Pane integrale come da Le Pain Quotidien

Dall’apertura del blog sono cambiate diverse cose e, fra queste, ? cambiato anche il nostro pane. Proprio il primo post ? stato la nostra classica pagnottina di segale che, insieme ad un pane bianco in cassetta, soddisfaceva appieno le nostre esigenze. Da l? spesso il nostro pane ? variato, aggiungendo nuovi cereali come grano saraceno, farro e kamut e variando le proporzioni tra acqua, lievito e farina. La ricetta che ? qui oggi ? per? un pane semplice, senza fronzoli, solo di farina integrale e lievito madre, quello che curiamo sempre e che ogni giorno ci offre i suoi frutti. Il pane che mangiavamo ogni giorno durante la nostra vacanza a Bruxelles spalmato di composta di rabarbaro. Il pane di “Le Pain Quotidien”, il cui proprietario sembrerebbe aver rivoluzionato la panificazione in Belgio. Insomma, questo ? davvero il nostro pane quotidiano: per la mattina spalmato chi di burro e marmellata e chi generosamente di tahin e ancora per il nostro pranzo e la nostra cena. Sembrerebbe essere la ricetta perfetta, quella ufficiale. E nonostante l’opprimente caldo, ogni giorno ci ostiniamo ad infornarlo per poi mangiarlo ancora caldo, perch? alla bellezza del pane fatto in casa non sappiamo rinunciare. Persino l’uomo di casa ha detto “non cambiate pi? questo pane, vi prego!”: e chi lo fa?! :-)



Ingredienti (da una ricetta de Le Pain Quotidien):
500g di farina integrale biologica Molino Rossetto
150g di lievito madre
360g di acqua
6g di sale marino



Procedimento:
In una planetaria unisci la farina, il lievito e l’acqua e inizia ad impastare per 3 minuti. Aggiungi il sale e impasta ancora altri 5 minuti. Aiutandoti con un po’ di farina e trasferiscilo in un’altra ciotola e lascia lievitare, coprendo con un panno bagnato e ben strizzato, per 1 ora. Trascorso questo tempo, metti l’impasto su un piano infarinato e, spianandolo leggermente con le mani, forma un piccolo rettangolo verticale e fai le pieghe di sovrapposizione: piega il terzo superiore verso l’interno e copri con il terzo inferiore. Gira l’impasto a 90?C e rifai le pieghe. Copri con un panno umido e fai lievitare per altri 60 minuti. Versa nuovamente l’impasto sul piano di lavoro infarinato, dividi in due e rifai le pieghe a ciascuno dei due impasti e forma due pagnotte, facendo lievitare ancora 15 minuti. Mettili in due ciotole separate, con la piega sotto, e tieni in frigorifero, coperti, per tutta la notte. Al mattino esci le pagnotte e lasciale a temperatura ambiente per circa 1 ora. Preriscalda il forno a 240?C, metti sul fondo una leccarda con poca acqua e inforna per 15 minuti. Poi abbassa la temperatura a 220?C e lascia cuocere altri 25 minuti. Sforna e lascia raffreddare 10 minuti su una griglia.

Marta e Mimma

15 Comments

  1. Rispondi

    Tantocaruccia

    21 Agosto 2014

    Fare il pane mi manca. E' una cosa bellissima e rilassante, sar? una delle cose che far? questo autunno!
    smuack :*

  2. Rispondi

    Simona (Biancavaniglia Rossacannella)

    21 Agosto 2014

    Bravissime!!!!! Che "invidia" questo pane, non ho mai provato quindi non credo di essere all'altezza di fare un pane come il vostro. Non vi nego che la voglia di mettermi alla prova ? tanta quanta la paura… ehehehe :) Voi mi stupite sempre, anche con il piatto pi? semplice, adorabili ;**

    Dai che dopo quest'estate dobiamo per forza organizzare un incontro, magari anche con le altre bloggalline siciliane!!! baci

  3. Rispondi

    Manuela e Silvia

    21 Agosto 2014

    Buono, soffice dentro e fragrante fuori| Integrale poi lo apprezziamo pure molto di pi?! ora…marmellata o salumi per accompagnare?? ;)

  4. Rispondi

    MARI Z.

    21 Agosto 2014

    Quando si trova la ricetta "perfetta" non si torna indietro!…e se l'ha detto pure l'uomo di casa!!! ;-)
    del resto come dargli torto! dev'essere una gioia sentire per casa il profumo del pane appena cotto, e gustare qualche fetta a colazione con della buona marmellata! :-)

  5. Rispondi

    Mimma Morana

    21 Agosto 2014

    nulla ? piu' buono e gratificante del pane appena sfornato!!! un rito al quale non rinuncer? mai!!!
    bentornate ragazze!!! due baci!!

  6. Rispondi

    Chiara Setti

    21 Agosto 2014

    Ha un aspetto meraviglioso…io tra un mesetto vado un weekend in Belgio..chiss? che non lo provi l?! ;-) un bacio belle donne

  7. Rispondi

    enza accardi

    21 Agosto 2014

    Mi siete mancate e siete tornate alla grande. Niente di pi? buono del pane caldo, fragrante e fatto in casa con Amore. Questo lo provero', adoro la pasta madre e capisco se il vostro maschio di casa non vuole pi? rinunciarci !!!!! Un abbraccio …. Anzi 2

  8. Rispondi

    Giulia

    21 Agosto 2014

    Credo che nemmeno io tornerei pi? indietro una volta assaggiata una fetta: ha un aspetto meraviglioso!

  9. Rispondi

    lapetitecasserole

    22 Agosto 2014

    W l'uomo di casa ed il suo saggio consiglio. Care le mie donne, questo pane ha un aspetto meraviglioso!

  10. Rispondi

    Rossella Roggio

    24 Agosto 2014

    Appena arrivata sul vostro blog *_* complimenti questo pane ? fantastico! Sar? delizioso!
    Se vi va passate a trovarmi sul mio blog mi farebbe super piacere :) Baciii e a presto!!

  11. Rispondi

    Ileana Pavone

    24 Agosto 2014

    Quante volte mi avete parlato del vostro pane ed ora eccolo qui, bellissimo, integrale come piace a me e a voi ^_^
    Lo far? sicuramente ragazze, mi piace troppo!
    Vi stringo forte..grazie per esserci sempre..? bello sentirvi vicine :*

  12. Rispondi

    Miu Mia

    26 Agosto 2014

    Cucciole dolci! Far? questo pane dal color del bronzo ed assaggiandolo vi penser?… come fossimo un po' pi? vicine! :)
    Anche voi, non cambiate mai! ;)

  13. Rispondi

    An Lullaby

    26 Agosto 2014

    Ecco… credo che lo spalmerei di tahin anch'io!!! *_* Spettacolare ragazze!!!!!!!!!!! Vi abbraccio forte :)

  14. Rispondi

    giochidizucchero

    25 Settembre 2014

    Il lievito madre lo usate "attivo" a 3/4 ore dal rinfresco? O vanno bene anche gli esuberi? Smack smack! <3

    • Rispondi

      mimma

      25 Settembre 2014

      ? sempre meglio utilizzare il lievito madre dopo 3/4 ore averlo rinfrescato. Devo confessarti per? che, a volte, per mancanza di tempo, usiamo il lievito dopo averlo tolto dal frigo e riportato a temperatura ambiente. Gli esuberi li usiamo in parte e solo se la quantit? di lievito non ? sufficiente al peso della farina. Noi facciamo il pane quasi quotidianamente perch? ci piace tanto regalarlo ai nostri amici e quindi il lievito ? piuttosto forte. Se lo fai solo una volta a settimana ti consiglio di usare solo lievito attivo. Smack

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS