voi avete ben descritto, la crostata sa di casa, semplice si, ma tanto calore emana solo a guardarla, perch? si fa in casa e con gli ingredienti buoni buoni. Complimenti ragazze e come sempre Marta….. le tue foto sono spettacolari. Un bacio a voi due….. ma uno speciale alla pi? piccola!

  27. Rispondi

    chiara

    11 Marzo 2015

    io non dico mai di no a una fetta di crostata….. La adoro!!! <3

  28. Rispondi

    Antonella Pagliaroli

    15 Marzo 2015

    Ahahha non ci credo, prima l’insalata adesso la crostata vegana: questa ? un’altra ricetta che ho anch’io in programma…perch? le crostate non devono mai mancare su un blog :)

  29. Rispondi

    Lisa

    19 Marzo 2015

    Bella questa ricetta, sono sempre a sperimentare paste per crostate, sono la mia passione! Ciao! ;-)

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS