Biscotti al matcha & Josh Rosebrook by GreenSoulCosmetics

Chi mi conosce lo sa: sono una grande appassionata di green beauty. Per quando vedendomi potrebbe sembrare “strano” che io dica questo (sono una ragazza acqua e sapone, mi trucco lo stretto necessario e mi basta un velo di fondotinta di troppo per non sentirmi più a mio agio), in realtà sono una geek per quanto riguarda la cosmesi biologica e naturale.

Passerei ore sui siti di beauty alla ricerca dell’INCI perfetto e se c’è una cosa che mi piace collezionare sono proprio i prodotti di bellezza, così da poterli ruotare sempre e usarli in base a quello che mi chiede la mia pelle e di cui ha bisogno. Perché essere appassionate di beauty non significa esagerare o dover per forza truccarsi tanto: per me è un modo per dimostrare amore verso me stessa e dedicarmi un po’ di tempo, è un “vizio” che mi fa stare meglio, che mi permette di avere quei 10 minuti per me e nessun altro.

Il sito sul quale passo la maggior parte del tempo con gli occhi a cuoricino è senza dubbio GreenSoulCosmetics : cura scrupolosa per la selezione dei prodotti, tutti a base di ingredienti estremamente naturali (ciascun brand è così perfetto che scegliere è davvero difficile), cruelty free e decisamente performanti.

Quando ho avuto la possibilità di provare una selezione di prodotti di Josh Rosebrook, ho letteralmente saltato per la gioia. Se non lo conoscete ancora, vi invito caldamente a dare un’occhiata alla lista degli ingredienti: non so se conoscete il detto “non mettere niente in viso che non mangeresti” – beh, per questa linea, non potrebbe essere più azzeccato. Se infatti inizialmente potrebbe sembrarvi che ci siano una quantità infinita di ingredienti, guardando bene vi accorgerete che si tratta unicamente di estratti di piante selvatiche (tra cui anche adattogeni!), argilla, aloe, miele organico.

(altro…)

Perché dovreste scegliere solo avocado siciliani

Non è un segreto che sia io che mamma abbiamo una grande passione per gli avocados: avocado toast, guacamole, in insalata, nel gelato e nei brownies, al forno con le uova, accompagnato al salmone…you name it. Dall’ormai lontana estate 2010, quando mamma si accingeva per la prima volta a preparare il nostro primo guacamole (che, ancora non lo sapevamo, ci avrebbe accompagnate per tutta la stagione e avrebbe dato via ad una seria dipendenza da questo frutto), il nostro consumo di avocados è diventato costante e quotidiano.

Non solo per moda o per salute (contiene omega 3 che fanno benissimo), ma proprio per il gusto, non riusciamo più ad immaginare, molto sinceramente, una vita senza avocado. Ma da quando lo abbiamo introdotto nella nostra dieta, sono cambiate tante cose: abbiamo scoperto come renderlo sostenibile e che proprio la nostra terra natia è il luogo giusto dove far crescere questo frutto che tanto amiamo.

Qual è il problema, però, relativo alla sostenibilità dell’avocado? È un frutto che richiede molta acqua per crescere e, vista la sua richiesta costantemente in crescita, sta mettendo realmente in crisi le risorse dei paesi della sua coltivazione, situati principalmente in Sudamerica.

(altro…)

Le novità Mádara e Inika al COSMOPROF

Qualche settimana fa, insieme alla mia fidata compagna d’avventure Lucrezia, ho preso un treno per Bologna e mi sono ritrovata al Cosmoprof per sbirciare e scoprire tutte le novità in ambito green beauty (Cosmoprof non è solo green beauty, ma quello era l’ambito che mi interessava!).

Da sempre cerco di usare solo prodotti biologici, naturali e non testati sugli animali sulla mia pelle. Oltre ad essere sensibile e sentire davvero quando un prodotto contiene troppi ingredienti tossici, li trovo anche estremamente pesanti sulla pelle e dopo pochi minuti vorrei sciacquarmi subito il viso. Da un paio di mesi, la mia abitudine ad usare solo cosmetici e prodotti naturali è diventata una piccola passione: adesso ho la mia skincare routine, so leggere gli INCI dei prodotti e ho imparato che anche nel campo del “naturale” ci sono prodotti migliori e ingredienti da evitare.

Una delle compagnie che distribuisce cosmetici naturali che preferisco è Giada Distributions: e sono proprio loro che ho raggiunto al Cosmoprof e che, dopo avermi sapientemente viziata e truccata allo stand Inika (un brand australiano di cosmetici certificati Vegan, Cruelty Free e che usa esclusivamente ingredienti naturali), Ilaria – una delle meravigliose donne che lavora lì – mi ha condotta allo stand Mádara per mostrarmi le novità in serbo per il 2019.

Sono rimasta affascinata dagli ingredienti, dalla qualità dei prodotti e dall’impegno nell’usare meno plastica, quindi ho deciso di raccontarvi il tutto qui (ci tengo a specificare che tutte le opinioni che troverete in questo post sono mie e ho deciso di raccontarvi di mia spontanea volontà di questa esperienza!)

(altro…)

WASCOFFEE®: sprecare meno, riutilizzare quello che abbiamo

Quello della sostenibilità ambientale è il grande tema del 2019: cambiare è necessario e le aziende stanno iniziando a capirlo. Dai packaging realizzati in materiali biodegradabili, agli spazzolini in bambù, agli shop di spesa sfusa, è diventato di primaria importanza non trascurare più la nostra impronta sull’ambiente: è fondamentale non soltanto per la nostra salute, ma anche e soprattutto per quella del pianeta e della sua biodiversità animale e ambientale. 

La spinta, oltre che dal singolo, è importante che arrivi soprattutto dalle grandi aziende, da quelle che possono materialmente e realmente essere di grande impatto per coinvolgere sempre più persone a percorrere la scia del cambiamento. È proprio per questo che il progetto #WASCOFFE lanciato da Autogrill non può che essere estremamente ammirevole e segno di una svolta concreta nel movimento contro l’inquinamento ambientale.

(altro…)

Slow-living nella campagna toscana: Irene e Valdirose

Dopo l’intervista della scorsa settimana alla splendida Nena di Bare Origins (se non l’avete ancora letta: fatelo qui!), abbiamo deciso di dedicare un appuntamento settimanale per parlare di slow living e self care con alcune delle nostre persone preferite qui nel mondo del web.

Una delle prime persone intervistate non poteva che essere la meravigliosa Irene Berni di Valdirose, un b&b nella campagna toscana che è una fuga dal mondo odierno, sempre in corsa e stressante.


After last week interview with the beautiful Nena by Bare Origins (if you still haven’t seen it: do it here!), we decided to reserve a weekly appointment to talk about slow living and self care with our favorite people here on the internet.

One of the first people we had to interview, couldn’t not be the amazing Irene Berni by Valdirose, a bed & brekfast in the Tuscan country which is an escape from today’s stressful and always in a hurry world.

(altro…)

Self-care & Green Beauty, con Nena di Bare Origins

Se ci seguite su instagram, sapete bene quanto per noi sia importante prendersi cura di noi stesse. Ne abbiamo parlato più volte: volersi bene è alla base di tutto. “Self-care” può comprendere il più svariato range di azioni, che sia il fare un bagno caldo, comprare qualcosa che ci piace, una seduta di meditazione, il nostro pasto preferito per cena, una tisana, una chiamata con la propria mamma, dedicare un po’ di tempo a noi stesse, un’ora spesa in palestra, affrontare le nostre paure.


La parola d’ordine nel mondo del benessere, al giorno oggi, è, appunto, “self-care”. Non c’è da chiedersi perché, d’altronde, in questa epoca nella quale lo stress è uno dei fattori principali che fa ammalare le persone, siamo costantemente alla ricerca di alternative per vivere in maniera lenta e rilassarsi. Abbiamo deciso di parlare un po’ con Nena, la fondatrice del brand svedese di green beauty Bare Origin, a proposito delle sue pratiche per prendersi cura di sé e in che modo usi la cura della pelle e del corpo come modo per dedicarsi e amare sé stessa.

Self-care is a big buzzword nowadays. No wonder in this day and age when stress is such a major factor in people getting sick we are looking for alternatives to unwind and take it slow.We decided to talk to Nena, a founder of the Swedish green beauty brand Bare Origin about her self-care practices and how she uses skincare as self-care.

(altro…)

#naturalmentebuono 2018 holiday gift guide!

Natale è alle porte, e con lui arriva il momento di pensare ai regali per i nostri cari. Sebbene non ci piaccia vedere il Natale come una festa commerciale dove l’unica cosa che conta sia lo spendere soldi, è anche vero che dedicare del tempo per scegliere un regalo dal cuore a qualcuno che amiamo è un atto di gentilezza e interesse verso il prossimo. Abbiamo deciso di raccogliere in questo post tutti quelli che secondo noi sarebbero dei regali fantastici, da quelli più piccoli da scambiarsi fra amiche a quelli importanti da regalare alla fidanzata: in questa lista troverete tutto quello che secondo noi può essere un regalo perfetto, che si tratti di food o meno!

Ci teniamo a specificare che tutto quello che troverete scritto è frutto delle nostre opinioni. Sebbene alcuni dei brand dei regali proposti in questo post siano nostri partner o abbiano deciso di mandarci una campionatura dei loro prodotti, se li stiamo proponendo è perché li troviamo veramente validi (o belli, o funzionali, o buoni) e li consiglieremmo a cuore aperto a tutti! (altro…)

Preparazione dei pasti per la settimana // Meal prep for the week

Questo post è stato creato in collaborazione con Panasonic

“Meal prep”, di che si tratta? Del preparare una buona quantità di cibo che duri per 7 giorni e che aiuti a gestire i pasti infrasettimanali senza dover perdere troppo tempo in cucina quando di tempo, fra studio, lavoro ed altro, non ce n’è!

Da un paio di mesi, abbiamo imparato a dedicare un paio di ore della domenica per occuparci di questo piccolo “rito”. Capita che, alle volte, non riusciamo a farlo, dobbiamo ammetterlo. Ma quando organizziamo il nostro frigo con metodo e impegno, gestire i nostri pasti quotidiani e far conciliare il mangiar sano e, allo stesso tempo, veloce, con i nostri impegni diventa estremamente facile e ci sentiamo più rilassate.

Poiché ne abbiamo parlato più volte sul web, abbiamo finalmente deciso (fra, appunto, un impegno e l’altro), di dedicarvi un vero e proprio post qui sul blog. Con consigli su come conservare e ricette che permettano di potersi godere pasti sani, veloci e bilanciati per 7 giorni senza rinunciare a niente.

Fondamentale per il nostro meal prep, è stato l’ausilio degli elettrodomestici Panasonic (sapete che siamo molto trasparenti quando si tratta di partnership: è da un po’ che collaboriamo con questo brand e continuiamo a promuoverlo perché, in tutta onestà, ci troviamo veramente bene, i prodotti sono davvero di alta qualità e il rapporto con i prezzi è ottimo!): questi ci hanno infatti consentito di preparare pasti sani e nutrizionalmente bilanciati senza però dover spendere troppo tempo. Il microwave ci ha aiutato per le cotture veloci e le diverse impostazioni (cottura, riscaldamento, vapore e grill) che ci hanno permesso di ottenere tanti modi di cucinare diversi. L’estrattore è stato invece grande di grande ausilio per zuppe e un velocissimo latte di cocco homemade (senza bisogno di alcuna garza!). Ancora, l’hand blender – che ha sia una ciotola per tritare che un boccale per frullare – è stato l’ideale per tagliuzzare e impastare in pochi secondi e senza sporcarci troppo le mani in un lasso di tempo limitato!

In questo post, abbiamo incluso nella sezione seguente qualche opzione per i nostri lettori vegetariani e vegani e idee in più da tenere a portata di mano o per rendere i propri pasti ancora più sazianti. Vi lasciamo dunque alla lettura!

Meal prep

"Meal prep", di che si tratta? Del preparare una buona quantità di cibo che duri per 7 giorni e che aiuti a gestire i pasti infrasettimanali senza dover perdere troppo tempo in cucina quando di tempo, fra studio, lavoro ed altro, non ce n'è! Scopri di più (insieme a 12 ricette facili per la settimana) nel post sul blog che abbiamo creato con Panasonic Italia 😉🥑 scoprite di più qui: https://www.naturalmentebuono.com/2018/10/preparazione-dei-pasti-per-la-settimana-meal-prep-for-the-week.html #panasonickitchen #experiencefresh #handblenderMXS401 #microwaveNNGD38

Pubblicato da Naturalmente buono su Lunedì 22 ottobre 2018

(altro…)

Pane con burro di mandorle e fichi // Almond butter + fig bread (Grain free, Paleo, Sugar free)

La più piccola di noi è appena tornata da due settimane immersa nel blu del mare pugliese e, dopo quindici giorni di meritato relax, giri fra le spiagge del Salento e mille altre esperienze che l’hanno fatta tornare a casa con un enorme sorriso stampato sulle labbra, i capelli ricci e una leggera abbronzatura dorata, una delle prime cose che doveva necessariamente fare era mescolare un paio di ingredienti in una grande ciotola, metterli in uno stampo per plumcake e sfornare una torta deliziosa.

Il caso, poi, vuole che proprio oggi stia piovendo (il che significa temperature più basse e la possibilità di accendere il forno senza un mancamento) e un vasetto del migliore burro di mandorle di sempre arrivato qualche settimana fa grazie ad un pacchetto di Indigo Herbs pronto ad aspettarci in dispensa. Adocchiati poi dei fichi ciccioni, succosi e dolcissimi, già in testa si era figurato l’aspetto di un pane rustico e fantastico che doveva essere messo in atto.

Trattenersi dal mangiare tutta quella meraviglia di burro di mandorle crude è stato davvero, davvero difficile, ma è stato per una buona causa. La torta infatti è venuta una meraviglia, morbida e perfetta per la colazione, con un delicato aroma di mandorle che si sposa alla perfezione con i fichi dolci e carnosi senza essere stucchevole grazie all’assenza di dolcificanti. Abbiamo aggiunto anche un paio di fichi secchi (di quelli raccolti durante la vacanza in Salento e poi essiccati dolcemente al sole) all’impasto per rendere il tutto più gradevole e i sapori più rotondi ed, effettivamente, possiamo dire che è stata una saggia scelta.

Gli ingredienti sono davvero basici: burro di mandorle, farina di cocco (quella secca e assorbente), latte vegetale, uova biologiche, fichi e un pizzico di bicarbonato. That’s it! Super sana, ricca di proteine e grassi buoni e con un bassissimo indice glicemico. Convinti?! (altro…)