Pane di segale al sidro di mele, melassa e noci

PicMonkey Collage

Eccolo, il secondo esperimento, quello di cui vi parlavamo. Dopo aver impastato il primo pane di segale alle mele, abbiamo pensato a quanti altri accostamenti potessero nascere (mantenendo sempre la farina di segale che adoriamo nei pani e che conferisce uno splendido tocco nordico), cercando possibilmente di ottenere quel colore cos? scuro che invidiamo tanto a certi pani. Abbiamo usato soltanto farina di segale, lo abbiamo reso dolce grazie a della melassa – e, sicuramente, questa ? complice del colore scuro che siamo riuscite ad ottenere – e niente mele “vere” qui, abbiamo impastato tutto con il frizzantino e un po’ dolciastro sidro di mele. Insomma, un pane decisamente diverso da quello da cui eravamo partite. E poi ci sono le noci, croccantine, quelle non potevano mancare! Con il profumo di sidro che continua ad emanare a distanza di giorni, ??un pane che vediamo bene per la prima colazione o per un brunch, con burro di frutta secca o semplice burro, magari salato. O ancora, perch? no, anche questo con dei formaggi sapidi e un chutney o una composta.

IMG_4834IMG_4848

Ingredienti:
250g di farina di segale integrale
100g di lievito madre
170g di sidro di mele
40g di melassa da canna da zucchero
50g di gherigli di noci
1 cucchiaio di semi di girasole
6g di sale integrale

farina integrale di farro, per?il piano di lavoro

IMG_4845IMG_4839

Procedimento:
Impasta la farina di segale con il lievito madre, la melassa e il sidro di mele per 3 minuti. Poi aggiungi il sale e continua ad impastare altri 5 minuti. In un piano di lavoro spolverato con farina di farro integrale, versa l’impasto e forma con le mani una pagnotta. Lascia lievitare per 4 ore, coprendo con un panno umido. Trascorso questo tempo spiana la pagnotta sul piano di lavoro, aiutandoti sempre con la farina di farro integrale (la farina di segale ? appiccicosa), forma un piccolo rettangolo verticale e fai le pieghe di sovrapposizione: piega il terzo superiore verso l’interno e copri con il terzo inferiore. Gira l’impasto a 90?C e rifai le pieghe (aiutandoti sempre con la farina). Lascia lievitare un’ora, spiana l’impasto sul piano di lavoro e aggiungi al centro le noci, tritate al coltello, e i semi di girasole e impasta delicatamente per distribuirle in tutto il pane. Forma una pagnotta, copri con un panno umido e metti in frigorifero per tutta la notte. Il giorno successivo, esci l’impasto dal frigorifero, mantenendolo coperto, e portalo a temperatura ambiente (circa 2 ore). Preriscalda il forno a 240?C e poni una leccarda con poca acqua sul fondo. Inforna per 15 minuti, poi abbassa la temperatura a 200?C e cuoci altri 25 minuti. Sforna e lascia raffreddare su una griglia.

IMG_4854IMG_4864

Con questo pane partecipiamo a #panissimo26 – la raccolta di Sandra?e Barbara ospitata questo mese sul blog di Maria Teresa.

VZBo8LV

Marta e Mimma

31 Comments

  1. Rispondi

    Chiara

    17 Febbraio 2015

    esperimento riuscito alla grande, bravissime, un grande abbraccio !

  2. Rispondi

    Paola

    18 Febbraio 2015

    Adoro i pani scuri, rustici. Mi danno idea di genuinit? e li trovo una coccola. Da utilizzare come base per spalmare una confettura o una marmellata, magari di arance, che di questo periodo ci stanno benissimo, con un po’ di cannella.. Giusto per onorare ancora un po’ l’inverno che sta per finire :) Mi piace tantissimo questo vostro pane :)

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      18 Febbraio 2015

      Paola, indovina proprio come lo abbiamo mangiato stamattina? Leggermente tostato e con la marmellata di arance, preparata qualche settimana fa: lo confermiamo, sta davvero bene! Grazie mille di essere passata, a presto!

  3. Rispondi

    Claudia

    18 Febbraio 2015

    Che brave che siete ragazze! Il pane di segale per me ha una marcia in pi?.. mi ricorda la montagna e quando ci vado ne faccio delle belle scorpacciate.. brave!
    a presto :*

  4. Rispondi

    Martina

    18 Febbraio 2015

    Questo pane sembra fantastico. Riesco persino a sentirne il profumo.
    Buona merenda allora e brave davvero

  5. Rispondi

    Erika ?giochidizucchero?

    18 Febbraio 2015

    Tutti gli ingredienti li ho, potrei cimentarmi immediatamente… Purtroppo il lievito madre non ? rinfrescato… Ma lo voglio provare al pi? presto perch? io non resisto davanti a questi pani meravigliosi che sfornate… Il profumo arriva fino a qui… Me lo immagino gi? con un pezzo di bleu d’Aoste (formaggio erborinato della mia regione). Che bont?!!!!! Troppo brave…

  6. Rispondi

    simo

    18 Febbraio 2015

    …avete ottenuto un signor pane!
    Adoro questi pani un p? scuri, tipici del nord europa, gi? me lo vedo spalmato da un velo di cream cheese…gnam!!!
    Baci amiche

  7. Rispondi

    Giulia

    18 Febbraio 2015

    Lo immagino profumatissimo e perfetto per la colazione. Il sidro di mele, poi, ? una mia grande passione, e penso si sposi benissimo con la farina di segale. Da provare quanto prima!
    Un abbraccio

  8. Rispondi

    MARI

    18 Febbraio 2015

    Il pane con farine integrali non mancano mai sulla mia tavola e questo filoncino dev’essere davvero speciale per la colazione del mattino!! Brave ragazze!!! :-)

  9. Rispondi

    alessia mirabella

    18 Febbraio 2015

    Ragazze sono incantata, io ho un debole per il pane… questo ? proprio bello, immagino che profumo… bravissime davvero… e quell’intaglio sul dorso del pane ? meraviglioso <3

  10. Rispondi

    zia Consu

    18 Febbraio 2015

    Ragazze vi dico solo che avete conquistato un’impastatrice compulsiva come me con questo splendido pane! Ne amo la forma, il colore ed il profumo che si percepisce anche solo dalle foto..complimentissimi :-)

  11. Rispondi

    Virginia

    18 Febbraio 2015

    E’ davvero una meraviglia questo pane! La farina di segale piace molto anche a me, cos? come quel bel colore scuro dei pani nordici. E’ uno dei motivi per cui, quando viaggio, guardo sempre a nord ;-) Segale, sidro e noci… Non vedo modo migliore di cominciare la giornata (o il pomeriggio eheheh…)
    Un abbraccio grande!

  12. Rispondi

    valentina

    19 Febbraio 2015

    Bellissima pagnotta nordica…..fette corpose come piacciono a me!Un accostamento che merita di essere assaggiato anche assoluto!

  13. Rispondi

    Peanut

    19 Febbraio 2015

    Solo farina di segale?? ma ? cresciuto tantissimo!Notevole, davvero. Credo abbiate capito che pane non mangio se non in rarissime occasioni ma ogni tanto quella povera creatura mi tocca rispolverarla, mi piacerebbe provare questo pane scuro e profumato ^_^ il sidro di mele nn l’ho mai cercato, dove si trova? Al bio?
    Un bacione e buon finesettimana!

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      19 Febbraio 2015

      Ciao Lu! In effetti ? vero, per essere un pane di segale ? cresciuto tanto (merito probabilmente anche del sidro di mele che ? fermentato!). In pi? la segale ha una maglia glutinica scarsissima, quindi per te che tendi ad evitare il glutine potrebbe essere un buon compromesso. Il sidro noi, s?, lo prendiamo al bio, ? quasi un vino fruttato, buono anche da bere a tavola (se non lo dovessi trovare, te lo mandiamo noi). Buon fine settimana a te! Bacio

  14. Rispondi

    ConUnPocoDiZucchero Elena

    19 Febbraio 2015

    carissime, ma adesso mi tocca scegliere tra i due??? come faccio? impossibile! ? una meraviglia!

  15. Rispondi

    Alessandra

    19 Febbraio 2015

    Bello, bello, Ragazze! Quindi il colore scuro ? dovuto alla melassa? Dobbiamo assolutamente scoprire questo mistero…
    L’accostamento di sapori ? gi? divino. Il sidro e la melassa gli danno un leggero retrogusto dolciastro? Oppure non si percepiscono distintamente? Fantastici anche noci e semini insieme! Sempre incantevoli le vostre foto! Vi abbraccio! :)

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      19 Febbraio 2015

      Noi diamo parte del merito a quella! C’? da dire anche che abbiamo usato soltanto farina di segale, magari ? anche quello. Il sapore ? s?, vagamente dolce, ma non risulta stucchevole: noi, volendo, lo abbiamo mangiato anche a tavola senza porci troppi problemi…certo, se accosti qualcosa di molto salato come un bel formaggio l’accostamento ? vincente. Le noci che fanno cric croc non potevano mancare! Un abbraccio a te, e grazie di essere passata

  16. Rispondi

    Miu

    19 Febbraio 2015

    Un pane assolutamente non convenzionale! *_*
    Come voi, del resto! Sapete abbinare sempre quel non so che di Francia a quel qualcosa che sa di Casa, che non vi abbandona mai. Il tutto con una sinfonia a quattro mani che ? sempre un piacere “ascoltare”! :)
    Quelle noci croccantine mi riportano alla reat? confermando quanta bont? aleggia in casa vostra! Beato quell’ometto l? (cui poverino tocca sempre far da cavia! :DDD)!!!

  17. Rispondi

    CosebuonediAle

    19 Febbraio 2015

    Me ne avevi parlato domenica e gi? mi aveva incuriosito…Ora, dopo avere letto la ricetta non posso non provarlo. Grazie!! =)

  18. Rispondi

    Lara

    19 Febbraio 2015

    un pane spettacolare, partendo dal colore e finendo con aroma e sapori

  19. Rispondi

    marifra79

    20 Febbraio 2015

    Bello!!!! Questo ve lo copio, sono in fase farina di segale, peccato per la pasta madre che non ho ma niente paura, un modo alternativo per provarlo lo trover?!!! Un abbraccio

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      20 Febbraio 2015

      Sarebbe un onore ritrovare questo pane da te! Anche noi siamo tornate in fase farina di segale, peccato non essere vicine, ti avremmo dato volentieri parte della nostra pasta madre! Un abbraccio a te

  20. Rispondi

    Maria Teresa

    20 Febbraio 2015

    Il profumo di questo pane sembra arrivare fin qui! Sono un’appassionata della farina di segale, e questa tua combinazione mi piace particolarmente :)
    Grazie per la tua partecipazione alla raccolta, un caro saluto
    Maria Teresa

  21. Rispondi

    fim?re

    20 Febbraio 2015

    il doit ?tre bien parfum? j’aime bien cette version
    bonne soir

  22. Rispondi

    Debora

    20 Febbraio 2015

    Che bont?!! Complimenti per tutto bel lavoro! Se ti va vienimi a trovare

  23. Rispondi

    Antonella Pagliaroli

    20 Febbraio 2015

    Vi giuro che mi sento male a vedere questo pane!! Che voglia di spezzarne una pezzo con le mani, di sentirne il profumo e di mangiarmene una bella fetta *_* Me lo sto immaginando spalmato di miele…una meraviglia!!
    Siete troppo forti, vi abbraccio bellezze :)

  24. Rispondi

    Ileana

    21 Febbraio 2015

    Ragazze questo pane ? meraviglioso, siete state bravissime! Un grande abbraccio e buon fine settimana! :*

  25. Rispondi

    Laura&Sara Pancetta Bistrot

    21 Febbraio 2015

    Ragazze, un pane meraviglioso che ci ricorda delle splendide colazioni nordiche, quelle colazioni ricche di formaggi da spalmare, composte di frutta, uova e pesce affumicato :)
    Avete creato un autentico capolavoro, bravissime!!
    Buon fine settimana care! Un abbraccio

  26. Rispondi

    Margherita

    21 Febbraio 2015

    Che bello ragazze! Tutte le volte che vedo uno dei vostri pani penso alla mia pigrizia ed al fatto che non impasto da un bel po’….

  27. Rispondi

    Enza Accardi

    24 Febbraio 2015

    Ma che vi si pu? dire pi? di quello che gi? non vi abbia detto? Questo pane ? una vera leccornia , provo ad immaginarne il sapore ….. sar? una vera goduria. Complimentissimi !!!!

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS