Quiche di cannellini, asparagi e capperi // Asparagus + capers quiche in a nut pulp crust

Vorremmo iniziare ringraziandovi tutte per gli adorabili commenti che ci avete lasciato nel post precedente. Mettiamo tutte noi stesse in questo blog e vedere quanto questo venga riconosciuto e apprezzato è davvero gratificante. Ci sentiamo davvero fortunate ad avere dei lettori come voi e ci teniamo a rispondere a ciascuna delle vostre parole con il tempo che ciascuna di queste merita, perciò scusate se ci metteremo un po’.

Tornate a Palermo dopo il nostro weekend Milanese non abbiamo praticamente messo piede fuori casa perché messe al tappeto dall’influenza: la più piccola di noi si è praticamente ritrovata senza voce mentre la più grande non poteva assolutamente girare (per casa…) senza un fazzoletto in mano. Dopo essere state senza pensieri per 3 giorni ed essercela spassata, praticamente, ne abbiamo pianto le conseguenze. Dopo un inverno miracoloso, senza beccare nessuna influenza o un po’ di raffreddore, la primavera ci ha, come al solito, destabilizzate e ha messo alla prova la nostra salute.

Probabilmente avremmo potuto prevenire il tutto, coprendoci un po’ di più (soprattutto la più piccola) e non dimenticando mai la sciarpa a casa, ma ormai, per fortuna, siamo quasi guarite del tutto. Però ecco, se doveste vederci girare ancora con la sciarpa sappiate che non è dovuto al nostro essere eccessivamente freddolose ma semplicemente perché, una volta imparata la lezione, vorremmo davvero evitare di essere ripetenti.

Sembrerebbe, comunque, che il bel tempo e la primavera in generale siano finalmente “esplosi” un po’ in tutta Italia, ed è meraviglioso ammirare nei piccoli stand del nostro amato mercato del contadino del sabato mattina i primi asparagi, piselli e fave fare capolino ed essere circondate da alberi in fiore e da un arcobaleno di piante. Abbiamo un debole per le verdure primaverili e dobbiamo dire che, se solo fossero un po’ più economici, il nostro frigo sarebbe costituito in gran parte dagli asparagi. Ed è proprio una ricetta a base di questi che vogliamo proporvi oggi.

In vista di buffet pasquali, pic nic e pranzi al sacco finalmente all’aperto, così da poter godere dei primi tepori, volevamo avanzare la nostra proposta vegetale, e quale miglior modo di farlo se non con una quiche? Sono un piatto veloce, abbastanza saziante e facile da portare in giro. Solitamente vengono preparate con molto burro, panna e uova, ma la nostra versione prevede un cremosissimo ripieno a base di fagioli cannellini, burro di anacardi e timo. Quanto agli asparagi, dopo aver passato anni a cuocerli al vapore, dall’anno scorso abbiamo iniziato ad arrostirli o saltarli con un goccio d’olio in padella e oh! quanto vorremmo aver iniziato prima. Il gusto salato e intenso dei capperi si sposa davvero bene con gli asparagi e con il gusto leggermente dolce del ripieno: il risultato è una torta salata chiaramente diversa dalla sua versione tradizionale ma, a nostro avviso, decisamente buona. Per quanto riguarda la crosta abbiamo voluto utilizzare un po’ della polpa rimasta dalla preparazione del latte vegetale, mescolandola ad un po’ di farina di grano saraceno e olio d’oliva. Ne è venuto fuori un guscio gustoso, croccante e senza glutine, ma qualora non doveste avere la polpa di scarto dal latte di frutta secca potrete utilizzare la vostra base per quiche preferita: una brisée all’olio d’oliva funzionerà alla perfezione.

QUICHE DI CANNELLINI, ASPARAGI E CAPPERI
Vegan, Senza Glutine, Senza grani, Senza soia
PORZIONI: 4 – 6
NOTE: Se non avete del burro di anacardi, sostituitelo con 45g di anacardi ammollati precedentemente per almeno 4 ore e aggiungete 1 cucchiaio di arrowroot o fecola di patate.

Ingredienti:
Per la crosta:
75g di polpa di scarto da latte di frutta secca umida
50g di farina di grano saraceno
45g di olio extravergine d’oliva
2 – 3 cucchiai di acqua
un pizzico di sale integrale

Per il ripieno:
250g di fagioli cannellini cotti
45g di burro di anacardi
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaino di timo secco
1 spicchio d’aglio
1 mazzo di asparagi
1 cucchiaio di capperi
sale rosa dell’himalaya

Procedimento:
Preriscalda il forno a 160°C. In una ciotola mescola la polpa di scarto ricavata dal latte di frutta secca, la farina di grano saraceno e un pizzico di sale e mescola bene. Aggiungi l’olio e impasta con le mani. Aggiungi l’acqua così da ottenere un composto che sta insieme. Ungi uno stampo per crostate da 20cm di diametro e pressavi l’impasto con le mani in uno strato uniforme. Bucherella il fondo con i lembi di una forchetta e lascia riposare in frigorifero per 15 minuti. Inforna per circa 20 minuti. Prepara il ripieno frullando i fagioli con il burro di anacardi, l’aglio, il timo secco e 1 e 1/2 cucchiaio d’olio. Scalda il resto dell’olio in una padella e salta gli asparagi tagliati grossolanamente per circa 4 – 5 minuti, aggiungendo a metà cottura i capperi tritati grossolanamente. Spalma la crema di cannellini all’interno della crosta, distribuisci anacardi e capperi e cuoci ancora per altri 15 – 20 minuti. Lascia raffreddare completamente prima di uscire dallo stampo e servire.

ASPARAGUS AND CAPERS QUICHE IN A NUT PULP CRUST
Vegan, Gluten free, Grain free, Soy free
SERVES: 4 – 6 people
NOTES: If you don’t have any cashew butter by your hands, you can sub it with 45g cashews, soaked overnight or for at least 4 hours + 1 tbsp arrowroot powder.

Ingredients:
For the crust:
75g wet nut milk pulp
50g buckwheat flour
3 tbsp extravirgin olive oil
2 tbsp water
a pinch of sea salt

For the filling:
250g cooked cannellini beans
45g cashew butter
2 tbsp extravirgin olive oil
1 tsp dried thyme
1 clove of garlic
1 small bunch asparagus
1 tbsp capers, roughly chopped
pink himalayan salt

Method:
Preheat oven to 160°C. In a bowl, mix together nut milk pulp, buckwheat flour and a pinch of salt. Add olive oil and mix it with your hands. Add water and continue mixing it till you get a dough that sticks together. Press it in a 20cm oiled pie tin and let it rest for about 15 minutes into the fridge. Cook for 20 minutes. In the mean time, blend cannellini beans with cashew butter, 1 e 1/2 tbsp of olive oil, garlic thyme and a good pinch of salt. Heat the remaining 1/2 tbsp olive oil in a pan and sauté roughly chopped asparagus per about 4 to 5 minutes, adding the capers after 2 minutes. Spread the cannellini mixture into the crust and top with asparagus and capers. Cook for 15 to 20 more minutes. Let it cool completely before removing from the stamp and cut it into slices.

7 Comments

  1. Rispondi

    zia consu

    10 aprile 2017

    Ammetto di non essere una gran consumatrice di torte salate o quiche proprio perchè molto spesso prevedono un uso eccessivo di grassi..ma con questa mi conquistate al 100% sia come abbinamento di sapori che come leggerezza!
    Buon inizio settimana bimbe belle e, se vi va, siete le benvenute al nostro contest di stagione :-) http://ibiscottidellazia.blogspot.it/2017/04/contest-al-km-0.html

  2. Rispondi

    Peanut

    10 aprile 2017

    Ragazze mie adorate, compaio un po’ a scoppio ritardato con i complimenti ma la più piccola sa quanto sia orgogliosa e felice della vostra meritatissima vittoria. A quale altro blog italiano avrebbe potuto essere consegnato quel premio?
    Per quanto riguarda la maledizione dell’influenza a primavera ne so qualcosa, ogni anno puntalmente appena cominciano i primi tepori mi scopro (troppo!) e finisco per beccarmi mal di gola e consumare pile di pacchetti di fazzoletti. Quest’anno però l’ho bresa bella tosta a febbraio quindi spero di aver dato!:D In effetti ormai il tempo sembra non aver più voglia di far troppi scherzi, e anche qui i primi asparagi hanno cominciato a comparire in tavola. Noi abbiamo la fortuna di averli nel bosco che costeggia casa nostra (almeno questi!) quindi sono quasi sempre selvatici:) Questa torta salata mi piace un casino e se il tempo vorrà essere clemente per la prima volta dopo anni per Pasquetta, quasi quasi a fare un picnic ci faccio un pensierino! E su una delle portate non ci sarà dubbio!
    Un bacione <3

  3. Rispondi

    Emanuela Lupi

    11 aprile 2017

    buon giorno bellezzeeeeee!
    Ma cavolo quanto sono rincoooooo! ho saltato un post, porca peppa….
    diciamo che io non ho influenza, ma ho un herps enorme che non si ostina ad andare via e mi ha fatto una super crosta… tra l’altro è (ovviamente) all’angolo della bocca, quindi se rido, se piango, se mangio, lavo i denti, o parlo, mi si spacca, sanguina e sono punto e a capo…. :(
    sono stra felice per voiiiiiiiiiiiiiiiiiii! ehm.. per la vincita e questa super torta è goduriosissima…
    io mi sa che mi do’ alla brisée all’olio, che vorrei sperimentarne una della Gabila; per il ripieno invece mi affido a questo, perché adooooooooro gli asparagi, tanto è vero che ne vado anche alla ricerca in questo periodo, e mi ispira un sacco l’abbinamento con i delicatissimi cannellini….
    Brave Brave Brave ancora…
    Manu

  4. Rispondi

    saltandoinpadella

    11 aprile 2017

    Ecco io arrivo sempre in ritardo, non avevo mai pensato di arrostire gli asparagi. Chissà che buoni così belli croccanti. Questa quiche deve essere divina, adoro ogni cosa che c’è dentro, gli apsragi, i capperi, i ceci, il grano saraceno

  5. Rispondi

    Margherita

    12 aprile 2017

    Gli asparagi ultimamente non mancano mai nel mio frigo, piacciono a tutti qui in casa ed io ne approfitto per cucinarli in ogni modo. Ammetto di non aver mai pensato di mescolarli ai capperi, li avrei detti due sapori da non mescolare, ma se lo dite voi, mi fido 100%!

  6. Rispondi

    Mila

    12 aprile 2017

    A parte i fagioli di cui sono intollerante tutto il resto mi fa impazzire…e poi trovo sempre le torte salate perfette per ogni occasione!!!
    Buona giornata

  7. Rispondi

    Silvia Brisi

    13 aprile 2017

    Bellissima ricetta, troppo buona questa quiche, da provare al volo, davvero originale!!
    Buona Pasqua!!

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS