Insalata di quinoa, patate dolci, melagrana e avocado

superfood salad

Un nuovo post – il primo del 2016!! -, chi l’avrebbe mai detto? Torniamo finalmente sul blog, sperando di rimanerci a lungo, dopo una serie di vacanze movimentate, pur essendo rimaste a casa. Avremmo voluto dormire probabilmente un po’ di pi?, abbiamo cucinato parecchio e rinfrescato il lievito madre una quantit? tale di volte da renderlo, se possibile, quasi eccessivamente forte. Per quanto riguarda l’alimentazione, sinceramente, nessuno strappo alla regola che necessiti realmente di essere definito tale o che ci faccia sentire talmente appesantite da doverci depurare. Abbiamo mantenuto il pi? possibile il nostro stile alimentare: cibo fresco, genuino, nutriente e?processato il meno possibile. Per?, non si pu? negare, questi sono i giorni in cui, probabilmente, si mangia e si eccede pi? rispetto al resto dell’anno, quindi noi abbiamo ben pensato di proporvi un’insalatina fresca, colorata – diteci se tutti questi colori non vi fanno venire il buon umore! -, sana e nutriente per depurarci un po’ dalle tossine accumulate in questi giorni e sentirci pi? leggeri ed energetici. Questo piatto qui (che ? liberamente e spudoratamente adattato ad una ricetta di Jamie Oliver che ci aveva conquistate), a dirla tutta, lo prepariamo gi? da un po’ di tempo: dopo aver piantato e aver visto crescere con successo il crescione, abbiamo deciso di usarlo per questa insalata e andare avanti secondo questo circolo vizioso. Quale occasione migliore di questa per proporvelo? Senza glutine e vegano (a meno che, come nella versione originale, non decidiate di aggiungere giusto un tocco di feta sbriciolata), ? un pasto meraviglioso pre, post e anche durante abbuffata natalizia. Se poi ci seguite da tempo, lo sapete: qui l’insalata difficilmente si limita ad essere una ciotola di verdure miste – e giammai una di quelle triste e squallidi insalate di cartone sul banco frigo del super -, condita velocemente con una classica vinagrette a base di olio e limone. Per noi, quella dell’insalata, ? una cultura. E questa, cari signori, ? un’insalata con la I maiuscola: quinoa, patate dolci morbide e speziate, noci e semi croccanti, broccoletti verdi appena scottati, succosi, dolci e contemporaneamente acidi chicchi di melagrana e avocado burroso – ? un po’ l’insalata dei sogni, no? E visto che siamo in tema detox post feste, ? anche uno splendido modo per assumere una buona porzione di verdure, tutte di colori diversi, cos? da mangiare l’arcobaleno e fare scorta di tutte le sostanze nutritive delle quali il nostro corpo ha bisogno!?

IMG_1431

Ingredienti:
450g di patate dolci
500g di broccoli
170g di quinoa
60g di germogli di crescione
2 avocado maturi
40g di semi di zucca e noci pecan
1 cucchiaio?di olio di avocado
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 – 2?cucchiai di aceto balsamico
1/2 mazzetto di coriandolo
il succo di?2?lime
i semi di 1 melagrana
1/4 cucchiaino di peperoncino
1/4 cucchiaino di cannella
sale rosa dell’himalaya

IMG_1503

Procedimento:
Preriscalda il forno a 200?C. Lava bene le patate dolci, poi tagliale a cubetti (senza rimuovere la buccia, dove si concentrano la maggior parte dei nutrienti). Mettile in una teglia foderata di carta forno, condiscile con l’olio di avocado (o di oliva), la cannella, il peperoncino e una buona presa di sale. Gira con un cucchiaio per uniformare il condimento, poi inforna per circa 30 minuti. Nel frattempo, metti una pentola con dell’acqua a bollire e cuoci la quinoa per circa 15 minuti. Taglia i broccoli in cimette e cuocili al vapore per circa 5 minuti. Scola la quinoa, falla raffreddare e mettila in una ciotola con i broccoli e le patate dolci. Prepara il condimento emulsionando l’olio extravergine, l’aceto balsamico, il succo dei lime e una presa di sale. Aggiungi nella ciotola con la quinoa le foglie del coriandolo sminuzzate, i semi della melagrana, i semi di zucca e le noci pecan tritate, i germogli di crescione e gli avocado tagliati a cubetti. Condisci con la vinagrette, aggiungi ancora un po’ di sale se necessario e servi.

Marta e Mimma

21 Comments

  1. Rispondi

    Paola

    12 gennaio 2016

    Adoro le insalate colorate e piene di verdure e cereali. Seguendo un po’ il vostro consiglio, ho preso I viaggi di Green Kitchen, dove ce ne sono tante e ogni volta che ne preparo una ? come se ci foste un po’ anche voi in cucina con me :) Questa la prover? di sicuro. Mi piace tutto quello che c’? dentro e, vi dir?, va bene anche senza feta, che ultimamente il sapore troppo salato un po’ mi infastidisce :)
    Baci e buon anno nuovo

  2. Rispondi

    tizi

    12 gennaio 2016

    un’insalata cos? ? proprio quello che ci vuole per iniziare il periodo detox post-natalizio! e con tutti questi colori non sar? affatto un sacrificio, anzi! questo piatto sembra un quadro… e a giudicare dagli ingredienti deve essere tanto buono quanto bello!
    tanti auguri di buon anno care, e a presto!

  3. Rispondi

    Debora

    12 gennaio 2016

    Le vostre foto e ricette lasciano a bocca aperta

  4. Rispondi

    Ileana

    12 gennaio 2016

    Mi mancava leggervi ragazze belle :)

    Come voi non ho esagerato con il cibo, anzi, ho continuato ad allenarmi quotidianamente, pochi dolci come sempre e solito stile di vita, quindi fortunatamente niente sensi di colpa ^_^
    Come sapete per? queste sono le ricette che amo di pi? e che preparo pi? spesso e la vostra insalata ? stupenda, sana, golosa, piena di colori… e le foto sono sempre pi? belle, le riconoscerei ovunque :)
    Vi stringo forte forte :*

  5. Rispondi

    Laura e Sara Pancetta Bistrot

    12 gennaio 2016

    Care ragazze bentornate, ci siete mancate voi e le vostre ricette belle, genuine, fresche e colorate come questa magnifica insalata che ? davvero riduttivo definire tale…
    Sapete che una di noi ha iniziato la nuova avventura del lievito madre e oggi s’impaster? proprio il vostro bellissimo pane al farro :)
    Un abbraccio grande, buon anno e speriamo proprio che sia l’anno del nostro incontro!!!

  6. Rispondi

    Giulia

    12 gennaio 2016

    La prima foto ? cos? bella che non riesco a staccare lo sguardo.Quanto alla ricetta, ? perfettamente nelle mie corde, ricca di colori, sapori e consistenze diverse. E poi anch’io coltivo un piccolo vaso di crescione sul mio balconcino, perci? mi avete dato un ottimo spunto per utilizzarlo in maniera originale!

  7. Rispondi

    Virginia

    12 gennaio 2016

    Ragazze, che bello ritrovarvi! Mi sembra un po’ come quando andavo a scuola, che si incontravano i compagni dopo le vacanze, e a dirla tutta l’anno dopo ;-) l’insalata ? una cosa seria anche da queste parti: pensavo l’altro giorno che ? una costante delle mie giornate. La mangio sempre, cotta o cruda, multicolor e a volte anche monocolor quando sono di fretta (eheheh). Che dire, mi prenoto per una bella porzione di questa super insalata! Perch? anche se non ho bisogno di pasti detox sono golosa e in quel piatto mi ci tufferei senza pensarci due volte ;-) Il crescione, che mi avete messo in testa! Ora lo voglio coltivare anche io :-) Un bacione grande e a presto!

  8. Rispondi

    zia Consu

    12 gennaio 2016

    Innanzitutto bentornate e buon inizio anno :-) Poi complimenti x questo bellissimo regalo, io vivrei di queste insalate e l’espressione “mangiare l’arcobaleno” mi fa impazzire :-)
    Complimenti ragazze e a presto <3

  9. Rispondi

    andrea

    12 gennaio 2016

    wow, ma buonissima!! perfetta dopo le feste :) grazie per la ricetta, ciao Andrea

  10. Rispondi

    Mari

    12 gennaio 2016

    Incantata! Ma quanto e’ bella piena di colore! Dev’essere buonissima:provo a replicarla! :-)

  11. Rispondi

    valentina

    13 gennaio 2016

    Intravedo dei semini che mi piacciono tanto. E poi con questi colori che mettono allegria ad ogni forchetta altro che dieta insipida post festivit?!!
    Felicit? allo stato puro per un’amante di insalate come la sottoscritta.

  12. Rispondi

    Antonella Pagliaroli

    13 gennaio 2016

    Sono qui in contemplazione *_*

  13. Rispondi

    Ilaria Guidi

    13 gennaio 2016

    Ragazze che foto! Sono stupende…e meravigliosa questa insalata!! :)

  14. Rispondi

    paola

    13 gennaio 2016

    le foto sono di un’abbagliante unico,complimenti anche per l’insalatina fresca,ci? che ci vuole dopo queste abbuffate,cibi golosi e ricchi.

  15. Rispondi

    Anna Rita

    13 gennaio 2016

    Sembra davvero di mangiare l’arcobaleno! un’esplosione di colori e sapori unici! e non chiamatela insalata. Questa ? un’opera d’arte che fa tanto bene al corpo e rallegra il cuore :)
    Siete uniche!
    Anna

  16. Rispondi

    Silvia Brisi

    13 gennaio 2016

    E’ uno spettacolo per gli occhi e per il palato, bentornate!!

  17. Rispondi

    letissia

    15 gennaio 2016

    Bellissime le foto e deliziosa l’insalata. Ho una bella scorta di quinoa, mi sa che vi replico!!! ;)Complimenti, ragazze!
    Un abbraccio.

  18. Rispondi

    CosebuonediAle

    17 gennaio 2016

    Bellissima, viene voglia di assaggiarla!

  19. Rispondi

    Francesca P.

    17 gennaio 2016

    Non ero ancora passata a darvi il primo abbraccio del 2016… mi perdonate? Arrivo in ritardo ma con doppia voglia di sentirvi e di sapere come va l’inverno siciliano! Lo immagino tiepido e il verde della vostra insalata bellissima mi fa quasi pensare ai campi fioriti e rigogliosi… :-)
    L’arcobaleno in persone come voi ? interiore e sapete trasmetterlo bene, anche in cucina… e quelle rose che sbocciano timide e curiose mi fanno pensare a Marta! Ehi, piccola, ti stringo e spero di sentire presto la tua voce! :*

  20. Rispondi

    Margherita

    17 gennaio 2016

    Mi vergogno un po” ad arrivare cosi tardi qui da voi.. ma sono ancora in Italia (per pochissimo ancora) e le cose da fare non sono ancora finite, abbiate pazienza… Se pur grande ritardo, mi godo cmq lo spettacolo di questa bellissima insalata che avrebbe proprio tutte le carte in regola per diventare una fra le mie preferite! Un grande abbraccio e buona settimana.

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS