Yogurt fermentato di anacardi // Cultured vegan cashew yogurt

Una delle cose più difficili da sostituire quando non si mangiano più latticini è, secondo noi, lo yogurt. Ok, è vero: se siete amanti e grandi consumatori dei latticini in generale e perciò anche dei formaggi, vi mancheranno anche quelli. Ma, a nostro avviso, di quelli dopo un po’ diventa facile fare a meno, dello yogurt di meno: basti pensare a tutto quello che si può fare con questo – salsine fresche per accompagnare piatti salati, usarne un paio di cucchiai per servire un crumble, usarlo nei prodotti da forno e, semplicemente, mangiarlo la mattina con un po’ di granola e frutta fresca per una colazione sana, saziante e che fornisca una buona dose di probiotici, indispensabili per la flora batterica intestinale.

Qualcuno di voi potrà dire: beh, facile, c’è lo yogurt di soia! Adesso, se avete mai assaggiato lo yogurt di soia, saprete che non è affatto la stessa cosa: è più un budino dal gusto non definito. Inoltre, tralasciando il fatto che spesso sia addizionato da zuccheri e addensanti e che non sappia realmente di yogurt, sappiamo tutti che non possiamo mangiare tutta questa soia a cuor leggero: oltre ad avere un forte impatto ambientale, infatti, non fa bene neanche al nostro stomaco. Quindi che si fa?

Recentemente, abbiamo trovato al Naturasì dello yogurt di cocco: buono, piuttosto sano (contiene solo latte di cocco, fermenti e giusto l’1% di amido di tapioca) e dal sapore molto simile a quello dello yogurt. È la soluzione? Lo potrebbe anche essere, se non fosse per il fatto che, per quanto ci riguarda, il cocco a lungo andare ci sdegna e un vasetto da 125g costa la bellezza di 2,30. Non sappiamo voi, ma per noi è un po’ proibitivo comprare tutto questo yogurt di cocco (considerando che la più grande di noi, specie dopo essere stata in astinenza da yogurt per un anno, da quando ha trovato la sua alternativa vegetale preferita consuma questo ogni mattina a colazione).

Quindi, qual è la soluzione per ottenere un ottimo yogurt vegano e senza lattosio? Ma gli anacardi, ovviamente! È vero, gli anacardi non sono economicissimi, ma con 5 euro riuscirete a produrre circa 6 vasetti di yogurt: decisamente molto più abbordabile dello yogurt di cocco. Troviamo, inoltre, che il sapore sia molto più “neutro” e buono, che sia decisamente più cremoso senza l’aggiunta di alcun tipo di amido e che si avvicini in modo realmente impressionante a quello tradizionale. Guardando online, abbiamo trovato ricette che prevedevano poca acqua e spesso l’aggiunta di sciroppi/zuccheri/frutta e succo di limone per bilanciarne ed imitare il sapore dello yogurt, ma noi volevamo un prodotto più leggero e che potessimo utilizzare senza problemi sia nel salato che nel dolce: tutto quello di cui abbiamo avuto bisogno sono stati anacardi non tostati, dell’acqua non filtrata, dei probiotici piuttosto potenti (li abbiamo acquistati tramite amazon, qui in Italia se ne trovano difficilmente così potenti, ma non preoccupatevi: aggiungete abbastanza capsule sino ad arrivare alla quantità di batteri previsti dalla ricetta. All’inizio potrà risultare un po’ costoso utilizzare tutti quei probiotici, ma dalla seconda volta in poi vi basterà utilizzare un po’ dello yogurt preparato in precedenza!) e un pizzico di sale. That’s it. Ma non potete immaginare quanto sia buono, parola nostra!

PS: Settimana prossima posteremo una torta strepitosa preparata con questo yogurt perciò, se non consumate latticini, non volete spendere chissà quanti soldi per lo yogurt di cocco o non volete usare dello yogurt di soia, vi consigliamo caldamente di iniziare a prepararlo!

YOGURT VEGANO FERMENTATO DI ANACARDI
Vegano, Senza Glutine, Grain free, Senza Zucchero, Senza Lattosio, Crudo
PORZIONI: per circa 850g
NOTE: noi abbiamo usato questi probiotici, ma qualsiasi probiotico contenente bifidus e acidophilus dovrebbe funzionare.

Ingredienti:
250g di anacardi non tostati, ammollati per 6 ore
430g di acqua filtrata
1 capsula di probiotici o l’equivalente per arrivare a 60 miliardi di cellule attive – possibilmente contenenti bifidus e acidophilus (o 60g di yogurt vegetale fermentato e non dolcificato)
un pizzico di sale rosa dell’himalaya

Procedimento:
Lascia in ammollo gli anacardi, coprendoli con abbondante acqua, per almeno 6 ore. Trascorso questo tempo, scolali e sciacquali bene, poi mettili nel boccale di un frullatore potente con un pizzico di sale (NON aggiungere ancora i probiotici) e frulla alla massima potenza fino ad ottenere un liquido leggermente cremoso (non ti preoccupare se ti sembra troppo liquido: i probiotici e il riposo in frigorifero lo addenseranno a dovere). Trasferisci il composto in un contenitore non metallico, apri la capsula di probiotici e mescola il tutto, dall’alto verso il basso, con un cucchiaio non metallico (è fondamentale usare un cucchiaio in legno o in silicone, il metallo farebbe andare a male i batteri). Copri con una garza e lascia fermentare per 24 ore nel forno spento con la luce accesa, mescolandolo dopo le prime 10 ore, sempre con un cucchiaio non metallico, per assaggiarlo e regolare l’acidità secondo tuo piacimento. Alternativamente, trasferite il liquido nei vasetti di una yogurtiera: in questo caso, dovrebbero bastare circa 10 – 12 ore affinché lo yogurt sia acido al punto giusto (mescolalo e controllalo dopo 8 ore). Trascorso il tempo di fermentazione, trasferisci lo yogurt in frigo per tutta la notte. Servi con granola, frutta fresca e, se preferisci un sapore un po’ più dolce, una goccia di sciroppo d’acero. Per continuare a produrlo, ti basterà usare 60g dello yogurt precedente al posto della capsula di probiotici.

CULTURED VEGAN CASHEW YOGHURT
Vegan, Gluten free, Sugar free, Grain free, Raw, Dairy free
MAKES: about 850g
NOTES: we used these kind of probiotics, but we bet any kind containing both bifidus and acidophilus would work.

Ingredients:
250g unroasted cashew nuts, soaked for at least 4 to 6 hours
450g filtered water
1 probiotic capsule (or enough to obtain 60 billions CFU’S, preferably containing bifidus and acidophilus – or 60g cultured and unsweetened plant yoghurt)
a pinch of pink himalayan salt

Method:
Soak the cashews for 6 hours. Drain and rinse them. Put them in the jug of a powerful blender with filtered water and salt (DO NOT add now the probiotic capsule) and blend on speed high for about 1 minute (don’t worry if it looks too runny, probiotics and the rest in the fridge are going to make it extra creamy). Transfer to a non-metallic bowl, open the capsule of probiotics and mix everything well together with a non-metallic spoon (this is very important, metal would kill your bacterias). Cover with a towel and let it rest in a warm spot for at least 24 hours. Start stirring it from time to time after 10 hours with a non-metallic spoon, so you can taste it and decide how much cultured you want it to be. Alternatively, you can put the content in a yoghurt maker: in this case, the proceed will be faster and you’ll need about 10 to 12 hours. Start checking it after 8 hours. When cultured, put the yoghurt in the fridge overnight. Serve it with homemade granola, fresh fruit and, if you have a sweet tooth, a little drizzle maple syrup. Next time, you can make the yoghurt by using 60g of your already made yoghurt instead of the probiotic capsule.

Marta e Mimma

25 Comments

  1. Rispondi

    Francesca

    3 marzo 2017

    La mia curiosità mi farebbe assaggiare subito, perchè sono divoratrice di yogurt in ogni stagione e ultimamente lo sto usando anche per condire gli spaghetti di verdure! (sì, ho preso l’attrezzino e mi sto troppo divertendo!)
    Non pensavo che con gli anacardi si potesse creare qualcosa di cremoso e vellutato, ma i blog delle persone fidate che sperimentano esistono anche per questo, no? :-) Bello il condividere idee alternative, adatte anche a chi non è vegano come me ma ama la Bontà, a prescindere da tutto! E ama anche la fantasia, la creatività… che qui ci sono sempre! :*

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      3 marzo 2017

      sapevo che lo spiralizzatore ti avrebbe conquistata, mia cara Francesca! anche noi, qui, amiamo lo yogurt e tutte le salsine a base di questo: vogliamo parlare della bontà dello tzatziki, di dressing allo yogurt per le insalate o, semplicemente, di uno spuntino con yogurt e frutta fresca?? :-) gli anacardi sono proprio magici, ci si può fare di tutto! hai mai provato a fare una cheesecake raw usando per la crema, per l’appunto, gli anacardi? sono sicura che ne rimarresti affascinata!

  2. Rispondi

    Erica Di Paolo

    3 marzo 2017

    OH MY GOD!!!!!!!
    Voi mi sorprendete ogni giorno di più. Vi amo alla follia.

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      3 marzo 2017

      <3 Erica bellissima, sappiamo quanto tu sia dedita all'autoproduzione e quindi non possiamo che consigliarti caldamente di tuffarti nel vortice dello yogurt di anacardi: non ne potrai più fare a meno!

  3. Rispondi

    marifra79

    3 marzo 2017

    Vero! Sostituire il classico yogurt con quello alla soia non è entusiasmane, anzi. Avete provato quello al riso? Trovo non sia nemmeno questo perfetto, insomma la consistenza e il sapore sono totalmente differenti, senza aggiungere l’aspetto più importante, ovvero le aggiunte che fanno. Bellissima ricetta, mi vien voglia di provarla subito perché sono stata una “divoratrice” di yogurt accanita per anni e ora un pò mi manca, a colazione intendo. Per salse e salsine ancora non posso farne e a meno. Un abbraccio e buon fine settimana!

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      3 marzo 2017

      siamo d’accordo con te e dell’opinione che, se dobbiamo sostituire qualcosa, allora quel qualcosa deve essere buono e non eccessivamente processato…altrimenti preferiamo direttamente farne a meno! quello al riso non lo abbiamo mai trovato e quindi provato, abbiamo visto che ce ne sono alcuni di canapa alla frutta, ma quando vogliamo consumare dello yogurt cerchiamo sempre quello al naturale! :-) Questo yogurt è veramente veramente buono, ti piacerebbe un sacco, ne siamo sicure! se ci aggiungi il fatto che è super naturale e non contiene alcun tipo di dolcificante (il che lo rende perfetto per le salse salate!) è proprio il massimo. Un bacio grandissimo Marianna <3

  4. Rispondi

    Eli

    3 marzo 2017

    Non avrei mai immaginato che si potessero creare meraviglie del genere ;-) L’autoproduzione è sempre stata il mio pallino, ma vuoi per la pigrizia, vuoi per la mancanza di tempo, mi sono sempre accontentata dello yogurt (classico) fatto in casa dai miei genitori da ormai tanti anni, anche perché non avendo – fortunatamente – intolleranze, non mi sono mai posta il problema. Questa però me la segno perché mi intriga troppo… e chissà se riesco a provarci? ;-) Bravissime, un bacione :-*

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      3 marzo 2017

      ciao Eli! beh, direi che intanto lo yogurt fatto da voi in casa è proprio un bel segno di autoproduzione :-) noi adoriamo questo, sa davvero tanto di yoghurt e con una spesa di 5 euro o poco più riusciamo a produrre quasi un litro di yoghurt il che, considerando il prezzo esorbitante degli yoghurt vegetali, è la scelta migliore sia per il nostro portafoglio che per il nostro pancino. Se non riesci a procurati tutti quei probiotici, puoi utilizzare dello yogurt vegetale (importantissimo, però, che contenga fermenti!) già pronto. Non sappiamo se, essendo uno yogurt con una quantità di batteri meno concentrata, impieghi lo stesso tempo, ma tanto puoi sempre assaggiare e prolungare finché ti va. Grazie di cuore, un bacio grande a te!

  5. Rispondi

    Francesca Quaglia

    3 marzo 2017

    Credo che lo yogurt sia una delle mie passioni più grandi e, vi dirò, è la principale ragione per cui non ho ancora compiuto il passaggio al veganesimo. Altri latticini non li mangio, ma lo yogurt lo divoro. Per non esagerare, dato che lo mangio tutti i giorni, lo alterno con quello di soia e, da qualche tempo, con quello diu cocco di cui parlavo su FB con Marta, ma certo che prepararlo in casa deve essere qualcosa di stupefacente. Mi frenano, lo ammetto, le calorie, altrimenti mi metterei subito all’opera per riprodurre questa meraviglia! Brave, girls <3

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      3 marzo 2017

      tesoro, so della tua passione per lo yogurt e, ti dirò, considerando che con queste dosi ne vengono fuori praticamente 900g, non è neppure così calorico ;-) un bacino e grazie mille!

  6. Rispondi

    Peanut

    3 marzo 2017

    Ora andrò un pochino contro corrente ma io sono una soddisfatta divoratrice di yogurt di soia, non lo trovo così dissimile per consistenza nè dal sapore sgradevole una volta trovate le marche giuste e lo uso tranquillamente per tutte le preparazioni in cui avrei usato un tempo quello vaccino.
    Anzi, questo di anacardi onestamente mi farei anche un po’ di scrupolo a metterlo in una torta, ma lo userei per mangiarlo così com’è per sentirlo a pieno. Avevo fatto in passato quello di mandorle raw senza probiotici, che però una volta su due non riusciva :D Sembra proprio che questa capsule siano imprescindibili, anche per dei buoni formaggi fermentati. Toccherà prenderle!
    Comunque questo yogurt resta una figata e appena mi sarò procurata i probiotici proverò questo e anche finalmente, quello di cocco!

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      3 marzo 2017

      ahhh, per una volta siamo in disaccordo…questo ci porterà al divorzio? :P a parte lo scherzo, questo lo devi necessariamente provare! i probiotici sono indispensabili, ma se non riesci a reperirli puoi usare anche dello yogurt di cocco/soia che contenga dei fermenti per fare da starter al tuo yogurt di anacardi. Poi, ti dirò: lo ha promosso a pieni voti anche l’uomo di casa, e questo è tutto dire!

      • Rispondi

        Peanut

        3 marzo 2017

        Ahahaha ma quando mai, vedrai come cambio subito idea quando me lo cominci a preparare e mi porti la tazza di yogurt di anacardi e granola tutte le mattine a letto ????????

        • Rispondi

          Peanut

          3 marzo 2017

          (E i punti interrogativi dovevano essere :P :P :P ma insomma)

  7. Rispondi

    tizi

    3 marzo 2017

    questo yogurt sembra così denso e cremoso che avrei voglia di affondarci il cucchiaio! non tollerando bene i latticini anch’io mi sono data per un po’ di tempo agli yogurt di soia ma mi hanno stancata presto. l’idea di usare gli anacardi è molto particolare, grazie a voi ho scoperto che si possono usare in tantissime preparazioni, devo decidermi a provare anch’io ;) un abbraccio care, buon weekend!

  8. Rispondi

    Mari

    3 marzo 2017

    Ciao bellezze! Quanto mi ispira questo yogurt! Quello di soia al naturale non mi è mai piaciuto troppo, questa sembra un’ottima alternativa! Ho provato ad aprire il link del nome del proibitivo che avete usato, ma si apre la pagina home di amazon! Che marca avete usato? Di solito si trova anche in farmacia? Grazie! Un doppio bacio!????????

  9. Rispondi

    zia consu

    3 marzo 2017

    Non ho mai provato a fare lo yogurt in casa…figuriamoci la versione vegetale! Adesso mi avete proprio incuriosita…

  10. Rispondi

    luisa

    4 marzo 2017

    Quanto vi capisco.. io non rimpiango nè latte nè formaggi (a parte la ricotta che, in effetti sì, amavo molto), ma lo yogurt è sempre stato pane quotidiano. soprattutto a colazione.. ma non solo, a volte è la coccola di conforto dopocena :-D
    Lo yogurt di soia non è certo paragonabile di gusto (una marca non mi dispiace però in effetti..)..ma quello di cocco sì, è buono, ma c’hai ragione: prezzo assurdo!! e per chi, come noi, ne consuma a chili diventerebbe un salasso! quindi spesso ripiego proprio sulla soia (.. che però non vorrei consumare troppo spesso..)!
    Insomma.. anacardi sia!! appena lo provo, mie belle donne, vi scrivo! baciiii

  11. Rispondi

    Debora

    4 marzo 2017

    Ragazze che dire!!! Rimango a bocca aperta…ma veramente mi dite che è possibile tirar fuori questo yogurt strepitoso da una confezione di anacardi??? Non mi pare vero, ma se lo dite voi….non posso far altro che divertirmi a testare questa strepitosa ricetta.
    Il blog è sempre più bello…adesso vado a gustarmi quei brownies meravigliosi che ho visto qui di lato…e poi mi perderò in qualcos’altro di “nauralmente buono”!!!+baci

  12. Rispondi

    andrea

    4 marzo 2017

    sembra davvero buono! complimenti per le foto, bellissime!

  13. Rispondi

    Rebecca

    6 marzo 2017

    OMG! Ma siete delle piccole genie della fermentazione! Non sapete da quanto tempo penso allo
    yogurt fatto in casa senza latte di soia (io uso quello, lo ammetto!;))
    Adesso devo provare per forza la vostra ricetta, gli anacardi sono sempre presenti nella mia dispensa!
    Domandona: ma secondo voi va bene usare la yogurtiera? :)

    Buon lunedì di sole!

    • Rispondi

      Marta e Mimma

      6 marzo 2017

      ciao Rebecca! la yogurtiera andrà benissimo, lo abbiamo specificato anche nella ricetta :-) unica piccola accortezza: abbiamo notato che il processo nella yogurtiera riduce moltissimo il tempo di fermentazione. Assaggialo dopo le prime 8 ore e, se non sarà pronto, continualo ad assaggiare in piccole dosi (ricordandoti sempre di usare un cucchiaino non metallico, magari di legno) ogni 20 – 30 minuti finché avrà raggiunto il grado di fermentazione adatto a te. L’ideale è prepararlo di mattina (così da non doversi preoccupare se ci si addormenta per 2 ore in più e si ottiene uno yogurt troppo fermentato): in questo modo di sera sarà pronto, lo potrai mettere in frigo e gustare la mattina dopo con frutta fresca e granola :-)
      uno splendente lunedì a te!

  14. Rispondi

    saltandoinpadella

    6 marzo 2017

    Io mangio almeno due yogurt al giorni, uno a colazione (non riuscirei mai a cominciare la giornata senza una bella coppa di yogurt) e uno come merenda al pomeriggio. Quindi capite che la cosa mi interessa. Non sono vegana quindi me lo faccio a casa con lo yogurtiera ma la cosa comunque mi interessa, ne ho provati vari ma concordo che non è che siano un granchè. E inoltre costano tutti un bel po’ rispetto a quelli di latte. Certo che con gli anacardi ci si fa proprio di tutti, sono davvero versatili

  15. Rispondi

    Ely

    6 marzo 2017

    No ma davvero???? Sembra impossibile ma mi fido di voi e l’aspetto è splendido!!!!! Siete insuperabili! Un bacione

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS